DATI RICAVATI DA MIGLIAIA DI PREVENTIVI

Costo Architetto
420- 600

Trova ora il professionista che ti serve.
GRATIS. Senza impegno.

costo di un lavoro di un architetto- tabella dello studio sulle offerte di architetti su AddLance

PARCELLA ARCHITETTO: QUANTO COSTA UN ARCHITETTO? 

NB: il grafico qui sopra riportato si basa su uno studio di AddLance, realizzato elaborando i dati di migliaia di offerte effettuate dai suoi iscritti. Le fasce di prezzo sono indicative e rispecchiano una variabilità che dipende da molti fattori, che ci apprestiamo a spiegarti.

Stai per trasformare o costruire un immobile o uno spazio e cerchi notizie su quanto costa un architetto?

Trovi qui di seguito tutte le informazioni per capire l'onorario degli architetti. Informazioni utili soprattutto perché in giro se ne trovano di davvero confuse, purtroppo: il DL n.223 del 2006 ha infatti abolito le tariffe di pagamento obbligatorie, aumentando notevolmente la complessità in questo frangente.

In Italia un architetto può calcolare il suo compenso in base a quattro metodi di tariffazione diversi, ma i fattori da tenere in considerazione sono diversi: continua a leggere per toglierti ogni dubbio e chiarirti le idee una volta per tutte sulle tariffe degli architetti.

Prima di tutto scopri di quali competenze hai bisogno

Cominciamo col dire che l'architetto italiano può avere un titolo di Laurea magistrale (corso di studi pari a 5 anni) o triennale. Nel primo caso può svolgere la libera professione di tecnico progettista, nel secondo no.

Ma attenzione: anche se in possesso della Laurea magistrale, per essere abilitato a firmare e timbrare un progetto di qualsiasi tipo, deve essere iscritto all'Albo dell'Ordine degli Architetti di una Provincia italiana.

Verificare è facile, perché gli Ordini stessi forniscono questa informazione.

Classificazione

Nel mondo del lavoro esistono quattro categorie di architetti:

IL PROGETTISTA ABILITATO
Progetta e realizza immobili, spazi e strade, curando tutti gli aspetti. Indispensabile se occorre richiedere dei permessi o delle licenze per fare i lavori.

IL PROGETTISTA NON ABILITATO 
In genere lavora fianco a fianco al progettista abilitato. Può lavorare autonomamente quando la Legge non prevede permessi o licenze per i lavori.

L'INTERIOR DESIGNER
Si occupa esclusivamente di ambienti interni agli edifici, progettando le finiture, l'illuminazione, l'arredamento, percorsi e collegamenti. Non è obbligato dalla Legge a chiedere permessi. Il suo progetto prevede anche ricerca di materiali e colori, assistenza con i fornitori e i negozi.

IL DESIGNER INDUSTRIALE
Per gli ambienti progetta esclusivamente oggetti d'autore di complemento. Adatto per aggiungere un valore in più al tuo immobile.

Come avrai intuito, la prima tipologia è la più completa, perché in grado di fornirti i seguenti servizi:

  • Progettazione di edifici e spazi attrezzati
  • Richiesta dei permessi, licenze, autorizzazioni presso gli Enti pubblici-direzione dei lavori di costruzione
  • Collaudo del fabbricato
  • Progettazione di arredi interni ed esterni e illuminazione interna ed esterna
  • Progetto di giardini
  • Schema degli impianti idraulici
  • Assistenza con i fornitori e i negozi-ristrutturazioni complete di immobili esistenti
  • Ristrutturazione e restauro completi, anche di edifici di pregio o antichi

Se hai già deciso che lavori effettuare e qual è il tipo di architetto che ti occorre, continua a leggere per scoprire quanto costa ingaggiarlo.

Guida in 4 punti per stabilire la tariffa di un Architetto

1) Scegli il metodo per stabilire il compenso di un architetto

Per sapere quanto costa un architetto in Italia oggi, devi conoscere i quattro metodi di pagamento in uso:

    A PERCENTUALE

La percentuale è in genera fra il 2% e l'8% sull'importo totale dei lavori edili da eseguire. Ma come fare per ottenerla?

