Come fare una Caricatura, i Trucchi per realizzare un Gadget divertente

come fare una caricatura
Una caricatura di Jans

Artista o grafico, hai mai pensato di sperimentare la caricatura? Potrebbe essere interessante per arricchire il tuo book lavorativo. La caricatura oggi non riguarda più solo i personaggi famosi ma è molto richiesta dai “comuni mortali” come gadget: riprodotta su T-shirt, piccoli oggetti, inviti, poster, contribuisce a personalizzare in maniera spiritosa una festa, un evento o un semplice regalo. Senso dell’umorismo e abilità tecnica nel disegno sono alla base della caricatura, ma è bene conoscere i trucchi per essere un professionista del campo. Scopri come fare una caricatura di successo apprendendo qualche trucco.

(altro…)

Brand Awareness, Esponi il tuo Brand nel Pavimento dell’Azienda

brand awareness
Il Carlton Palace Hotel di Dubai e il suo brand

L’ultima frontiera della Brand Awareness è il logo aziendale inserito nel pavimento. Ideato dai  progettisti di Dubai e applicato soprattutto nei locali pubblici, il brand riprodotto a terra, magari in una hall o nell’ufficio, è oggi  usato anche da noi, ma richiede un buon grafico oltre a un bravo pavimentista. Segui i consigli giusti per produrre ed esporre in modo originale un logo, aumentando la visibilità del tuo brand.

(altro…)

Design Interni: le migliori App per Progettare (anche Fai da Te)

design interniIl mondo delle App, da portare ed usare su dispositivi mobili, presta molta attenzione alle esigenze professionali: un esempio sono le App di Design interni (o Interior Design), che forniscono in qualsiasi luogo supporto ai progettisti ma anche a chi è a digiuno della materia.

Scopri fino a che punto una applicazione di Interior Design può aiutarti ad arredare una casa, valutando tra le migliori App disponibili on line.

 

App Interior Design: perché sceglierle

Diversamente da quanto possa sembrare, le App di progettazione d’interni non sono utili soltanto agli esperti del settore, ma si pongono come aiuto per una progettazione di massima anche ai meno esperti. Attenzione: non a caso abbiamo detto “progettazione di massima” perché la App su dispositivo mobile non può sostituire un progetto di Interior Design vero e proprio, fatto anche di misure precise, scelte estetiche personalizzate, valutazione economica del budget. Esistono delle App di Interior Design che introducono l’utente in una vera e propria community, altre più tecniche che ti permettono di disegnare, altre ancora che forniscono spunti estetici a mezzo di immagini già selezionate per te. Prima di scegliere la tua, ti proponiamo di fare la conoscenza con le principali App di Interior Design presenti nel web, in modo da individuare quella più utile, evitando di ingombrare la memoria del tuo dispositivo mobile con strumenti che non userai mai.

Leggi anche Ecco come arredare casa sfruttando il Lighting Design

Le App più ricercate sul web si chiamano Home Design 3D, Homestyler, Planner 5D, Houzz, ma ne esistono anche altre meno note.

Cosa fa di una App uno strumento di successo?

Senz’altro la frequenza del download, che è quasi sempre parzialmente gratuito. Ma nelle App è considerata anche molto importante la presenza di connessioni a social come Pinterest, Twitter, Facebook e Instagram, che permettono di inserire l’attività di Interior Designer in un network, oltre a reperire consigli, immagini e informazioni utili alla progettazione veloce.

 

App Interior Design: quali sono le migliori per progettare gli interni

Cominciamo da Home Design 3D, una App compatibile con iPad e iPhone, che non richiede il collegamento a internet e mette a disposizione tutorial illustrati per imparare l’uso delle funzioni. Le fasi progettuali sono ovviamente molto schematiche:

  • si parte dal disegno della pianta dell’ambiente
  • si inseriscono le pareti e si aggiungono gli infissi, passando velocemente dal 2D al 3D
  • si conclude con le decorazioni.

Costruita virtualmente la casa, la parte più divertente sta, infatti, nelle decorazioni, sia interne che esterne, pescando da una libreria gli elementi giusti per il tuo progetto, con la possibilità di adattarli e personalizzarli in base al tuo stile preferito. Le funzioni necessarie per fare tutto questo sono quelle classiche di Photoshop: copia/incolla, contagocce per colorare, texture nei punti desiderati. Al termine, un rendering in 3D molto realistico ti permette di entrare nelle stanze progettate e verificarne l’effetto estetico. Col comando bussola verificherai persino l’illuminazione diurna e notturna degli ambienti. A questo punto interviene l’effetto-network: puoi condividere i tuoi progetti via email, Dropbox, OneDrive e con molti altri servizi di file hosting e pubblicare le tue migliori creazioni con la community di Home Design 3D sul sito ufficiale.

