Come fa un Avvocato a trovare Nuovi Clienti?

Come fa un avvocato a trovare nuovi clienti?

Certo sono passati ormai molti anni da quando è stato abrogato per le libere professioni il “divieto, anche parziale, di svolgere pubblicità informativa”. E certamente se sei un avvocato lo sai benissimo.

Quello che ancora manca, perché tutti questi anni non sono stati sufficienti, è la capacità degli avvocati di promuovere la propria attività con incisività, se pur nel rispetto delle regole.

Le opportunità non mancano, ma gran parte degli avvocati, specie ad inizio carriera, fanno difficoltà ad affiancare, all’attività forense, l’attività promozionale.

Ecco dunque alcune tecniche e consigli particolarmente efficaci per conquistare nuovi clienti. (altro…)

Regime dei Minimi e Fatturato Limite

regime minimi unione europeaLo Stato italiano ha introdotto nel 2008 una struttura fiscale agevolata per chi libero professionista è agli inizi della sua carriera e per chi ha un giro d’affari contenuto. Come abbiamo già illustrato nel nostro articolo “Lavorare senza partita iva?” i benefici sono sensibili e lasciano respirare una categoria che soffre per la burocrazia e le continue pressioni. Tali agevolazioni devono essere approvate dall’Unione Europea. State forse pensando che Bruxelles stia facendo ostruzionismo all’Italia? Siete sulla cattiva strada!

Da gennaio la UE (Gazzetta Europea il 27 novembre) ha approvato l’innalzamento del massimo fatturato annuo per beneficiare del regime a 65.000€ dai 30.000€. Rappresenta questa un’opportunità da prendere al volo! (altro…)

POS e Pagamenti per i Freelance

POS e freelance

Dal 30 giugno entra in vigore le riforma dei pagamenti dei clienti verso i professionisti: cosa cambia?

Se vent’anni fa l’unico modo di pagare un professionista era il contante o un assegno ora la tecnologia sta rivoluzionando il modo come le transazioni possono essere effettuate. I pagamenti elettronici si stanno imponendo anche in Italia. I pregi sono evidenti come la semplicità e la velocità di effettuare acquisti anche online e la comodità di non portarsi dietro monete, monetine e banconote. Pensiamo anche al problema del resto o al non avere a disposizione subito tutto il contante necessario. Un’ulteriore aspetto del pagamento elettronico è la tracciabilità dei flussi. Su questo punto lo Stato italiano e in generale tutta l’Unione Europea si stanno muovendo per contrastare il riciclaggio di denaro sporco e la lotta all’evasione: meno contante circola e maggiore è il controllo sull’illegalità. (altro…)