New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

instagram brand ambassador

Continua il viaggio di AddLance tra le nuove professioni. Oggi scriveremo su come diventare Instagram brand ambassador. Scopriremo insieme cos’è il brand, perché ne viene data così tanta importanza e di cosa si occupa esattamente un brand ambassador. Non si sa mai, potrebbe presto diventare il tuo nuovo lavoro!

Brand: cos’è e perché (oggi) è così importante

Tecnicamente parlando, il brand è una combinazione di elementi che costituiscono il segno distintivo (e inequivocabile) di una azienda. Non è corretta l’equivalenza brand = marchio, perché il brand è molto di più. Gli elementi costitutivi sono:

  • Il nome (dell’azienda)
  • Il logo
  • Il payoff o lo slogan
  • La comunicazione
  • La storia aziendale
  • La reputazione

Perché oggi il brand è così importante per le aziende? Perché le imprese (ma anche i singoli, da qui il termine “personal branding“) investono molto sul brand, dato che esso rappresenta un insieme di valori e di obiettivi intangibili che sono dietro e dentro il processo di acquisto. Il brand è la tua customer experience e satisfaction, è la tua promessa al cliente è il fil rouge che sta alla base di tutte le tue scelte aziendali, a cominciare dall’identità.

Leggi anche Come fare un Brand Book e a chi rivolgersi

Ti sembra un po’ filosofica come descrizione? Potrebbe esserlo, ma è la realtà dei fatti. E’ ormai comunemente assodato che la competitività di un’azienda rispetto ad un’altra (o di un professionista rispetto ad un altro), si misura sul post vendita e soprattutto sulle relazioni intessute intorno alla user (o customer) experience.

Diventa brand ambassador: gli studi, la pratica, la routine

Poi, se cerchi su internet “brand ambassador lavoro” scoprirai un vero e proprio mondo. Il brand ambassador, tradotto in italiano, è un portavoce della marca che ha il compito di promuoverla. Promuoverla non significa solo invogliare i clienti all’acquisto, ma anche far conoscere ad una determinata platea in target la marca e i relativi prodotti o servizi.

Ma come si diventa brand ambassador? Non c’è un percorso di studi specifico per questa nuova professione. Ciò che serve è una serie di skills incentrate sulla comunicazione e sull’uso professionale dei social media (soprattutto). Un brand ambassador deve essere in grado di:

  • Fare public speaking
  • Saper coltivare le relazioni pubbliche con varie target audience in modo professionale.

Naturalmente ciò non basta. Diventare brand ambassador ad alto livello significa avere un background di studi in marketing e comunicazione. Significa:

  • Saper impostare una strategia di marketing
  • Saper individuare le strategie di vendita dei competitor
  • Saper tracciare e interpretare i dati dell’impatto sui clienti delle strategie di marketing
  • Saper creare relazioni in presenza o usando i social anche a livello locale con varie fasce di target audience (b2b e b2c)
  • Saper intrattenere relazioni con i media (con competenze di ufficio stampa).

Molte di queste attività diventeranno familiari con la pratica e la routine, soprattutto se inizierai a operare con piccole realtà, per approdare infine a grandi aziende.

Instagram brand ambassador: le opportunità via social media

Diventare Instagram brand ambassador e farlo a livello professionale e remunerativo, non è così semplice come appare. Anche qui, bisogna essere abili con i social e abili – soprattutto – a crearsi e a gestire una rete di contatti.

A questi contatti ( i tuoi follower) proporrai dei contenuti confezionati ad hoc in cui ti farai portavoce del brand che rappresenti, posterai delle foto, taggerai l’azienda o i suoi rappresentanti, terrai una sorta di diario di viaggio su iniziative, riconoscimenti, concorsi a premi e quant’altro il reparto marketing (e non solo) dell’azienda ha avviato.

Leggi anche Potenziare gli Instagram follower oggi

Naturalmente, devi essere già pratico/pratica dell’uso di Instagram. Attualmente è il social più usato per condividere delle short stories, dei video e delle foto usando sapientemente i giusti hashtag e le giuste didascalie per farti notare dal più alto numero di utenti.

Commenti e relazioni autentiche (anche virtuali) con le persone sono il tuo migliore biglietto da visita. Meglio ancora di avere centinaia di follower che non sono attivi e con i quali non hai mai scambiato neanche una parola.

A questo punto ti sorgerà spontanea una domanda: ma che differenza c’è tra un brand ambassador e un influencer? La differenza è nella sostanza più che nella forma. Entrambi operano sui social e promuovono un’azienda. Ma l’influencer si focalizza su spot pubblicitari e promozionali dei prodotti/servizi, mentre il brand ambassador costruisce e coltiva relazioni durature con i follower, i clienti e i partner dell’azienda.

Piccola nota per le aziende: come trovare facilmente un Instagram brand ambassador?

Finora ci siamo concentrati su come diventare Instagram brand ambassador. Ma chi legge potrebbe essere il titolare di un’azienda, di una attività commerciale o di una start-up e avere bisogno di un portavoce di marca sui social. Instagram è la piazza giusta per cercarlo! Come? Ecco una piccola check-list che può aiutarti ad individuare il giusto professionista che aiuti il tuo brand a farsi conoscere e a piazzarsi sul mercato.

  • Individua su Instagram degli utenti influencer (con alto numero di follower) che postino contenuti di qualità in linea con i valori del tuo brand
  • Non cercare a caso. Poni attenzione alle menzioni che il tuo brand ha già ricevuto da parte di clienti felici di aver acquistato da te. Un cliente soddisfatto è il tuo miglior alleato di marketing. Instagram ti avvisa delle menzioni ricevute e delle foto (di prodotto o non) in cui il tuo brand è stato taggato
  • Crea un vero e proprio annuncio di lavoro o contest in cui spieghi alla tua community i vantaggi che possono avere nel diventare il tuo Instagram brand ambassador e indica come possono candidarsi alla posizione.

Adesso hai tutte le informazioni che ti servono per diventare brand ambassador o per cercare il tuo futuro portavoce. Mettiti subito all’opera!

Ti potrebbe interessare anche…

VoWifi: cos’è e come usarlo in azienda

VoWifi: cos’è e come usarlo in azienda

La tua attività si basa sulla comunicazione, il budget aziendale per le chiamate è mostruoso e devi abbatterlo? La soluzione c'è! Scopri il VoWiFi: cos'è e come usarlo in azienda per ottenere degli ottimi risparmi. Voice over WiFi, ecco perché ti serve davvero Hai...

Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

Se stai cercando su Google la stringa "packaging significato" è perché, probabilmente, devi decidere in merito per confezionare i tuoi prodotti prima di lanciarli sul mercato. Oppure perché hai in mente un restyle aziendale che includa anche l'identità visiva. Abbiamo...

Inbound marketing cos’è e come puoi servirtene

Inbound marketing cos’è e come puoi servirtene

Non sai l'inbound marketing cos'è? Se ti appresti a sfruttare questa strategia per la tua attività professionale, ecco in sintesi cosa sarai chiamato a fare insieme al tuo esperto di fiducia: aiutare potenziali clienti a trovare la tua azienda (prodotti/servizi)...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This