Hai una Pagina Facebook (aziendale?) le 7 Regole per una Gestione efficace

13 Feb 2019 | Articoli su Marketing

pagina facebook aziendaleSi può essere il migliore dei professionisti e quindi il più esperto dei consulenti, il più capace dei freelance e il più qualificato degli imprenditori. Eppure, fino a quando non si riesce a ritagliare la propria nicchia di mercato, tutto questo può risultare inutile: le sole competenze, se nessuno le conosce, non bastano affatto. Per questo motivo, ormai da tempo, offro un servizio specialistico di consulenza per il personal branding online. In questo modo posso aiutare i professionisti a elaborare la propria unique value proposition, così da riuscire a differenziarsi dalla concorrenza e, finalmente, attirare preziosi clienti.

Punto centrale dello sviluppo del proprio branding è, ovviamente, la gestione efficace della propria pagina Facebook. E qui, purtroppo, sono spesso dolori: sembra che lì fuori non siano poi molte le persone che hanno davvero capito come gestire al meglio la propria immagine sul social network per antonomasia. Per questo oggi, con questo post, voglio riassumere quelle che sono le principali regole da seguire per gestire al meglio una pagina Facebook, per fare branding online e per promuovere la tua azienda.

Gestire efficacemente una pagina Facebook (però) non è ne facile né immediato: le 7 regole fondamentali

Te lo dico subito: gestire con successo una pagina Facebook apportando dei reali vantaggi al tuo brand non è facile, né tanto meno immediato. Per questo motivo, nella maggior parte dei casi, è necessario affidarsi a dei professionisti, in grado di affiancare l’imprenditore, il freelance o l’azienda nella gestione della propria immagine online.

Leggi anche Come pubblicizzare una pagina Facebook

 

1 – Per fare bene branding, differenziati dagli altri

Fare branding vuol dire prima di tutto differenziarsi e questo vale anche su Facebook. Molte piccole aziende, per gestire la propria pagina Facebook, si affidano invece alla tattica del ‘me-too marketing’, la quale però consiste, sotto sotto, nel chiamarsi fuori dalla competizione e rendersi indistinguibili dagli altri. Per avere successo bisogna invece fare l’esatto contrario: vuoi avere un vantaggio competitivo? Smettila di imitare i tuoi competitor e inizia a gestire la tua pagina Facebook in modo davvero unico!

 

2 – Renditi utile, solo così terrai i tuoi clienti sulla tua pagina

Perché il tuo pubblico dovrebbe scegliere di “perdere tempo” sulla tua pagina Facebook? Perché gli utenti dovrebbero dirottare 30 secondi, 1 minuto, 5 minuti della loro caotica giornata sui tuoi post? Semplice: perché i tuoi post sono utili. Se sono inutili, al contrario, non hanno alcun motivo di esistere. Crea dei post che possono dare informazioni preziose, che possono cambiare la giornata dei tuoi utenti, che possono far nascere un sorriso, insomma, che possono fare o dare qualcosa.

 

3 – La prima impressione conta

Non sottovalutare mai l’aspetto della tua pagina Facebook. La tua foto profilo, la tua foto di copertina e le immagini dei post devono essere di alta qualità e – per quanto riguarda le prime due – devono essere aggiornate spesso, pur restando sempre riconoscibili alla prima occhiata.

 

4 – Allinea la tua pagina Facebook con la tua strategia di branding

Facebook non deve essere l’unico strumento con cui fai branding. Allo stesso tempo, la tua attività su questo canale deve essere coerente con quelle effettuate sugli altri canali: l’esperienza dei tuoi utenti deve essere unica, qualsiasi sia il punto di contatto scelto!

 

5 – Sii presente, la comunicazione è bi-direzionale

Vuoi che il tuo piccolo pubblico continui a seguire in modo partecipe la tua pagina Facebook? Allora tu stesso, per primo, devi essere presente. Non solo pubblicando con una certa frequenza nuovi contenuti, ma anche rispondendo in tempi brevi ai commenti e alle domande degli utenti. Facebook non è un canale mono direzionale!

 

6 – Studia il tuo pubblico

Si potrebbe pensare che, per fare branding, sia più che sufficiente conoscere nel dettaglio sé stessi. Sbagliato: per potenziare e promuovere il proprio brand è doveroso studiare anche il proprio pubblico, le sue esigenze e i suoi desideri. E la tua pagina Facebook, da questo punto di vista, è una vera miniera d’oro: non perdere nessuna occasione per capire meglio la tua audience.

 

7 – Usa delle chiare call to action

Tutti i tuoi post, tutti i tuoi movimenti su Facebook devono avere un obiettivo ben preciso, e devono dunque essere costruiti in modo tale da raggiungerlo: non devi mai pubblicare tanto per farlo! Anche il tuo pubblico, molto spesso, deve essere messo a conoscenza dei tuoi obiettivi. Per questo motivo devi creare delle call to action chiare, che non lascino spazio a dubbi. Stai condividendo un tuo nuovo blog post su Facebook? Allora, nell’introduzione, invita in modo esplicito i lettori a cliccare sul tuo post e a condividerlo!

 

Adesso che conosci le regole per gestire in modo efficace la tua pagina Facebook aziendale e fare correttamente personal branding, mettiti all’opera. La tua attività potrebbe ringraziarti presto.

 

Guest post a cura di Alessandro Mazzù

 

 

Ti potrebbe interessare anche…

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

I flyer cosa sono? Se ti sei posto questa domanda, evidentemente vuoi scoprire di più su questo mezzo (sempre al passo con i tempi) per fare pubblicità sulla tua attività. Ecco cosa c'è da sapere su flyer traduzione e uso in questa piccola guida pensata apposta per...

Fare Articoli di Link building Oggi

Fare Articoli di Link building Oggi

Hai un blog di settore e vuoi farti conoscere in rete? E' tempo di pensare al link building. Scopri come mettere in atto questa strategia e quali spunti interessanti ci sono oggi per ottenere dei validi risultati. Il primo passo, comunque, è lavorare di buona lena e...

Pay Off e Nome, Guida alla Scelta

Pay Off e Nome, Guida alla Scelta

Hai già scelto il nome della tua attività? Sai cos'è il pay off e come puoi abbinarlo al brand? In questa piccola guida cerchiamo di capire di cosa si tratta e come si può sfruttare al meglio pay off e nome per rimanere impressi nella mente dei consumatori e,...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This