Regime dei Minimi: il Sospirato Contrordine è Arrivato

p.ivaFinalmente le voci di corridoio si sono concretizzate nella marcia indietro del governo sul regime dei minimi: PER TUTTO IL 2015 LE NUOVE POSIZIONI APERTE AVRANNO LA POSSIBILITA’ DI ACCEDERE AL REGIME 2014.

Come è noto da gennaio il governo aveva inaugurato, nella legge di stabilità, condizioni molto più penalizzanti per chi avesse deciso di aprire una partita IVA, tanto che a fine 2014 si era verificato un vero e proprio boom di nuove partite IVA.
Nella seconda metà di febbraio il Consiglio dei ministri ha rimediato a quello che Matteo Renzi ha definito il “più clamoroso autogol” del Governo, ovvero una vera e propria stangata contributiva ai danni delle partite IVA che anno i requisiti per operare nel regime dei contribuenti minimi.
Il parametri fondamentali per questo tipo di regime semplificato sono il fatturato massimo annuale e la tassazione % applicata sul tale fatturato. Il tetto di fatturato viene calcolato settore per settore mediante coefficienti di redditività ovvero varia da categoria a categoria. (altro…)