La fornisce l'architetto stesso. Sarà necessario chiedergli un preventivo dei costi del progetto, comprensivo delle seguenti voci:

  • Disegni di massima: piante e schizzi con le misure
  • Eventuali documenti per i permessi o la licenza da chiedere al Comune
  • Eventuale direzione dei lavori edili
  • Collaudo della struttura per ottenere il certificato di abitabilità

    A VACAZIONE

Significa "a tempo", cioè calcolando la cifra del pagamento a ore di lavoro impiegate per portare a termine il progetto richiesto. In generale la tariffa oraria si applica solo per lavori di:

  • Rilievo metrico, cioè la fase in cui si prendono le misure e si scattano le foto di un immobile o di uno spazio, per poter poi ideare e impostare i disegni di progetto
  • Disegno tecnico digitalizzato del progetto, che serve a ottenere gli schemi grafici (piante, prospetti, sezioni), da usare per realizzare i lavori edili. Possono richiedere ore e ore di lavoro, soprattutto se più volte modificati. Questo quindi può dipendere molto anche dal cliente, da quanto è esigente e da quanto è bravo a farsi capire dal progettista.

    A DISCREZIONE

Come dice la parola, in questo caso l'architetto chiede un pagamento calcolato in base a criteri concorrenziali, decisi da lui: per esempio il suo prestigio o le spese sostenute, o il livello di esperienza. Insomma, con questo metodo si rischia di pagare molto o molto poco; si tratta del metodo più usato attualmente dagli architetti in Italia, un po' per tutte le categorie di progetti. La cosa più utile da fare in questo caso è richiedere dei preventivi a più professionisti e confrontarli tra loro.

    A CORPO

Considerando i servizi eseguiti in unico blocco. In altre parole, l'architetto decide di non distinguere tra loro il disegno del progetto, la sorveglianza dei lavori edili e la produzione dei documenti. Ti chiede semplicemente un pagamento forfettario per l'intero servizio, nel suo complesso. È un metodo accattivante ma che nasconde delle insidie per il cliente: una delle parti può risultare meno curata di altre. Anche in questo caso meglio confrontare dei preventivi di massima: se ti accorgi di compensi a corpo molto diversi tra loro, chiedi spiegazioni dettagliate.

2) Stabilisci la grandezza del progetto

La seconda cosa da fare è stabilire la grandezza del tuo progetto: ecco un esempio di grandezze, divise per fasce di superficie, di progetti su cui l'architetto interviene più spesso:

  • Appartamento o Loft: piccolo (0-100mq), medio (100-200), grande (201-400), XL (+400mq)

  • Villa: piccola (0-150mq), media (151-300mq), grande (301-500mq), XL (+500mq)

  • Stanza singola: piccola (0-30mq), media (31-60mq), grande (61-120mq), XL (+120mq)

  • Divisione Area giorno/notte: piccola (0-50mq), media (51-100mq), grande (101-200mq), XL (+200mq)

  • Garage e altro: piccolo (0-500mq), medio (501-1000mq), grande (1001-2000mq), XL (+2000mq)

3) Decidi il livello di disegno progettuale

Ora che hai stabilito a quale fascia di grandezza appartiene il tuo progetto, decidi il livello di disegno che ti serve. I livelli sono tre, consecutivi tra loro, e cioè:

   Livello I
Ideazione, o "progetto di massima" comprensivo di: rilievo dell'immobile (cioè le misure), fotografie, schizzi e schemi delle piante dell'immobile, con le dimensioni del progetto e un preventivo di massima. Insomma la soluzione che l'architetto ti propone e i costi molto approssimativi.

