3 Cose che Devi Sapere Prima di Scegliere un Tema WordPress

scegliere un tema wordpressEcco che finalmente stai per realizzare, o per farti realizzare da un professionista, un sito web con il CMS WordPress.

Tra le prime domande che sicuramente ti porrai (o che il tuo web designer ti aiuterà a risolvere) c’è:  che tema mettiamo?

Dovrai quindi sapere come scegliere un tema WordPress.

Se non lo sai già, un tema ti permette di modificare sia l’aspetto che le funzionalità del tuo sito internet. I temi possono essere installati (e spesso anche cambiati) senza alterare il contenuto del sito. Il tema è responsabile di come il sito “appare”, ovvero della gestione del frontend. Per questo ogni sito WordPress richiede che un tema sia presente e installato nel proprio sistema.  È grazie al tema che hai scelto che determini lo stile generale del tuo sito:

  • Il design e il layout delle pagine
  • Il colore e lo stile dei font (caratteri)
  • I widget disponibili (sono degli “oggetti” con informazioni, animazioni…)
  • Moduli e formattazioni già pronti da utilizzare
  • Altri oggetti e dettagli di stile

Tenendo a mente queste nozioni di base, facciamo subito una prima importante classificazione. Quando scegli un tema WordPress, sappi che puoi:

  • Installarne uno gratuito (temi WordPress free)
  • Acquistarne uno a pagamento (temi WordPress premium)

 

1. Temi WordPress gratis? Meglio investire qualche euro e avere Aggiornamenti e Assistenza

In sostanza vale quello che stai leggendo nel titolo.

Esistono moltissimi temi WordPress gratuiti, ma vale la pena visitare i più frequentati marketplace e per qualche decina di euro comprare un tema WordPress professionale.

La base di codice è di solito più solida, gli aggiornamenti sono inclusi e anche l’assistenza tecnica (che non include mai la personalizzazione del tema).

Non è per forza necessario comprare un tema molto costoso! Su internet si trovano temi premium a prezzi veramente accessibili.

Se ne possono acquistare in offerta già a 19 dollari o poco meno. Se proprio devi usare un tema gratuito, scegline almeno uno di quelli disponibili sul sito ufficiale di WordPress, guardando con cura voti e recensioni.

 

2. Scegliere un tema WordPress professionale facendo attenzione alle funzionalità, ma anche al successo di vendita

I temi premium, ovvero a pagamento, possiamo distinguerli in due macro categorie, a seconda che si tratti di acquisto con licenza singola o di acquisto con abbonamento.

 

Temi premium con licenza singola

Si possono acquistare per un solo sito web e ad un prezzo una tantum che comprende gli aggiornamenti (finché il tema è supportato dalla casa produttrice) e l’assistenza tecnica per un periodo determinato (di solito 6 mesi). L’assistenza può essere estesa pagando un sovrapprezzo. La scelta di temi professionali è molto molto vasta.

A cosa devi prestare attenzione?

  • Alle funzionalità del tema che stai acquistando: supporta un certo servizio, una certa funzione o un dato plug-in che serve al mio sito? È vero che WordPress è una piattaforma molto flessibile e che permette di mescolare temi e plug-in di diverse fonti. Però controllare quanto sopra è fondamentale
  • Che sia presente un compositore visuale, come ad esempio Visual Composer
  • Al successo di mercato del tema
  • Al gradimento: voti e commenti positivi
  • Alla data dell’ultimo aggiornamento: se non è stato aggiornato da più di due settimane non è un buon segno
  • Alla sua data di uscita, ovvero alla sua “anzianità”

 

I più conosciuti marketplace dove acquistare

Per scegliere un tema WordPress con licenza singola e acquistarlo, vai su un marketplace. Un marketplace è appunto un “mercato” dove ci sono diversi produttori che vendono.

Theme Forest

Il luogo principe è il marketplace della Envato che si chiama Theme Forest. Nel momento in cui scriviamo sono in vendita oltre 40 mila temi e template per WordPress, oltre a diverse migliaia di temi per una quantità di altri CMS.

Theme Forest non è l’unico market place dove acquistare un tema professionale. Vediamone altri.

TemplateMonster

Segnaliamo TemplateMonster che offre temi professionali a pagamento non solo per WordPress, ma anche per altri CMS (Content Management System) come Drupal o Joomla! Oltre ai temi, si possono comprare loghi, animazioni, immagini per le fan page. È possibile anche scaricare temi gratuiti. Nel momento in cui scriviamo sono in vendita su questo marketplace più di 20 mila template premium.

Mojo Themes

Il terzo marketplace che segnaliamo si chiama Mojo Themes. Qui si possono acquistare temi professionali per WordPress provenienti da tutto il mondo. Questo marketplace propone supporto tecnico e aggiornamento a vita. Nel prossimo paragrafo vedremo a cosa prestare attenzione per avere davvero supporto tecnico e aggiornamenti il più a lungo possibile.

