Tutelare il copyright e rintracciare immagini online

Questo post parla di scritto da il 09/12/2016 Nessun Commento
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

copyright

Se si lavora nel settore della grafica, si è fotografi professionisti oppure semplici appassionati, può essere utile essere in grado di reperire informazioni su una propria immagine appare su internet. Questo sia per un maggiore controllo sulla propria visibilità in rete che per poter tutelare i diritti di autore sull’immagine stessa. Il Copyright è lo strumento legale utilizzato per tutelare la proprietà intellettuale che non ricade sotto la categoria di invenzione (brevettabile) o marchio (tutelabile come “marchio registrato”). E’ stato regolato nei principi generali dalla convenzione di Berna, vale dai 50 ai 100 anni dopo la morte dell’autore. Questo diritto dipende dalla giurisdizione locale, e garantisce all’ideatore di un opera di creatività – immagini / film / libri / musica / software / quadri e disegni – l’esclusiva sull’utilizzo della sua opera. In pratica l’opera non può essere utilizzata pubblicamente da nessuno senza una licenza. Il diritto d’autore può essere assegnato anche al datore di lavoro che ha assunto l’autore.

Nel caso di immagini, il diritto d’autore è applicabile ad opere che abbiano un valore/originalità significativa. Esistono una serie di eccezioni all’applicazione del copyright, per avere una panoramica generale basti considerare cosa implica la pubblicazione di un’immagine su wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Image_use_policy

Monitorare un’immagine online non serve solo a creativi ma per esempio se si lavora nel marketing, è utile sapere quali siti utilizzano il proprio materiale e quindi chi è maggiormente interessato.

Si sta diffondendo anche un altro motivo che spinge a controllare che fine hanno fatto le proprie immagini: la violazione della privacy. Un qualunque privato che pubblica delle proprie foto su internet che sia un blog o Facebook rischia che questo materiale sia usato da altri e perdere così il controllo della propria privacy.

Come tutelarsi? Come informarsi? Internet ha creato il problema e internet fornisce anche la soluzione creando degli strumenti utilissimi!

Strumenti per risalire alla provenienza di un’immagine online

Come descritto in precedenza, si ha il diritto di tutelare i propri diritti su immagini create da noi stessi, ma allo stesso tempo è utile sapere chi pubblica una propria immagine anche senza un valore artistico e di originalità, e quindi che non sia “vendibile” in quanto per esempio posso chiedere di indicare la fonte, questo è particolarmente utile se si utilizza l’immagine per la propria attività di freelance oppure se l’immagine si riferisce ad un prodotto/servizio da noi proposto.

Tineye http://www.tineye.com/
È un motore di ricerca inverso, ovvero dato l’URL oppure il file dell’immagine, il programma ricerca su internet dove l’immagine compare, esattamente identica o in leggere varianti o diversa risoluzione (in modo che è possibile vedere se è stata ritoccata). Appare quindi la serie dei siti dove è stata caricata. Ciascuna immagine riporta formato e specifiche.

Alcuni altri siti gratuiti che funzionano in modo analogo:

Google Reverse Search https://ctrlq.org/google/images/

SmallSeoTools http://smallseotools.com/reverse-image-search/

Yandex https://yandex.com/images/

Revimg http://www.revimg.com/

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×