Collaboratori per Siti Web: 2 Modi Infallibili per Trovare i Migliori

Collaborazioni per siti web

Collaborazioni per siti web? Hai un sito web o stai pensando di aprirne uno per la tua attività e non puoi seguirlo personalmente?

Beh, è il caso di trovare qualcuno che possa aiutarti.

Persone professionali e preparate in grado di gestire efficacemente il tuo biglietto da visita elettronico. Eh già, perché un sito web oggi è prima di tutto questo. Il tuo biglietto da visita elettronico.

 

Collaborazioni per siti web: quello che devi assolutamente sapere

Hai un sito. Oppure stai pensando di aprirne uno. Le figure professionali che ruotano attorno a un sito internet sono diverse:

  • Il web developer
  • Il web designer
  • Il web master
  • Il content manager
  • Il social media manager

Quali collaboratori devi cercare per il tuo progetto web? Dipende da cosa intendi realizzare. Un sito istituzionale? Un blog? Solo contenuti: articoli, storie, grafiche?

Alcune delle figure professionali per il web, soprattutto in ambito freelance, sono sovrapponibili, nel senso che ti può capitare ti trovare un professionista in grado di fare più di una specialità.

Anzitutto specifichiamo che manager è inteso nella sua accezione inglese di gestore, ovvero di colui che gestisce. Non certo nell’accezione italiana di dirigente d’azienda!

Quindi per far realizzare o per far gestire il tuo sito internet ti puoi avvalere anche di un professionista esterno, di una collaborazione per siti web… freelance! Se il tuo è un progetto complesso o già ben avviato puoi anche pensare ad una vera e propria assunzione. Insomma, l’una non annulla l’altra in nessun caso.

Dicevamo che spesso i professionisti freelance hanno più di una competenza: ci sono web master che sono anche bravi nel content management (gestione dei contenuti); web developer che possono fare anche i web master o i web designer e questi ultimi che se la cavano bene anche a realizzare un sito web e a riempirlo di contenuti interessanti e ottimizzati per il proprio cliente. Anche il content manager si può facilmente sovrapporre al social media manager, ovvero una sola figura può svolgere entrambi i compiti.

Tu esattamente cosa stai cercando? Questa è la domanda giusta con cui partire per individuare bene il professionista che può fare al caso tuo.

 

Due modi infallibili per trovare le migliori collaborazioni web

Lo abbiamo promesso, è il titolo di questo post. Esistono sostanzialmente due modi per trovare un collaboratore per il tuo sito web:

  • Le agenzie di comunicazione
  • I portali per freelance, come appunto AddLance

La prima strada è valida ma può essere un po’ costosa. Sicuramente più cara della seconda, sempre valida, di cercare un professionista freelance dalle competenze verificate, con cui collaborare al progetto. Naturalmente per poter scegliere bisogna sapere cosa cercare. Quindi riprendiamo da questo punto.

  • Opzione uno: il tuo sito non esiste ancora. Ti servirà sicuramente un web developer/web master che sia in grado di realizzarlo. Di acquistare il dominio e lo spazio hosting, di interconnetterli, di realizzare un tema ex novo o di acquistarne e installarne uno già pronto, di installare un CMS per la pubblicazione e la gestione dei contenuti. Deve essere in grado di realizzare anche un e-commerce, se è questo che desideri e via discorrendo.
  • Opzione due: il tuo sito è già online e ha bisogno di un restyle. Magari perché i contenuti non vengono aggiornati da molto tempo. Oppure perché ti occupi di commercio e non hai fatto nemmeno una vendita. In questi casi può servirti un web designer se hai in mente (o si rende necessaria) una ristrutturazione grafica e un content manager che sia anche bravo con il marketing, con le Landing Page e con la SEO, l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Altrimenti, se non sei visibile, nessuno saprà che esisti e non potrai vendere alcunché.

Sapendo esattamente cosa intendi fare e dove vuoi arrivare, puoi cercare collaborazioni per siti web in modo ottimizzato e minimizzare perdite di tempo e di denaro.

Sapere la differenza tra web developer e content manager è importante, così come sapere cosa è la SEO, cosa una Landing Page, cosa un tema WordPress.

Acquisire dimestichezza con questi termini e con le professionalità che li “maneggiano” è fondamentale per ottenere un ottimo risultato con il giusto impiego di tempo e di denaro.

Perché infatti pagare un pacchetto completo se non è necessario alla realizzazione del tuo sito web?

 

Ecco spiegati i termini che ti servono per scegliere

Abbiamo usato tanti termini in questo post che potrebbero non essere chiari o addirittura risultare sovrapponibili a chi non ha dimestichezza con il settore.

Vediamo di fare un po’ di chiarezza, una sorta di piccolo dizionario per aiutarti a scegliere al meglio i tuoi collaboratori.

