Dell’importanza del Logo per la tua Brand Identity

come fare un logo personalizzatoUn’attività che si rispetti, qualunque essa sia, per funzionare bene ha bisogno di costruire una brand identity. Scopri qui come fare un logo personalizzato!

 

 

Brand identity significa… esserci e pronti per essere scelti

Brand identity significa l’insieme degli elementi che contraddistinguono una marca (o una azienda, grande o piccola) e permettono al consumatore di riconoscerla.

E riconoscerla significa distinguerla dai concorrenti e quindi sceglierla.

Se vuoi essere scelto, non devi restare senza identità.

Slogan, jingle, nome e logo sono elementi che concorrono alla creazione di una forte brand identity, se  correttamente studiati e combinati tra loro.

Questa combinazione di elementi deve essere il più possibile unica e deve essere mantenuta e consolidata nel tempo.

Pensa a marchi famosi e scelti tutti i giorni da milioni di consumatori… non è merito solo della qualità (fa molto, ma non è tutto!).

È merito anche e soprattutto della loro forte identità.

Soprattutto di quella percepita che prende il nome di brand image.

Coca-Cola, Barilla, Ray-Ban, Apple… solo per citarne alcune.

È importante costruire una brand identity chiara e coerente.

È importante anche veicolarla e diffonderla il più possibile, anche attraverso il social media management.

Ricordate che il brand, per essere conosciuto, va anche (e soprattutto) comunicato.

 

Quando è il logo a fare brand identity

Senza la pretesa di arrivare subito ad essere Apple (a proposito, se non la conosci, leggi qui la storia del logo Apple per trarre spunti interessanti!), tra gli elementi che compongono la brand identity, il logo riveste un ruolo fondamentale.

Oggi più che mai, dato che viviamo in una società “visiva”. Il logo diventa il simbolo da sfoggiare, la prima immagine che spesso affiora alla mente quando si nomina una marca. La quintessenza della marca (azienda) stessa.

Il logo è composto dal logotipo (la scritta) accompagnato spesso da un pittogramma (o simbolo grafico).

La brand identity è costruita alla perfezione quando una azienda è riconoscibile solo attraverso il simbolo grafico. Nike, Starbucks, ancora Apple… non serve scrivere chi è.

E per riconoscerla (e dunque sceglierla) è sufficiente in questo caso il suo pittogramma.

Certo il logo non è tutto, ma oggi – come dicevamo – è molta parte della brand identity e soprattutto della brand image.

 

Devo fare brand identity, chi mi aiuta?

Il grafico, vi aiuta. Per la parte del logo appoggiati senza indugio ad un graphic designer.

Però prima devi fornirgli almeno un’idea sommaria di brand identity e qui il lavoro devi farlo tu.

La brand identity, come avrai occasione di leggere più volte in questo articolo, è l’immagine che l’azienda
vuole dare di sé.

Le domande da porsi sono:

  • Cosa faccio? Quale o quali sono i vantaggi che offro solo io?
  • Come lo faccio? Quali valori distinguono me da tutti gli altri?
  • Quali emozioni voglio suscitare nel mio pubblico?

Gettare qualche base teorica sul concetto di brand identity è molto utile per scegliere al meglio il
professionista, molto spesso freelance, che si occuperà insieme a noi di costruirla.

Brand identity è diverso da brand image. Vediamo perché:

  • Brand identity: rappresenta il messaggio dal lato del mittente, ovvero l’immagine che
    l’azienda vuole dare di sé al proprio pubblico (stakeholders e clienti)
  • Brand image: è come l’azienda viene percepita dal proprio pubblico e rappresenta il
    messaggio aziendale “lato ricevente”.

Una volta che hai individuato quella che può essere l’identità aziendale (e non solo per piccole, medie e grandi imprese: anche un singolo professionista o freelance può avere la sua brand identity), seleziona un grafico che ti possa aiutare con il logo.

Forniscigli qualche suggerimento, spiegagli quello che vuoi.

Solo un logotipo, solo un pittogramma o entrambi.

Proponi il colore da usare (meglio sempre monocromatico, comunque meno di tre).

Ricorda che anche i colori suscitano emozioni:

  • Rosso = passione, eccitazione
  • Blu = calma, fiducia, lealtà
  • Verde = freschezza, natura, crescita
  • Nero = potere, classicità, raffinatezza
  • Viola= originalità, lusso, creatività
  • Giallo = positività, leggerezza, motivazione, calore

 

Come costruire il proprio logo, consigli utili per non sbagliare

Raccolte da te le informazioni necessarie, il graphic designer ti sottoporrà delle proposte.

Ecco ciò a cui dovrai prestare assolutamente attenzione:

  • Il font: evitare accuratamente font molto famosi o comunque riconducibili a marche famose.
    In altre parole, non scrivere con il font della Disney o della Coca-Cola.
  • Immagini iconiche: non scegliere immagini complesse, prediligere quelle iconiche ovvero simboli conformi all’immagine del simboleggiato (rif. Enciclopedia Treccani)
  • Riproducibilità: scegliere il logo che più facilmente si adatta a creare una immagine coordinata professionale. Biglietti da visita, carta intestata, buste o eventuali packaging devono riportare il vostro logo chiaramente. Scegliere la soluzione che può essere riprodotta anche su piccoli formati (come i biglietti da visita, appunto) senza subire grossi “danni”

Guardarsi in giro: in base agli elementi che ora conosci, valuta se un logo è ben fatto o meno.

Non hai tempo di passeggiare con il naso all’insù?

Affidati a Google. Digita loghi brutti e il motore di ricerca vi restituirà una serie di risultati ai quali il tuo logo non deve assolutamente somigliare. Come puoi vedere, sul logo design e sui prodotti correlati sono state stilate diverse classifiche.

Ti potrebbe interessare anche…

Peugeot nuovo logo: il restyle che vince

Peugeot nuovo logo: il restyle che vince

Stai pensando che il tuo logo non funziona? Ti presentiamo Peugeot nuovo logo: il restyle che vince perché rilancia alla grande una casa automobilistica datata. Leggi subito come è andata per il brand francese e come si è arrivati al logo Peugeot 2021. Peugeot,...

Logo Milano Cortina 2026, torna il grande sport

Logo Milano Cortina 2026, torna il grande sport

Con il Logo Milano Cortina 2026 torna il grande sport italiano nel mondo! La grafica è legata a una mission precisa, come ogni logo che si rispetti: scopri subito cosa c'è dietro il concept del marchio, le grafiche che hanno portato, un po' tra le polemiche, alla...

Logo Inter, la potenza (commerciale) dell’acronimo

Logo Inter, la potenza (commerciale) dell’acronimo

Ti chiedi quanto conti il logo per una squadra di calcio? Tanto, soprattutto se è una squadra vincente! Scopri tutto su un simbolo che spacca: il logo Inter. Un acronimo riuscitissimo dalle alte potenzialità commerciali e non. Logo Inter, come nasce l'acronimo più...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This