 

Come ricevere supporto tecnico e aggiornamenti il più a lungo possibile

Trattandosi di marketplace, come dicevamo, vi sono diversi produttori. Il livello dei temi che viene offerto è sempre professionale, ma per garantirti supporto tecnico e aggiornamenti il più a lungo possibile, devi scegliere non solo un tema che ti piaccia e che supporti le funzionalità che cerchi, ma anche e soprattutto, che abbia:

  • Un certo successo (misurabile in numero di vendite)
  • Non sia troppo vecchio (data di creazione non troppo lontana)
  • Aggiornamenti recenti (ultimo aggiornamento deve risalire a non più di 2-3 settimane prima)

Se non presti attenzione a questi tre segnali, è possibile che oltre al tema tu non riesca a comprare sufficiente assistenza e aggiornamenti. Perché:

  • se il tema non vende, si può presumere che il produttore smetterà di supportarlo presto e comunque non avrà molte risorse per aggiornarlo e migliorarlo
  • se è tanto vecchio (o ha subito l’ultimo aggiornamento radicale molto tempo fa), anche se ha avuto molto successo, non si può scommettere su quanto a lungo sarà supportato dai produttori
  • se vediamo che l’ultimo aggiornamento non è recente, possiamo sospettare che c’è qualcosa che non va: ma di solito se gli altri due criteri sono soddisfatti gli aggiornamenti sono molto frequenti (ogni una o due settimane)

Tutte queste informazioni, fondamentali prima dell’acquisto, puoi trovarle selezionando l’anteprima del tema che preferisci e (su Theme Forest) scorrendo la pagina sulla colonna di destra. Qui potrai leggere le specifiche tecniche che ti servono. Questo screenshot mostra la colonna di destra di un tema per sito di noleggio auto, in vendita ad appena 12 dollari.

Theme Forest fa una sua classifica dei più venduti. Le stelline indicano il numero di download dei temi professionali

 

Temi premium con contratto di abbonamento

I temi WordPress venduti con contratto di abbonamento non si comprano sui marketplace, ma vengono offerti da case di software singole e indipendenti e di solito includono diversi temi e plug-in. Finché resti abbonato puoi scaricare tutti i plug-in e i temi che ti servono e ricevere assistenza, per tutti i siti web di cui hai bisogno. Comprare con contratto di abbonamento può essere molto utile agli studi e ai professionisti, soprattutto da quelle software house che hanno un tipo di offerta standardizzato. Scegliere con cautela rimane anche qui la parola d’ordine, perché se è vero che un fornitore unico può essere una soluzione comoda ed economica, è anche vero che se desideri una funzione particolare non è detto che questi “pacchetti” ce l’abbiano a disposizione.

Le più note e autorevoli case di software sono Elegant Themes (con il celebre tema Divi)

 

Elegant Themes

e Thrive Themes, che offre una suite di temi e plugin orientata al marketing e ottimizzati per la conversione.

Thrive Themes

3. Fai da solo? Quando scegli un tema WordPress non tralasciare questi “trucchi del mestiere”

Se stai comprando da solo il tuo tema WordPress e stai restando affascinato dalla quantità dell’offerta e dalla grafica accattivante, per non fare un cattivo acquisto ricordati che:

  • Il design deve essere il più semplice ed intuitivo possibile
  • È meglio non usare più di due font diversi per scrivere i contenuti sul tuo sito
  • Non tutti i browser restituiscono il layout allo stesso modo. Prima di lanciare il sito, è meglio che lo testi sui principali browser

Se ti appoggi ad un professionista, saprà lui come muoversi meglio, ma è bene che tu sia a conoscenza di tutte le informazioni contenute in questo articolo, in modo da potervi intendere bene e creare insieme un buon prodotto.

 

Ti potrebbe interessare anche…

Come usare al meglio i Render fotorealistici

Come usare al meglio i Render fotorealistici

La tecnologia delle immagini è al top: ogni giorno spunta un nuovo strumento per dare corpo alle idee creative. Se non sai ancora come usare al meglio i render fotorealistici, leggi tutto sui software del 2021. 6 Motivi per usare render fotorealistici nei tuoi...

Font eleganti per Graphic Designer

Font eleganti per Graphic Designer

Mostra la tua competenza grafica anche nei dettagli! Trova font calligrafici in corsivo per un lavoro che non passa inosservato. Se non sai come fare, leggi  quali sono i font eleganti per Graphic Designer professionisti che ti permettono di risaltare. Font corsivo:...

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

I flyer cosa sono? Se ti sei posto questa domanda, evidentemente vuoi scoprire di più su questo mezzo (sempre al passo con i tempi) per fare pubblicità sulla tua attività. Ecco cosa c'è da sapere su flyer traduzione e uso in questa piccola guida pensata apposta per...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This