  • Il web developer è un programmatore. Si occupa dello sviluppo del codice sorgente, di realizzare e ottimizzare i database e dei linguaggi di markup. Collabora sia con il web designer sia con il web master, ad eventualmente anche con il content manager, alla realizzazione di un sito web.
  • Il web designer è colui che progetta la comunicazione visiva e l’esperienza utente del sito web. Non è solo un esteta ma presta occhio clinico alla funzionalità, all’interattività del sito.
  • Il web master: tecnicamente gestisce e amministra (anche e soprattutto dal punto di vista tecnico) un sito internet dopo la sua pubblicazione. Molto spesso, per la commistione di cui parlavamo prima, un web master è in grado di progettare, realizzare e pubblicare un sito, curandone anche il posizionamento.
  • Il content manager gestisce i contenuti del sito internet. Post, articoli, sondaggi, parte social, commenti e via discorrendo. Si affianca e spesso sovrappone al web master nelle cose più “tecniche” come il posizionamento e la SEO, l’installazione di plug-in aggiuntivi, il cambio di tema (grafico) ma non la sua realizzazione ex novo.
  • Il dominio e l’hosting. Il dominio è il nome del sito che scegli. L’hosting è lo spazio su cui il sito viene ospitato più eventualmente l’infrastruttura per la posta elettronica. Hosting e dominio si acquistano, solitamente con canone annuale. Se ne occuperà per te il web master o il web developer, se tu non sai farlo personalmente.
  • Il CMS è il Content Management System, ovvero il sistema per la gestione dei contenuti del sito. È un software caricato nello spazio web, attraverso il quale creare e pubblicare i contenuti che saranno visibili online. Ne esistono di pre-impostati (e sono spesso i più usati) come WordPress e Joomla! Oppure si può chiedere al web developer di realizzarne uno ad hoc. Non è comunque la prassi, nella maggior parte dei casi si una un CMS già pronto, anche perché è possibile personalizzarlo.
  • La SEO si tratta dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, ovvero tutte le attività nel sito e nella Rete (on-site e off-site) che migliorano la visibilità di un sito web, essenzialmente nei risultati di Google. L’ottimale sarebbe comparire sempre nei primi 10 risultati su Google, attraverso un uso strategico di parole chiave ben studiate.
  • La Landing Page, letteralmente pagina di atterraggio. Nel linguaggio marketing è una pagina web appositamente studiata per accogliere gli utenti in un percorso di vendita. Di Landing page ce ne sono di più tipi, a seconda del percorso che si vuole far fare ai visitatori. Ad esempio si parla di Opt-in Page o di Squeeze page quando in cambio di alcune informazioni gratuite, l’utente che vi atterra deve lasciare i propri dati. In altre parole si propone un’offerta mirata (un pdf, un video, un’infografica) in cambio di un form da compilare. Questo consente al proprietario del sito di raccogliere dei contatti pertinenti che poi possono trasformarsi in clienti.
  • Il sito e-commerce è in realtà un negozio online. È supportato da CMS o plugin specifici come Magento, VirtueMart, oppure WordPress con WooCommerce o altri ancora come Open Cart o Presta Shop
  • I temi per WordPress, sono un insieme di stili grafici e di funzioni in grado di “vestire” il sito. Si installano appunto sul CMS WordPress e possono essere gratuiti o a pagamento. Di solito tra quelli a pagamento è più facile trovare una più alta professionalità e normalmente è previsto un periodo di supporto tecnico dall’azienda che l’ha prodotto.

 

 

Ti potrebbe interessare anche…

Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

Se stai cercando su Google la stringa "packaging significato" è perché, probabilmente, devi decidere in merito per confezionare i tuoi prodotti prima di lanciarli sul mercato. Oppure perché hai in mente un restyle aziendale che includa anche l'identità visiva. Abbiamo...

Dalla grafica al fotorealismo: ray tracing e futuro dei videogiochi

Dalla grafica al fotorealismo: ray tracing e futuro dei videogiochi

Il video design ha fatto passi da gigante ma tu ti senti indietro anni-Luce. Scopri subito il passaggio dalla grafica al fotorealismo! Il ray tracing e il futuro dei videogiochi, tra tecnologie avanzate e costi. Ray tracing, 3 cose importanti che devi sapere...

Blog Design 2021: 3 cose importanti da sapere

Blog Design 2021: 3 cose importanti da sapere

Il mondo dei blogger ti attira? Non aspettare, scopri i segreti del Blog Design 2021. Ecco 3 cose importanti da sapere per migliorare la tua grafica e sfondare nel web. Blog Design 2021, non aspettare per migliorarlo: ecco perché Hai deciso di avventurarti nel mondo...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This