 

Un’occhiata alle 3 App di Interior Design più scaricate dal Web

Passiamo ad altre App di Interior Design, scelte tra quelle che hanno maggiore successo sul web:

homestyler app design interni

1. Homestyler

Homestyler ad esempio, non richiede esperienza da disegnatore tecnico ma ti dà comunque modo di generare planimetrie complesse, vivere un tour virtuale del tuo progetto personale e, cosa importantissima, include un’interfaccia di caricamento DWG piuttosto evoluta, con una dimensione massima di 11 Megabyte per il file di progettazione, in modo da non bloccare la memoria del dispositivo. Purtroppo, per il momento, inglese, cinese e francese sono le uniche lingue supportate nell’applicazione, che risulta molto meno dettagliata nelle opzioni progettuali rispetto alle altre.

 

design interni app 5D2. Planner 5D

Non si differenzia di molto Planner 5D: con oltre 3 milioni e mezzo di utenti registrati e 4,6 milioni di idee di Interior Design in condivisione, di cui 190.000 contrassegnate come “preferite”, si attesta come App di Interior Design popolare, ma limitata al mondo degli appassionati. Planner 5D infatti, si presenta soprattutto come software online gratuito per dispositivi mobili, consentendo un numero contenuto di operazioni progettuali, adatte a chi si approccia per la prima volta alla materia. Ideale per “farsi le ossa” in vista di un vero e proprio progetto professionale, diventa una vera e propria App solo nella versione Premium a pagamento, senza raggiungere comunque gli standard delle altre.

 

houzz app design interni

3. Houzz

Non così Houzz, fondata a Palo Alto, utilizzata da oltre 40 milioni di utenti globali, in maggioranza architetti e Interior Designer, che vi trovano 16 milioni di foto ad alta risoluzione, reperibili attraverso filtri di stile, funzione e località. L’idea vincente di questa App è la possibilità di salvare le immagini dei progetti e condividerle grazie agli Ideabook, album personali degli utenti, da inviare ai clienti e ai colleghi di lavoro. Houzz mette in connessione circa due milioni di professionisti del settore che possono occuparsi in team della casa da costruire e arredare. Attraverso la funzione Sketch si progettano gli ambienti annotando, disegnando e aggiungendo i prodotti pubblicizzati sul website. La App offre anche l’opportunità di mettere in luce i profili professionali degli Interior Designer e ricevere le recensioni dei clienti reali.

 

Decidi di progettare con una App, ma punta alla personalizzazione

app design interni

 

Conclusioni

Riassumendo: le App di Interior Design disponibili sul web son utilissime per gestire in team il progetto architettonico di ambienti interni ed esterni, qualsiasi funzione abbiano e dovunque si trovino. La possibilità di verificare il risultato, attraverso un rendering animato in condivisione con il cliente o con il collega di lavoro insieme all’opportunità di diffondere all’interno di una community le tue scelte, ti avvantaggiano molto nella tua attività, se sei un Designer d’Interni.

Ma attenzione: se sei un professionista, saprai gestire bene le migliaia di proposte standardizzate presenti nella App, tirando fuori il risultato personale a cui miri. Se invece sei a digiuno di progettazione, ti consiglio di farti aiutare da un Interior Design freelance, che ti difenda da soluzioni troppo commerciali proposte nel pacchetto.

Torino Graphic Days 2018 e Design of the City, un Autunno imperdibile in Città

torino graphic days 2018Nell’autunno 2018 Torino sarà un crogiuolo di appuntamenti, tutti orbitanti attorno al mondo del Design e della comunicazione visiva. Il Festival Torino Graphic Days sarà in programma dal 11 al 16 ottobre 2018, con questo calendario, ma sarà tangente ad altre due iniziative altrettanto importanti e a tema. Si tratta del programma In The City (11 settembre – 9 ottobre, 2018) e del Torino Design of The City (12 – 21 ottobre 2018), che avrà luogo in modo diffuso in città, con il seguente calendario.

(altro…)

Grafica e Design: il Perché del Successo dello Streamline di Loewy

grafica designNegli anni Cinquanta un Designer raggiunse l’immortalità mettendo “a dieta” le forme degli oggetti e dei loghi che inventava: streamline, questo il nome della sua tecnica, significa “snellire” e consiste nell’allungare,  inarcandole orizzontalmente, le linee di costruzione per renderle più dinamiche. Leggerezza, fluidità, velocità fisica e mentale, sono stati e sono i concetti base del design ideato da Raymond Loewy: suoi sono i marchi di Exxon e Shell, suoi i design di camion, frigoriferi e il restyle della bottiglia con logo bianco della Coca Cola. Suoi anche la Lancia Flaminia e il mitico autobus Greyhound. Lo streamline di Loewy influenza il design e la grafica di tutto il mondo e i suoi prototipi oggi valgono milioni. Ma andiamo per ordine: se ti interessa conoscere il segreto dello streamline dobbiamo cominciare dal principio. (altro…)

Significato di Brand e Opportunità di una Strategia di Branding

cosa significa brand Cosa significa brand nella sua traduzione letterale è presto detto. Brand significa marchio e deriva dal termine nordico brandr ovvero marchiare a fuoco. Pratica intesa nell’allevamento per riconoscere la proprietà degli animali. Oggi, ovviamente, il significato di brand non ha a che fare più solo con il “marchio di fabbrica”. Non è solo un nome, non è solo una grafica ma è un’espressione che riflette la visione strategica dell’attività che lo porta, qualunque essa sia. Un brand, infatti, può riguardare aziende, no profit, professionisti e anche (ovviamente) attività di business, ovvero commerciali.

