E-commerce e la Gestione dell’IVA nella Fiscalità Internazionale

regole iva ecommerceL’espansione del proprio business fuori dal territorio nazionale è uno degli obiettivi più stimolanti e principali per molti e-commerce.

È emerso però che il 59% delle aziende intervistate per l’ E-commerce Barometer 2016 trovano difficile vendere online all’estero: uno dei motivi principali sono gli aspetti fiscali che la connaturano.

Il risultato è che in ogni Paese Europeo la media nazionale di acquisti online oltre confine si assesta a solo il 12% ed è evidente che questo limite comporta la perdita per il commercio elettronico di una grande opportunità che può essere colta tanto da parte dei consumatori che dalle aziende.

Come può allora un e-commerce affrontare queste difficoltà?

La prima questione che deve porsi chi vuole espandere ai mercati internazionali il proprio E-commerce è capire e studiare le discipline fiscali che regolamentano gli scambi fuori dal territorio nazionale. (altro…)

Regime dei Minimi: il Sospirato Contrordine è Arrivato

p.ivaFinalmente le voci di corridoio si sono concretizzate nella marcia indietro del governo sul regime dei minimi: PER TUTTO IL 2015 LE NUOVE POSIZIONI APERTE AVRANNO LA POSSIBILITA’ DI ACCEDERE AL REGIME 2014.

Come è noto da gennaio il governo aveva inaugurato, nella legge di stabilità, condizioni molto più penalizzanti per chi avesse deciso di aprire una partita IVA, tanto che a fine 2014 si era verificato un vero e proprio boom di nuove partite IVA.
Nella seconda metà di febbraio il Consiglio dei ministri ha rimediato a quello che Matteo Renzi ha definito il “più clamoroso autogol” del Governo, ovvero una vera e propria stangata contributiva ai danni delle partite IVA che anno i requisiti per operare nel regime dei contribuenti minimi.
Il parametri fondamentali per questo tipo di regime semplificato sono il fatturato massimo annuale e la tassazione % applicata sul tale fatturato. Il tetto di fatturato viene calcolato settore per settore mediante coefficienti di redditività ovvero varia da categoria a categoria. (altro…)

Regime dei Minimi e Fatturato Limite

regime minimi unione europeaLo Stato italiano ha introdotto nel 2008 una struttura fiscale agevolata per chi libero professionista è agli inizi della sua carriera e per chi ha un giro d’affari contenuto. Come abbiamo già illustrato nel nostro articolo “Lavorare senza partita iva?” i benefici sono sensibili e lasciano respirare una categoria che soffre per la burocrazia e le continue pressioni. Tali agevolazioni devono essere approvate dall’Unione Europea. State forse pensando che Bruxelles stia facendo ostruzionismo all’Italia? Siete sulla cattiva strada!

Da gennaio la UE (Gazzetta Europea il 27 novembre) ha approvato l’innalzamento del massimo fatturato annuo per beneficiare del regime a 65.000€ dai 30.000€. Rappresenta questa un’opportunità da prendere al volo! (altro…)