Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

packaging significato

Se stai cercando su Google la stringa “packaging significato” è perché, probabilmente, devi decidere in merito per confezionare i tuoi prodotti prima di lanciarli sul mercato. Oppure perché hai in mente un restyle aziendale che includa anche l’identità visiva. Abbiamo quindi preparato una micro guida sul significato del termine packaging e anche sull’importanza del suo (corretto) utilizzo. Leggila pure e poi prenota subito una call con il tuo esperto in graphic design per parlare di come sfruttare al meglio questa occasione per la tua attività.

Significato di Packaging: un termine che è difficile tradurre e che racchiude un mondo

Come tradurre in italiano il termine packaging? E’ difficile, quasi impossibile. Non perché non abbia una traduzione letterale – che sarebbe “involucro, pacchetto” – ma perché sarebbe complicato tradurre il senso semantico connesso con questa parola. Hai dei prodotti da vendere? Devi avere un packaging idoneo che li racchiuda, ma che non sia un semplice contenitore. Deve essere in grado anche di comunicare al consumatore la brand identity, la mission e la vision aziendale. Il tutto con pochi segni grafici attentamente studiati e una confezione che sia accattivante senza essere anonima (o, al contrario) eccessiva.

Leggi anche Definizione di packaging: regole e segreti per una confezione di successo

Quindi, cosa si intende con packaging? Tecnicamente si intende l’imballaggio di un prodotto che serve ad essere commercializzato in sicurezza, ovvero preservandone le sue caratteristiche. Ha anche un’altra funzione, però, lo abbiamo accennato: quella di trasferire informazioni dall’azienda all’utilizzatore. Informazioni sul prodotto, ma anche informazioni sulla brand identity e sull’azienda in generale. E’ opportuno, quindi, studiare bene la sua forma, i suoi colori, i suoi segni grafici. Non è neanche raro dover pensare, ogni tanto, ad un repackaging, studiando un nuovo involucro. Accade spesso nel mondo dei grandi brand, Barilla in testa.

3 Cose che (forse) ancora non sai sull’uso strategico del packaging

Ora che hai smesso di cercare “packaging significato” perché lo hai acquisito come termine, passiamo al suo uso. Perché devo usare un packaging ad hoc anche se sono una micro impresa, anche se opero solo a livello locale? Come mai il mio graphic designer di fiducia mi ha proposto di lavorare sull’involucro dei miei prodotti?

Leggi anche Le 3 regole d’oro di un packaging vincente

Nel mondo del marketing c’è chi sostiene addirittura come il packaging sia più importante del prodotto stesso. Senza arrivare agli estremi, il contenitore è altrettanto importante del contenuto e questo vale per un’azienda a qualunque livello. Ecco le 3 cose sul packaging che ancora non sai e che dopo ti spingeranno di più a curare questo aspetto dei tuoi prodotti.

1) L’unboxing è una vera e propria attività

Una tendenza in aumento a livello mondiale è la condivisione sui social del momento dello spacchettamento (ad esempio di un regalo). In inglese il termine tecnico è “unboxing“. E’ una tendenza cavalcata prima di tutto dagli influencer che usano i social media a livello professionale, seguita a ruota dai semplici consumer. In questo contesto capirai presto che il packaging è uno strumento di marketing potentissimo. E’ come se tu avessi a disposizione, gratuitamente, uno spazio pubblicitario. Devi assolutamente sfruttarlo al meglio!

2) Con il packaging puoi cantare fuori dal coro

Crea un packaging originale. Anche se hai un’impresa piccola che opera solo a livello locale, questa mossa astuta per tenere a bada la tua concorrenza. Con una confezione accattivante puoi catturare l’attenzione dei consumatori e invogliarli (emotivamente) all’acquisto. Allo stesso tempo, se i tuoi competitor hanno scatolame ricco di colori, segni grafici e chi più ne ha più ne metta, non avere paura di usare box neutri e colori pacati. Metti solo in evidenza il tuo logo e le informazioni di prodotto. Gli utenti si accorgeranno della differenza e ti noteranno. Ricorda, in qualunque acquisto c’è anche una componente emotiva! Il packaging è uno dei modi che hai a disposizione per costruire e commercializzare il tuo marchio: non perdere questa opportunità. Inoltre, se ben studiato, può contribuire alla tua brand awaress. Progetta con il tuo grafico delle confezioni riutilizzabili: i clienti “porteranno a spasso” il tuo marchio ancora per un bel po’.

3) Hai il packaging vincente? Non darlo per scontato

Anche se alla fine, dopo prove e tentativi, hai lanciato il tuo packaging sul mercato, non sederti a riposare! Usa i primi lanci (o il repackaging) per acqusire informazioni preziose dai tuoi consumatori. Ti aiuteranno a migliorare ancora e ad avere sempre più armi per sbaragliare la concorrenza. Come puoi fare? Semplice. Insieme al prodotto, inserisci nella scatola anche un breve sondaggio. Puoi chiedere ai consumatori, ad esempio:

  • Se il package ha retto bene il trasporto
  • Se ha raggiunto (o superato) le loro aspettative
  • Se le informazioni stampate erano complete
  • Se hanno altri suggerimenti.

Stabilisci una piccola ricompensa (come un buono sconto) per far sì che riportino in negozio il sondaggio compilato, oppure studia un’altra opzione per fare tutto in modo virtuale. Raccogli suggerimenti e idee e aggiusta il tiro. Ne varrà sicuramente la pena!

Ti potrebbe interessare anche…

Postare su Facebook &Co: 3 dritte e gli orari migliori

Postare su Facebook &Co: 3 dritte e gli orari migliori

Devi postare su Facebook e sugli altri social aziendali? Ecco qualcosa che potrebbe interessarti: qualche dritta e l'orario migliore per farlo, ottenendo il massimo beneficio di ritorno. Sia in termini di engagement che di traffico organico diretto verso il tuo sito...

Inbound marketing cos’è e come puoi servirtene

Inbound marketing cos’è e come puoi servirtene

Non sai l'inbound marketing cos'è? Se ti appresti a sfruttare questa strategia per la tua attività professionale, ecco in sintesi cosa sarai chiamato a fare insieme al tuo esperto di fiducia: aiutare potenziali clienti a trovare la tua azienda (prodotti/servizi)...

Dalla grafica al fotorealismo: ray tracing e futuro dei videogiochi

Dalla grafica al fotorealismo: ray tracing e futuro dei videogiochi

Il video design ha fatto passi da gigante ma tu ti senti indietro anni-Luce. Scopri subito il passaggio dalla grafica al fotorealismo! Il ray tracing e il futuro dei videogiochi, tra tecnologie avanzate e costi. Ray tracing, 3 cose importanti che devi sapere...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This