(altro…)

Concorsi di Design, perché è importante Partecipare e la XXV Edizione del Premio Compasso d’Oro

concorsi di design ADII Designer di tutto il mondo che partecipano a concorsi di design, sognano di vincere almeno una volta nella vita un premio prestigioso, magari legato al Made in Italy, forza trainante dell’economia italiana e garanzia di sicuro successo. Se sei un aspirante Designer o ti sei incamminato da poco su questa splendida strada, le opportunità del Premio Compasso d’Oro ti interesseranno sicuramente! Si è conclusa nel mesi di giugno 2018, infatti, la XXV edizione del Premio. Nato da un’idea dell’architetto Gio Ponti durante il periodo super creativo della ricostruzione nel Dopoguerra, il Premio è considerato oggi il più autorevole nel mondo ed è gestito dalla Fondazione ADI, Associazione per il Design Industriale, con lo scopo di promuovere la ricerca e l’applicazione dei sistemi industriali e tecnologici di produzione evoluta. L’ADI ha strutturato il premio Compasso d’Oro in maniera complessa, offrendo varie opportunità di lancio ai  giovani Designer italiani e stranieri, tutte molto interessanti. Vediamo quali sono:

(altro…)

Caricature Online Gratis e Personalizzate: 4 Siti (e qualche Consiglio) Utili alla tua Creatività

caricature onlineSai già che è possibile fare caricature online a partire dalle tue foto usando siti e software disponibili in rete? Se non lo sapevi o avevi in mente di fare un ritratto umoristico ma non avevi idea di dove incominciare, leggi questo post. Le caricature create a partire da foto, oltre ad essere unidea regalo molto carina per qualunque ricorrenza (nascita, laurea, matrimonio), possono rivelarsi un ottimo strumento di marketing per la tua attività.

(altro…)

Visual Marketing, Creare Gadget personalizzati con Eshirt, Programma per T-shirt Online

visual marketing Gadget, messaggio, capo d’abbigliamento: sono queste le funzioni della T-shirt, usata per la prima volta negli anni Cinquanta dai teddy boys inglesi, che indossavano la classica “maglia della salute” in cotone a girocollo e maniche corte, sfacciatamente a vista sotto il giubbotto di pelle o di jeans. Dalla maglietta di Marlon Brando nel film “Il selvaggio”, a quella degli ecologisti americani degli anni Settanta, con il celebre sole che ride sul petto, alla più famose pop-shirt di Fruit of the Loom e Fiorucci, fino alle magliette hand- made di oggi, con frasi popolari o addirittura modi di dire personali stampati davanti e dietro, che fanno tendenza. Un perfetto esempio, insomma, di visual marketing.

(altro…)

Design Week, 5 Consigli per Conquistare il Mercato Estero

design installazione bulgari
L’esordio di Bulgari al Milano Designer Week 2018

La favola del Design internazionale trova il suo scenario a Milano, dove anche quest’anno, dal 17 al 22 aprile, la Design Week ha confermato lo straordinario interesse che gode questo settore.

300.000 visitatori da 165 Paesi del Mondo hanno percorso in lungo e in largo il Salone del Mobile, ma soprattutto le strade della città, il cosiddetto Fuori Salone, alla ricerca delle spettacolari installazioni ideate dai designer contemporanei. Come impostare la compravendita del design oggi? Ecco alcuni consigli per scegliere la tendenza più forte del momento.

 

#1 Metti a fuoco la tendenza giusta per il mercato estero

Con una percentuale di export pari al 75% di un fatturato ammontante a 63 miliardi di Euro, il design prodotto in Italia si conferma un punto di forza per il Paese, tanto da meritare l’attenzione dell’Osservatorio di Banca IFIS Impresa Market Watch PMI, che si è presa il disturbo di elaborare per la prima volta un’analisi della filiera. Lo studio ha individuato 21.000 imprese del settore, con ben 218.000 dipendenti: un dato che incoraggia senz’altro ad entrare nel mondo fantastico della creatività applicata all’utilità, quale è il design di arredo. La Milano Design Week  si conferma così, per chi parte adesso, location fondamentale per carpire le novità negli stili di vita, nella percezione artistica negli oggetti quotidiani, nell’evoluzione del gusto moderno. Una panoramica su progetti e installazioni presentati dentro e fuori il Salone fa emergere la tendenza prevalente in questo momento storico, nell’arredamento e design, abbracciando anche architettura, scultura, illuminazione, informatica, natura e benessere. Quest’anno è sembrato che ci fosse una parola d’ordine rispettata da quasi tutti gli espositori, accolta sia dai designer, ingaggiati per ideare le nuove collezioni dei brand più famosi, sia dai curatori delle installazioni, contaminate da criteri legati all’arte contemporanea nella maggioranza dei casi. Qual è stata la parola d’ordine della Milano Design Week 2018? Scopriamola subito.

(altro…)