Fondi UE ai Freelance: è Legge

fondiL’Unione Europea raccoglie e distribuisce ingenti somme a sostegno dell’attività imprenditoriale a cui ci si può rivolgere. Per esempio il fondo -Horizon 2020- è aperto a tutti da imprese a ditte individuali europee. Esistono però alcuni fondi che pur essendo europei sono gestiti localmente. Il Fondo Sociale Europeo (FSE) e il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) sono fondi europei ma gestiti dalle regioni italiane.

Fin qua tutto bene. I problemi nascono nel definire i destinatari di questi fondi. Secondo la UE questi fondi sono destinati a qualsiasi tipologia di impresa. La commissione europea è chiara: “impresa qualsiasi entità, a prescindere dalla forma giuridica rivestita, che svolga un’attività economica, incluse in particolare le entità che svolgono un’attività artigianale o altre attività a titolo individuale o familiare, le società di persone o le associazioni che svolgono regolarmente un’attività economica.” (altro…)

Partite IVA: Regime Forfettario dal 2016

Partite IVA: regime forfettario dal 2016Cambiano le regole per chi lavora a partita IVA: dal primo gennaio 2016 va in pensione il regime dei minimi. Chi è già nel regime dei minimi potrà tenere questa agevolazione fino al 35° anno di età ma chi si accinge ora ad aprire la partita IVA si deve attenere alle nuove direttive presenti nella legge di stabilità 2016 approvata da poco. Elenchiamo qui tutte le novità.

Il regime dei minimi era stato pensato per agevolare l’imprenditorialità giovanile venendo incontro a chi si accinge a diventare un professionista autonomo là dove le difficoltà sono maggiori: all’inizio del percorso dove bisogna costruirsi una reputazione e una base di clienti.

Tale regime viene sostituito da quello forfettario. (altro…)