Concorsi di Design, perché è importante Partecipare e la XXV Edizione del Premio Compasso d’Oro

17 Lug 2018 | Articoli su Design, Notizie

concorsi di design ADII Designer di tutto il mondo che partecipano a concorsi di design, sognano di vincere almeno una volta nella vita un premio prestigioso, magari legato al Made in Italy, forza trainante dell’economia italiana e garanzia di sicuro successo. Se sei un aspirante Designer o ti sei incamminato da poco su questa splendida strada, le opportunità del Premio Compasso d’Oro ti interesseranno sicuramente! Si è conclusa nel mesi di giugno 2018, infatti, la XXV edizione del Premio. Nato da un’idea dell’architetto Gio Ponti durante il periodo super creativo della ricostruzione nel Dopoguerra, il Premio è considerato oggi il più autorevole nel mondo ed è gestito dalla Fondazione ADI, Associazione per il Design Industriale, con lo scopo di promuovere la ricerca e l’applicazione dei sistemi industriali e tecnologici di produzione evoluta. L’ADI ha strutturato il premio Compasso d’Oro in maniera complessa, offrendo varie opportunità di lancio ai  giovani Designer italiani e stranieri, tutte molto interessanti. Vediamo quali sono:

#1 Concorsi di design, il Premio Compasso d’Oro e gli aspiranti Designer

Il Premio ha istituito quest’anno la Menzione d’Onore per i progetti di design che, pur non avendo vinto, si sono distinti per particolari potenzialità creative. I partecipanti segnalati entrano così di diritto nella collezione storica del Premio, dichiarata Patrimonio Nazionale nel 2014. Nella sezione Design Index del sito ufficiale ADI, riservata al catalogo on line degli oggetti selezionati dall’Osservatorio Permanente del Design, è possibile trovare, tra prodotti di Designer storici famosi in tutto il mondo, anche la pubblicazione di quelli ideati da studenti vincitori della categoria “Premio per l’Innovazione Design Index”.

Un esempio interessante è quello di  “Materialmente”, progetto di ricerca didattica e realizzazione ideato dal Politecnico di Torino, dedicato al merchandiser museale e in generale alle attrezzature impiegate nel turismo culturale piemontese. Si stabilisce così una sinergia tra Università e imprese che finanziano i prototipi, aumentando l’interesse verso il settore. Il Premio, riservato a 150 studenti di Design, li ha abbinati a 30 aziende artigiane reperite localmente. Questo perché il vero Designer non si accontenta solo della matita e dei colori, meno che mai di un premio, ma deve pretendere la realizzazione pratica di un prototipo che funzioni, ai fini della commercializzazione industriale reale.

Anche l’assegnazione della Targa Giovani, all’interno del premio Compasso d’Oro, è riservata agli studenti di Design che hanno voglia di emergere: l’edizione del 2018 ha unito i giovani premiati, quelli menzionati e i 13 vincitori, in una fantastica mostra tenutasi al Castello Sforzesco di Milano fino al 26 giugno: un’ottima vetrina per chi si affaccia a questo mondo per le prime volte!

 

# 2 Design sociale e sostenibilità: tra i concorsi di design, il premio Compasso d’Oro detta il trend mondiale

Il premio ha soprattutto il merito aggiornare gli aspiranti Designer sul trend creativo di questo momento storico: responsabilità ed etica sono i due concetti principali promossi dall’edizione 2018. Idee semplici e affidabili, che siano sostenibili e soprattutto alla portata di tutti. L’oggetto di design non è più un miraggio per pochi, ma può portare bellezza e funzionalità in qualsiasi contesto, che sia il lavoro, il cibo, il turismo o il tempo libero. Praticità e riproducibilità sono da sempre anche requisiti essenziali per i prodotti industriali: non deve stupire quindi che abbiano ricevuto il Premio il progetto di un serramento per finestra a taglio termico OS2 75 di Alberto Torsello e il radiatore termico di Alberto Meda, vero e proprio elemento d’arredo mobile a forma di paravento scaldante. Non mancano gli oggetti di lusso, come la nuova berlina sportiva Giulia di Alfa Romeo, né quelli della quotidianità, come la nuovissima bolletta progettata da ENEL Energia. Particolarmente interessanti le scarpe da ginnastica multi-tasking di VIBRAM, un prodotto destinato ad avere un grande successo soprattutto tra i giovani.

 

#3 Concorsi di design, tutto pronto per Compasso d’Oro 2019. Le opportunità di partecipare sono due

Sei un aspirante Designer? Le opportunità per te di partecipare agli eventi competitivi e promozionali dell’ADI raddoppiano nel 2019: oltre alla prossima edizione del Premio Compasso d’Oro nazionale, il 2019 sarà anche l’anno della versione International del prestigioso riconoscimento. Questa sezione è a cadenza biennale e la scorsa edizione, conclusasi il 1 dicembre 2017, è stata intitolata “Sport – Performance Innovation” e si è avvalsa della partnership dell’industria cinese. In questa occasione il premio ha lanciato anche l’ADI Young Start-Award assegnando un contributo economico piuttosto consistente al miglior progetto elaborato da studenti universitari di tutto il mondo, per facilitare l’avvio di una start up. Ma come partecipare? L’ADI gestisce on line i bandi dei concorsi, oltre ad altri servizi utilissimi per i Designer, come ad esempio il Giurì del Design, che si occupa di contenziosi con i committenti o il Registro dei Progetti, che permette di tutelare i tuoi diritti d’autore su ciò che hai ideato, per quattro anni.

L’unico aspetto che ADI non cura è quella dello realizzazione del prototipo dell’oggetto, elemento indispensabile per partecipare a qualsiasi edizione di concorsi di design. Se ti senti pronto per cimentarti nella partecipazione al prossimo Premio Compasso d’Oro indetto da ADI come giovane Designer e hai già sviluppato un’idea, ecco un consiglio. Rivolgiti al più presto ad un prototipista che ti aiuti a realizzare un modello dell’oggetto, da mettere a punto alla perfezione. Puoi cercarlo tra i nostri freelance, per arrivare al successo ben preparato e magari vincere questo e altri concorsi di design. Buona fortuna!

Ti potrebbe interessare anche…

Partita Iva e lavoro dipendente: come regolarsi?

Partita Iva e lavoro dipendente: come regolarsi?

Se cerchi informazioni sul web sul tema partita Iva e lavoro dipendente o sul tema dipendente con partita Iva, ecco un piccolo post che può riassumerti le cose. Ti scriviamo tutto quello che c'è da sapere su questo aspetto del mondo del lavoro, sui contributi Inps e...

Scuola di doppiaggio, tecniche, casting: mini guida per freelance

Scuola di doppiaggio, tecniche, casting: mini guida per freelance

Il tuo sogno è frequentare una scuola di doppiaggio? Vuoi lavorare con la voce e magari partecipare a qualche casting doppiatori per grande schermo o pubblicità? Leggi il post che segue, ti daremo le indicazioni utili su come diventare doppiatore e sulle opportunità...

Fumetti divertenti: idee da stampare sulle magliette

Fumetti divertenti: idee da stampare sulle magliette

La T-shirt stampata è sempre sulla cresta dell'onda: se gestisci un brand non può mancare nella tua collezione, ma deve essere di tendenza! Scopri come usare fumetti divertenti: idee da stampare sulle magliette che piacciono ai tuoi clienti e ti fanno aumentare le...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This