Significato di Brand e Opportunità di una Strategia di Branding

cosa significa brand Cosa significa brand nella sua traduzione letterale è presto detto. Brand significa marchio e deriva dal termine nordico brandr ovvero marchiare a fuoco. Pratica intesa nell’allevamento per riconoscere la proprietà degli animali. Oggi, ovviamente, il significato di brand non ha a che fare più solo con il “marchio di fabbrica”. Non è solo un nome, non è solo una grafica ma è un’espressione che riflette la visione strategica dell’attività che lo porta, qualunque essa sia. Un brand, infatti, può riguardare aziende, no profit, professionisti e anche (ovviamente) attività di business, ovvero commerciali.

(altro…)

LinkedIn SEO, come Farsi Trovare sul Web in 5 Mosse

linkedin seoLinkedIn è il professional social network per eccellenza. Una specie di alter ego di Facebook usato da professionisti e aziende per connettersi gli uni con gli altri, in una rete professionale. La buona notizia è che attraverso LinkedIn e l’uso sapiente delle keyword, si può aumentare la brand awareness della propria azienda, trovare o cambiare lavoro e incrementare le visite al proprio profilo.

 

Usare LinkedIn in modo sapiente: keyword e SEO sul Social dei professionisti

La maggior parte degli utenti sottovaluta le potenzialità di LinkedIn in fatto di SEO e soprattutto non considera questo Social per quello che anche è: un motore di ricerca al pari di tutti gli altri, con un database di circa 450 milioni di profili. Per ottenerne il massimo è necessario abituarsi a pensare che gli utenti cercano prevalentemente competenze, un servizio o risoluzione a un dato problema. E su questi tre temi che bisogna concentrarsi per posizionarsi con le corrette parole chiave. Dopo questo cappello introduttivo, ecco le 5 mosse che devi compiere per essere correttamente presente sul social e iniziare ad aumentare la tua visibilità sul web.

(altro…)

Come fare un Business Plan per una Web Agency (e simili)

Come fare un business plan per un'agenzia WebIn questi ultimi anni vi è stata senza dubbio l’ascesa delle Web Agency, grazie anche all’importante crescita degli e-commerce. Ecco perché è sempre più rilevante che le agenzie Web, affinché possano mantenere il successo, si pongano obiettivi, prevedano costi e prospettino ricavi futuri. Tale analisi di fattori di investimento, rischi e guadagni in termini economici prende il nome di Business Plan. Come fare un Business Plan? Il Business Plan è un insieme “organizzato” e integrato di tecniche di varie aree del management e viene predisposto in formato di  documento in cui vengono sintetizzate le informazioni raccolte e i risultati delle analisi.

Perché è così importante avere un Business Plan?

Le risposte sono molteplici, ma la principale è che non può esistere un business che non sia pianificato. Chi non pianifica, imputa gli avvenimenti aziendali al caso e non alla capacità di prevedere e di analizzare i successi e insuccessi. (altro…)

Tre ottime ragioni per fare Outsourcing con i Freelance

freelance-per-aziende

Non ci credi? Ebbene sì, ci sono svariate ragioni per cui i freelance fanno bene al tuo business. Noi ne citiamo almeno tre. Ma non pensare che il rapporto sia univoco: non sono solo i freelance ad aggiungere valore al tuo progetto, anche i freelance (o freelancer) stessi ne possono trarre vantaggio. Come? Lo vedremo più avanti.

Hai mai sentito parlare di outsourcing? Probabilmente se stai leggendo queste righe lo pratichi già, ma se non lo conosci, sappi che esternalizzare alcune professioni (o mansioni) aiuta l’azienda ad abbattere fino al 70% dei costi.

Lo ha scritto recentemente Madelyn Spencer, una docente universitaria di economia in pensione e una delle massime esperte di outsourcing. Partecipa a conferenze, seminari, conferenze e dimostrazioni in diverse università negli Stati Uniti e in Europa.

