Come Creare un Blog e perché è Importante Averne Uno

come creare un blogStai cercando anche tu informazioni su come creare un blog? Leggi qui, potresti trovare notizie e idee utili per il tuo scopo. La facilità con cui oggi è possibile lanciare sul web un diario online (questa è un po’ la traduzione letterale di blog), unita alle potenzialità (se ben gestite) che permettono alle aziende di intercettare il proprio target proprio attraverso questo strumento, ha fatto sì che oggi molti abbiano un blog. Le aziende hanno un blog agganciato al proprio sito commerciale. I liberi professionisti hanno un blog agganciato al proprio sito-vetrina. Gli influencer, ovviamente, guadagnano attraverso il proprio blog e le sue declinazioni social. Le start up… hanno (o è bene che abbiano) un blog. Vediamo allora insieme come creare un blog.

Come creare un blog: metti da parte carta e penna

Un diario si fa “di carta e di penna”. Un blog ha altri strumenti per costituirsi. Ciò che ti serve è un CMS, content management system, attraverso il  quale gestirai il back end del tuo blog. Significa che attraverso questo software, connesso alla rete e agganciato al tuo sito, ti sarà possibile gestire il tuo diario online, pubblicare i contenuti, postare video e foto, rispondere ai commenti del tuo target, aggiungere sezioni. Il CMS più diffuso e utilizzato per la gestione dei contenuti editoriali di un blog è WordPress. Non è l’unico, ovviamente: puoi scegliere altri CMS come Joomla! Drupal o Silver Stripe. WordPress rimane comunque il più utilizzato al mondo. Il vantaggio di un CMS è che puoi costruire e aggiornare un sito dinamico anche molto grande, senza necessità di scrivere una riga di codice HTML e  senza conoscere linguaggi di programmazione lato server. Se preferisci avere ampio margine di gestione e personalizzazione del tuo sito, invece di usare un CMS generico e preimpostato, puoi optare per la soluzione open source che permette al tuo Developer di accedere al codice sorgente e di personalizzare il software esattamente sulla base delle tue esigenze. Ma per il blog generalmente non serve.

Leggi anche Scegliere un tema WordPress, 3 cose da sapere

Una volta che hai fatto agganciare dal Web Master il blog al tuo sito, via WordPress o altro CMS che sceglierai, potrai scrivere i tuoi contenuti, organizzati per sezioni secondo l’attività che gestisci e il tuo potenziale target. Oggi più che mai il blog è diventato uno strumento di marketing in grado di supportare la tua azienda e di allargare la base dei tuoi potenziali clienti. Non pensare quindi al blog solo come al caro diario… la gestione del blog richiede delle competenze di base, organizzazione e lungimiranza.

 

Come creare un blog in 6 passi se non sai da dove iniziare

Forse ti abbiamo spaventato propinandoti subito termini tecnici e dicendoti che serve professionalità e competenza per gestire un blog e soprattutto un blog aziendale. Non abbiamo mentito, non potrai probabilmente fare tutto da solo. Ti servirà un Web Master per mettere a punto il software di gestione (se non sai farlo da solo) e ti serviranno i Web Writer, cioè dei freelance in grado di scrivere per te dei contenuti editoriali (esattamente come avviene per AddLance!). Questo non ti vieta, ovviamente, di scrivere tu in prima persona degli articoli! Però se hai molte altre cose da gestire per la tua attività, considera di delegare questo compito a qualche professionista, magari sotto la tua supervisione.

Prima di aprire un blog, giusto per chiarirti le idee, puoi considerare di rispondere a queste domande. Le domande hanno lo scopo di farti aprire un blog aziendale che non si trasformi in un impiccio in più tra i piedi, quanto in un efficace strumento di marketing e quindi prezioso alleato  della tua attività.

