La certificazione energetica per case ed edifici industriali

Questo post parla di , scritto da il 28 August 2016 Nessun Commento
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

certificazione energetica
Avete bisogno di una certificazione energetica per il vostro appartamento o edificio? Facciamo il punto su cosa è e a cosa serve la Certificazione Energetica per edifici e la professione del certificatore energetico.
A partire dal 2005 in recepimento alla normativa europea, in Italia è entrata in vigore la certificazione energetica per degli edifici, ovvero un’attestato che certifica il livello di efficienza energetica degli edifici, in quanto il riscaldamento è una delle principali fonti di inquinamento e gas serra. L’obbiettivo è garantire una maggiore trasparenza nel mercato immobiliare in termini di risparmio energetico.

Come viene effettuata in concreto e quale è il ruolo del Certificatore Energetico?
La certificazione energetica viene effettuata tramite la redazione dell’APE – Attestato di Prestazione Energetica – certificato redatto e rilasciato dal Certificatore Energetico, che è un tecnico abilitato al ruolo. Una variante molto simile è l’Attestato di Qualificazione Energetica – AQE – a differenza dell’APE, che è un certificato di terza parte, in questo caso il tecnico che lo redige può essere stato coinvolto nei lavori sull’edificio.
Il Certificatore Energetico dopo un sopralluogo sull’edificio valuta il grado si efficienza energetica in base a d una serie di fattori: riscaldamento, isolamento, esposizione al sole, impianti di illuminazione etc. .

Quando si applica la Certificazione Energetica?
L’APE è richiesta per:
a) Acquisto di un edificio nuovo (deve essere fornita dalla società costruttrice).
b) Affitto di un immobile (deve essere fornita dal locatario).
c) Compravendita di immobile (deve essere fornita dal venditore).
d) Restauro di importanza rilevante.

Si consideri che le sannzioni per chi non provvede ad ottenerla sono di diverse migliaia di euro.

Quale è il prezzo di una Certificazione Energetica?
In media dai 100 ai 150 € a seconda della città / regione. Per quanto detto sopra, il mercato è veramente molto ampio. La competizione per Certificatori Energetici c’è ma è comunque a livello locale.

Come un freelance puo’ inserirsi in questo mercato?
Inanzitutto è necessario effettuare un corso con relativo attestato di abilitazione. E’ necessaria una laurea in ingegneria, architettura, fisica, matematica, chimica, geologia, agronomia, scienze ambientali. Sono abilitati anche geometri, periti agrari o agrotecnici, periti industriali. I corsi vengono erogati da numerosi enti pubblici e privati.
Il Certificatore Energetico può operare grazie ad un proprio network di imprese edili oppure può usufruire di piattaforme online come AddLance offrendo la propria prestazione. Poichè spesso non è convolta una impresa edile nella certificazione energetica – ovvero non sono stati fatti dei lavori – il proprietario dell’immobile che la necessita può quindi trovare su AddLance un valido supporto come sorgente di Certificatori Energertici freelance.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×