Come Scrivere un Libro di Ricordi, 3 Cose che Dovresti Sapere prima di Iniziare l’Impresa

come scrivere un libro di ricordiBiografia, autobiografia, memoir, libro commemorativo. Sono tanti i nomi (come tanti i tagli) che si può dare a queste pagine. Ma alla fine dei conti, come scrivere un libro di ricordi partendo da zero?

#1 Verità fattuale o verità emotiva? Il come scrivere un libro inizia da qui

A molti sembrerà già troppo tecnico, in realtà è la cosa più semplice e la prima da fare: stabilire come scrivere, dato che il cosa scrivere lo abbiamo già in pugno (i ricordi appunto). Verrà fuori un’autobiografia (o una biografia se a scriverla è una terza persona) se si decide di raccontare le cose così come sono state, rispettando quella che viene chiamata verità fattuale. Date, ricorrenze, avvenimenti. Anche aneddoti, certo, ma inseriti in una griglia spazio-temporale ben definita. Oppure si può decidere di raccontare la verità emotiva e allora si aprono le porte ai cosiddetti memoir, i libri di memorie. Qui il tempo della scrittura è svincolato dalla linea temporale e la penna può scorrere su e giù, avanti e indietro, senza preoccuparsi troppo di rispettare date. Ciò che viene scritto è ciò che è (o è stato) emotivamente rilevante. È il tempo interiore che detta. Una volta che ti sei chiarito da dove partire per raccontare i ricordi, puoi iniziare a mettere nero su bianco.

(altro…)

Come Scrivere un Comunicato Stampa in Poche Semplici Mosse

giornali comunicato stampa archivioTra i tanti strumenti messi a disposizione per comunicare con i giornalisti, c’è il comunicato stampa. Meno “pomposo” di una conferenza stampa (che si convoca quando c’è in ballo qualcosa di corposo), più lungo di una dichiarazione ufficiale, il comunicato stampa è la via di mezzo giusta per diffondere il proprio messaggio.

Sembra una ovvietà, ma è bene ribadirlo, questo genere di comunicazioni le scrivono i giornalisti o addetti stampa. Possono essere tuoi dipendenti, se la tua attività ha risorse sufficienti (ed effettiva necessità/utilità) per averne uno, oppure possono essere giornalisti o addetti stampa freelance. Opta per questo secondo caso, se la prestazione professionale ti serve una tantum. Eh già, perché anche un comunicato stampa va saputo scrivere correttamente e, soprattutto, va saputo veicolare nel modo giusto per poter arrivare a destinazione. Oggi, a causa di un sempre maggiore overload informativo, è difficile farsi pubblicare (così si dice in gergo) dalla stampa (soprattutto quella tradizionale cartacea) a meno che non si abbia qualcosa di davvero sensazionale da dire. Ma non disperare, una corretta profilazione del tuo destinatario (stampa o blog di settore, influencer di nicchia) ti permetterà di far pubblicare i tuoi comunicati stampa quasi sempre. (altro…)

Tutelare il Copyright e Rintracciare Immagini Online

copyright

Se si lavora nel settore della grafica, si è fotografi professionisti oppure semplici appassionati, può essere utile essere in grado di reperire informazioni su una propria immagine appare su internet. Questo sia per un maggiore controllo sulla propria visibilità in rete che per poter tutelare i diritti di autore sull’immagine stessa. Il Copyright è lo strumento legale utilizzato per tutelare la proprietà intellettuale che non ricade sotto la categoria di invenzione (brevettabile) o marchio (tutelabile come “marchio registrato”). E’ stato regolato nei principi generali dalla convenzione di Berna, vale dai 50 ai 100 anni dopo la morte dell’autore. Questo diritto dipende dalla giurisdizione locale, e garantisce all’ideatore di un opera di creatività – immagini / film / libri / musica / software / quadri e disegni – l’esclusiva sull’utilizzo della sua opera. In pratica l’opera non può essere utilizzata pubblicamente da nessuno senza una licenza. Il diritto d’autore può essere assegnato anche al datore di lavoro che ha assunto l’autore. (altro…)

Giornalisti Freelance: Figure e Carriere

giornalista

Dal punto di vista dell’organizzazione del lavoro, la professione del giornalista è una di quelle che più si prestano ad un’attività di tipo freelance. Inoltre, se consideriamo i requisiti richiesti per questa attività da un punto di vista strettamente pratico, il materiale prodotto dal giornalismo quale articoli, immagini e video è condivisibile con la massima facilità tramite il web.

Per quanto riguarda il primo punto la diffusione dell’attività di free-lance è fortemente agevolata dal fatto che per scrivere su blog, riviste e giornali specializzati non è necessaria alcuna licenza o laurea quale pre-requisito, mentre in genere chi opera su quotidiani ha una formazione molto specialistica, in altre parole per partecipare attivamente al mondo del giornalismo il più delle volte gli unici requisiti è il talento e la volontà. (altro…)