  • Definisci gli obiettivi che vuoi ottenere attraverso il blog, tenendo conto che lo scopo primario è quello di informare il tuo target su quello che è il tuo core business
  • Definisci il tuo target. A chi vuoi rivolgerti con il tuo blog? Ai potenziali clienti o a quelli già fidelizzati? Ad entrambe le categorie? Qualunque cosa scegli, ricorda che devi intercettare i bisogni (o i problemi) della tua nicchia e dare risposte attraverso gli articoli che scriverai. Solo così getterai le basi corrette affinché il tuo diario online diventi parte attiva della tua strategia di marketing
  • Crea un calendario editoriale. Un blog non aggiornato è inutile. Non importa che tu decida di scrivere quotidianamente o con frequenza quindicinale: ciò che è importante è la costanza nell’aggiornamento. Pianificare cosa scrivere e quando fa parte della tua strategia, per ottimizzare i tempi e le risorse e per avvicinarti sempre più al tuo obiettivo. Ricorda di confezionare un calendario editoriale a tua misura: prima quindi di stabilire quanti articoli pubblicare al mese o a settimana, quantifica il tempo che hai a disposizione per questa attività e le eventuali risorse economiche (questo qualora decidessi di appaltare a Content Editor e Web Writer la gestione dei contenuti)
  • Anche la grafica è importante. I contenuti sono fondamentali, ma anche l’organizzazione grafica di un blog non è da sottovalutare. Da solo o con il tuo Web Master definisci bene il tema e la struttura del blog. Se è agganciato al tuo sito internet aziendale, anche il blog deve essere coerente con la visual image del tuo brand
  • Promuovi i contenuti del blog per farti conoscere. Hai a disposizione uno strumento validissimo: i social network. Attraverso la condivisione dei contenuti del tuo blog in gruppi di interesse e sulle tue pagine social puoi creare engagement e allargare la base del tuo target. Inoltre puoi promuoverti ospitando sul tuo blog contenuti altrui: si chiamano guest post. Oltre ad incoraggiare la collaborazione reciproca, il guest blogging permette di raggiungere maggiore visibilità e di rafforzare il tuo brand personale o professionale che sia. Naturalmente puoi ricorrere anche alla promozione a pagamento, ad esempio con campagne Pay per Click su AdWords o Facebook.

Leggi anche Web Marketing, come si calcola il ROI pubblicitario

  • Misura i risultati. Esattamente come per qualunque altra strategia di marketing, anche per il blog è importante misurare i risultati. Sto andando nella direzione corretta? Sto raggiungendo il mio obiettivo di mercato? Google Analytics e i tool per le Mappe di Calore sono strumenti importanti che ti aiutano a capire se i tuoi articoli vengono letti, se c’è interesse e quale parte del tuo blog cattura maggiormente l’attenzione dei tuoi lettori. E poi, aggiusta il tiro!

Come creare un blog, adesso sai perché è importante averne uno

Se prima, magari, lo avevi solo intuito o volevi avere un blog perché i tuoi competitor ne hanno uno, adesso sai esattamente perché (oggi) è importante avere un blog aziendale agganciato al proprio sito. Perché se il blog è ben gestito è un prezioso alleato per la tua strategia di marketing, per farti conoscere, per raggiungere il tuo target e per aumentare i tuoi profitti. Aprire seriamente un blog aziendale è un investimento da ponderare bene: serve tempo, denaro, risorse umane che possano aiutarti a gestirlo correttamente. Ma non parliamo di tempi biblici né (almeno all’inizio) di impossibili esborsi di denaro. Prendi i punti che abbiamo indicato in questo articolo e, ragionandoci su, troverai sicuramente la strategia migliore, più efficace ed economicamente conveniente di gestire il tuo… diario online!

Ti potrebbe interessare anche…

Marketing e comunicazione: cos’è il Customer Lifetime Value

Marketing e comunicazione: cos’è il Customer Lifetime Value

Ti chiedi perché l'attività sta languendo: forse non fai niente per tenerla in vita! Ti sveliamo un segreto di marketing e comunicazione: cos'è il Customer Lifetime Value e come si calcola per salvare l'attività che ti sta a cuore. 4 Strategie di marketing per tenerti...

Motore di ricerca immagini: 3 cose che (magari) non sai

Motore di ricerca immagini: 3 cose che (magari) non sai

Hai mai sentito parlare di un motore di ricerca immagini? Ti sei mai chiesto a cosa mai potrebbe servirti? Ebbene sì, esistono e servono e sono – naturalmente – molti più di uno. Ecco 3 cose sui motori di ricerca per immagini che forse ancora non sai e che potrebbero...

Aprire un ecommerce e gestirlo: che professionisti ti servono?

Aprire un ecommerce e gestirlo: che professionisti ti servono?

La vendita online diventerà un gigante nel futuro: non puoi permetterti di restare offline se vuoi aumentare i clienti! Ti chiedi come aprire un ecommerce e gestirlo? Leggi subito le nostre dritte per scoprire come fare e a quali professionisti appoggiarti....

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This