Plugin social WordPress: Guida a Social Icon e Auto Posting

plugin social wordpress

Hai un blog e vuoi condividere i tuoi articoli sui social network per arricchire i tuoi profili aziendali e/o professionali? Puoi fare questa attività manualmente oppure usando uno dei tool (a pagamento o free) di social media management presenti sul mercato. C’è anche una terza strada, molto utile nel caso tu abbia una produzione considerevole di contenuti: i plugin social WordPress. Se usi WordPress come CMS (Content management system), esistono delle componenti aggiuntive che consentono l’auto posting dei contenuti, direttamente sui tuoi profili social. Insieme o in alternativa, puoi prevedere delle social icon per consentire ai tuoi lettori di condividere l’articolo che stanno leggendo sui propri social, in modo del tutto autonomo. Vediamo come.

Plugin social WordPress: 3 cose da sapere prima di scegliere

Esistono molti social plugin. Questi permettono non solo di fare auto posting, ovvero di consentire la pubblicazione automatica dei contenuti del tuo sito sui tuoi profili, ma anche di attivare la condivisione dei contenuti da parte degli utenti, grazie alle social icon che metterai in calce ad ogni articolo del tuo sito o blog. In questo caso, tra i plugin social wordpress, sceglierai i plugin social sharing, utili appunto per la condivisione dei tuoi articoli. Se i contenuti sono originali, utili e assolutamente in target, grazie a queste social icon potranno diventare virali!

Leggi anche WordPress, 6 plugin per il content marketing

Detto questo, ecco le 3 cose che devi assolutamente tenere a mente prima di scegliere, eventualmente comprare e scaricare i tuoi plugin social wordpress.

  1. Performance. Devi trovare un equilibrio tra le funzionalità e le prestazioni del tuo sito WordPress. Già, perché il più grande problema dei plugin social risiede nelle performance. Siccome, per poter funzionare, questi plugin devono caricare script aggiuntivi e fogli di stile, potrebbero rallentare il caricamento del tuo sito. E questo è un male, perché puoi facilmente perdere utenti e essere danneggiato anche sul lato SEO (Search Engine Optimization).
  2. Funzionalità. Social plugin con molte funzionalità, hanno più probabilità di inficiare sulle performance del sito web a cui sono collegati, soprattutto in termini di velocità di caricamento. A cascata, questo influisce sulla User Experience, l’esperienza dell’utente, che ne uscirebbe piuttosto ammaccata. Quindi pondera bene la scelta e falla ricadere su social plugin con funzionalità essenziali e meno optional possibili.
  3. Social Icon. Se scegli le social icon per permettere la condivisione dei contenuti da parte dei lettori, concentrati esclusivamente su quelle che riportano alla tua presenza attiva sui social network corrispondenti. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, ovviamente, ma scarica solo quelle dei social che usi di più. Avere poche icone e adeguatamente posizionate diminuisce la confusione nel lettore e aumenta la User Experience di cui parlavamo prima.

Scegli direttamente tu tra migliori plugin di social sharing pensati per WordPress tenendo bene a mente:

  1. I tre aspetti (performance, funzionalità, social icon) di cui abbiamo parlato prima
  2. Il rating e le recensioni dei singoli plugin (visionabili direttamente dal sito WordPress.org)
  3. La frequenza di aggiornamento della componente aggiuntiva stessa.

Tra questi plugin social icon con ottime caratteristiche, ci sono:  Social Media Share Buttons, WordPress Social Sharing, Social Media Flying Icons.

E per quanto riguarda l’auto posting?

Finora abbiamo parlato della possibilità dei lettori del tuo blog di condividere in forma autonoma l’articolo letto sui propri profili social attraverso un bottone (social icon). Non è l’unica cosa che puoi configurare con un plugin sul tuo CMS WordPress. Puoi anche dire a Worpress di condividere in modo del tutto automatico i post che scrivi sul blog sui tuoi profili social. Quali? Quelli che imposterai e sceglierai tu. Dopo, non ti resta che supervisionare che la pubblicazione sia andata a buon fine, non dovrai preoccuparti di farla tu manualmente né, volendo, di usare uno strumento di social media management tipo Hootsuite.

Leggi anche Le migliori piattaforme di social media management

I parametri tra cui scegliere i social plugin per l’auto posting sono gli stessi. Una componente aggiuntiva che rallenta il sito o che va in conflitto con altri plugin presenti (ad esempio quelli dedicati all’ottimizzazione SEO) non va installata.

Blog2Sociale è un plugin di auto posting piuttosto valido e con un rating molto molto alto, così come NextScripts e WP2Social Autgopublish o Social Media Autopublish. Chiedi consiglio al tuo Web Designer o allo sviluppatore del tuo sito su quale componente aggiuntiva è meglio scaricare per ridurre al minimo le possibilità di conflitto o un calo di performance!

Potrebbe essere sufficiente scaricare un solo plug in per l’’posting e settare al suo interno i singoli social, oppure potrebbe essere necessario installare singoli plugin in base al social network in cui si vuole auto postare i contenuti del sito. Ad esempio: auto posting Instagram, autoposting Facebook, Twitter, LinkedIN e via discorrendo.

Instagram è sicuramente uno dei social network più famosi del momento. Tra i plugin social WordPress, quindi, non dimenticarti di impostare l’auto posting per Instagram, a patto che tu abbia già un profilo su questo social!

Tra i social network più usati, invece, c’è sicuramente Facebook. Quindi va da sé che qualunque articolo tu abbia scritto lo debba postare sulla tua pagina Facebook aziendale o professionale e, se pertinente, anche sul tuo profilo. Se hai un account Twitter – o magari se hai solo quello – puoi pensare di installare WPTwitter Autopublish. Se hai un profilo su LinkedIN, invece, prova WP to LinkedIN Autopublish.

Piccola nota di chiusura: sul web è pieno di siti che offrono classifiche sui plugin social WordPress più funzionali o più in voga del momento. Noi non abbiamo fatto nessuna top ten, ma ti abbiamo dato i parametri entro cui scegliere le tue componenti aggiuntive ottimali, in accordo con il tuo Web Designer o sviluppatore. Tutti i social plugin e i plug in per l’auto posting che abbiamo menzionato, li trovi direttamente sul sito WordPress.org.

Ti potrebbe interessare anche…

Siti per vendere online: Shopify

Siti per vendere online: Shopify

Se vuoi aprire il tuo negozio virtuale e sei alla ricerca di siti per vendere online, puoi esplorare Shopify. Non è l'unica piattaforma ecommerce in circolazione, ovviamente, ma si tratta di una soluzione interamente gestita nel cloud e con tante funzionalità da...

Simboli Twitter, mini guida per usarli subito

Simboli Twitter, mini guida per usarli subito

Hai scoperto da poco Twitter ma non hai tempo per imparare cosa dicono le icone sul display. Non scoraggiarti! Ti sveliamo i simboli Twitter in questa mini guida, così potrai usarli subito, sapendone il significato. Vola in alto sui follower! Parti dall'inizio:...

5 Cose che (forse) non sai su Google AdWords

5 Cose che (forse) non sai su Google AdWords

Se sei alle prime armi forse te lo sei già chiesto e se sei navigato, invece, sai già la risposta. Cosa significa Google AdWords? Come dice la parola stessa si tratta della pubblicità con (determinate) parole chiave sul motore di ricerca Google. Per farla breve, non...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This