Quindi quali sarebbero questi vantaggi? Te lo starai sicuramente chiedendo. (altro…)

Guida ai Finanziamenti Europei PMI 2018

Finanziamenti europei PMI 2018

Sovvenzioni, appalti, finanziamenti o capitali di rischio. Ecco i finanziamenti europei PMI 2018. Ci sono diverse opportunità di ricevere sostegno attraverso i fondi stanziati dall’Unione Europea, se sei a capo di una impresa o di una start up.

 

Ottenere un prestito o un capitale di rischio attraverso i fondi UE

Ogni anno l’Unione Europea, raccogliendo fondi dai vari Paesi membri, smista finanziamenti che raggiungono circa 200 mila imprese. Micro credito e micro prestiti, finanziamenti alle imprese innovative, finanziamenti alle imprese sociali. E ancora:  sostegno alle start up innovative a orientamento sociale, digital commerce, digital media, investimento nel settore dei  software aziendali, nella sicurezza digitale e nella business intelligence.

Questi finanziamenti europei sono erogati direttamente dagli istituti di credito e dalle banche locali (in questo caso italiane) e sono rivolti alle imprese di qualunque dimensioni, anche individuali, in qualunque settore operino. (altro…)

Le Agevolazioni Fiscali per le Start Up Innovative

agevolazioni startupNegli ultimi anni si sente parlare sempre più insistentemente di start up innovative, come occasione di rilancio economico e occupazionale. La normativa delle start up innovative assieme al lancio del progetto “Industria 4.0” costituiscono, sicuramente una buona base di partenza da parte dello Stato Italiano per dare stimolo ai giovani che decidono di investire denaro e competenze specifiche in un’attività imprenditoriale.

COSA SIGNIFICA START UP INNOVATIVA?

Una start up innovativa per definirsi tale deve possedere dei requisiti formali e sostanziali introdotti dal decreto legge n. 179/2012, nello specifico: (altro…)

Un’idea Vincente: il Business Plan

idea di businessOggigiorno trovare lavoro diventa sempre più complicato, soprattutto se si cerca qualcosa di “definitivo” ecco perché molte persone decidono di provare con un’attività autonoma.
Grazie ad una buona idea e agli aiuti europei, a fondo perduto o ad un tasso davvero conveniente, il gioco sembra facile ma non è proprio così!
Ogni bando per i finanziamenti è diverso e in tutti c’è il Business Plan, un osso duro per il richiedente che di solito decide di rivolgersi ad un vero professionista

Ma che cosa è il BP e perché è tanto importante?

Avere un’idea vincente è il primo passo per diventare imprenditore ma senza una chiara Vision (ciò che realmente si vuole fare) e una Mission (come far diventare l’idea una realtà) la cosa diventa un po’ complicata, ecco perché bisogna compilare il Business Plan. (altro…)

Consulente per Start-Up e Business Plan

business plan

Una interessante possibilità per professionisti che vogliono operare come free-lance, è il ruolo di business consultant per start-up.

Perchè la necessità di un business consultant pert start-up?
Le start-up sono piccole società innovative e di alto potenziale*, queste società necessitano una gestione particolarmente accorta e, proprio perchè di piccole dimensioni, quasi mai possiedono internamente tutte le risorse necessarie in termine di expertise manageriale.
Un professionista che abbia avuto una esperienza significativa in funzioni strategiche quali marketing&sales, finance oppure nella consulenza strategica, puo’ proporsi sul mercato come un valido supporto per questi imprenditori. Certamente maggiore è l’affinità tra il settore in cui opera l’imprenditore (ad es. information technology, metalmeccanico, tessile-moda) e l’expertise maturata dal freelance, maggiore è l’appeal del servizio offerto da quest’ultimo. Sono bene accetti per società tecnologiche professionisti con una base tecnica. Per quanto riguarda l’aspetto finanziario la specializzazione ha sicuramente un peso minore. (altro…)