   Livello II (necessita il Livello I)
Progetto definitivo, che approfondisce l'idea iniziale. In questa fase serve il tuo ok incaricando ufficialmente l'architetto con una lettera o un contratto. I disegni di progetto in questa fase sono dettagliati e cioè possono comprendere:

  • Pianta degli scavi, delle demolizioni e costruzioni dei muri e delle parti del progetto
  • Disegni delle facciate esterne sui 4 lati con misure
  • Sezioni o Assonometria sezionata con misure
  • Pianta degli impianti elettrico, di illuminazione e idrico-sanitario
  • Pianta dell'Impianto di condizionamento
  • Pianta delle controsoffittature
  • Rendering per valutare l'effetto estetico del tutto

Attenzione: al livello II il progetto non è ancora completo per essere messo in pratica. L'architetto però può già fornirti un preventivo preciso dei lavori; il cliente è libero di fermarsi a questo livello oppure di richiedere il successivo.

    Livello III (necessita il Livello II e I)
Progetto esecutivo, cioè pronto per andare in cantiere. Si aggiungono ai disegni precedenti ulteriori disegni, molto dettagliati, i cosiddetti "particolari costruttivi", che saranno utilizzati dall'Impresa edile:

  • Abaco delle finiture (intonaco, decorazioni speciali)
  • Abaco dei pavimenti e rivestimenti
  • Abaco degli arredi, infissi, maniglie e dei sanitari
  • Abaco delle essenze arboree (per spazi di verde) e schema di irrigazione
  • Abaco dell'illuminazione e degli apparecchi illuminanti

Il livello III può essere eseguito anche da un Architetto Interior Designer non iscritto all'Albo dell'Ordine.

4) Stime delle tariffe per Ingaggiare l'Architetto

Prima del Decreto del 2006, le tariffe orarie minime di un architetto per la progettazione di una casa erano le seguenti:

  • Costo dell'Architetto abilitato e iscritto all'Albo dell'Ordine degli Architetti: € 56,81/h
  • Costo di un Architetto abilitato ma non iscritto all'Albo dell'Ordine degli Architetti: € 37,96/h
  • Costo di un Architetto non abilitato (con Laurea triennale, Interior designer): € 28,41/h

Se utilizzassimo ancor queste cifre, considerando gli elementi minimi:

  • Un monolocale da ristrutturare con modifiche a opere murarie (30mq)
  • 1h di lavoro per metro quadro
  • 1 disegno progettuale di livello I (di massima)

Facendo la media fra ciascuna tipologia di architetto, il costo minimo di un architetto, in base alle vecchie tariffe orarie obbligatorie, sarebbe di 1231,80 Euro.

Grazie alle statistiche di AddLance possiamo integrare questa informazione con il costo de vari servizi:

Criterio di tariffa

Fascia di prezzo 

A percentuale per progetto livello III

2%-3% sul costo totale

A percentuale per progetto con direzione lavori

4%-8% sul costo totale

A vacazione (a tempo in base alle vecchie tariffe)

 28€/h - 57€/h

Attività

Fascia di prezzo

Progetto completo di ristrutturazione di appartamento di 100mq

 1000€ - 3500€

Design di Interni: appartamento da 100mq

 500€ - 1500€

Rendering immobile

 300€ - 700€

Rendering locale 30mq

 200€ - 400€

I 3 VANTAGGI NELL'INGAGGIARE UN ARCHITETTO

Per darti un quadro più completo, ecco tre buoni motivi per ingaggiare un architetto per il tuo progetto, lasciando quindi da parte il "fai da te":

  1. La competenza: l'architetto è in grado di capire se una struttura può essere realizzata o meno, e di intervenire per andare incontro ai tuoi desideri, rispettando comunque le regole costruttive.
    Pensa che ogni progetto è un investimento: per questo va affidato ad un esperto.
  2. La disponibilità: molti clienti raggiungono un rapporto di fiducia totale con l'architetto, perché sta dalla sua parte ed è bravo a risolvere mille piccoli problemi tecnici e burocratici, anche con i fornitori, facendoti risparmiare tempo e fatica.
  3. La varietà: con i criteri di pagamento a discrezione e a corpo, senza tariffe obbligatorie, le offerte degli architetti sono varie e sicuramente puoi trovare il modo di collaborare che più si adatta alle tue esigenze. Approfitta per chiedere subito qualche preventivo ad esperti freelance e... buon lavoro!

 

Quanto costa? Altre Categorie di Servizi Freelance: