Le migliori Piattaforme per fare Sondaggi online

21 Set 2020 | Articoli su Marketing

sondaggi online 02

Si parla spesso di sondaggi di opinione, ma sono davvero utili? Se li fai come si deve sì, ti aiutano nelle strategie di marketing. L’importante è che siano accattivanti per l’utente. Abbiamo selezionato per te le migliori piattaforme per fare sondaggi online: ecco come funzionano.

Sondaggi online, ecco a che servono e perché conviene usarli

Più o meno è capitato a tutti di partecipare a un sondaggio di opinione. Ce ne sono di vari tipi: dal telefonico, che ti tiene incollato al fisso per mezzora, a quello cartaceo, che sembra un trattato. Poi ci sono i sondaggi online retribuiti, da piattaforma specializzata. In generale sondaggi, opinioni, statistiche, fanno parte delle ricerche di mercato. Si basano sui feedback del pubblico, che è il “campione di riferimento” della ricerca. L’inventore dei sondaggi è un americano, George Gallup: dal 1932 cominciò ad usarli per le elezioni del Presidente USA. Battendo, con il suo metodo, il Literary Digest, colpevole di aver scelto il target elettorale sbagliato da intervistare! Gli argomenti dei sondaggi spaziano dal lifestyle alla politica, dallo sport al commercio. All’inizio, l’intervistato accetta volentieri di rispondere, ma se i sondaggi sono troppo lunghi rischiano l’effetto macigno. L’utente perde la pazienza e lascia il test a metà. Cosa che non deve succedere, perché i feedback sono preziosi per costruire le strategie aziendali o politiche. E arrivare al successo.

Leggi anche Soddisfazione del cliente: quando i feedback sono importanti

Una buona idea è stata quella di dare, in cambio delle risposte, premi o addirittura pagamenti in denaro, soprattutto per i sondaggi online. Già, perché questi, più degli altri, rischiano che l’utente abbandoni in un secondo, distratto dalle sue faccende. E che non ci ritorni più.

In generale, i sondaggi eseguiti dagli Istituti di Ricerca specializzati scelgono l’intervista telefonica, per assicurarsi che l’utente vada fino in fondo. L’operatore ha il compito di fare le domande e immettere le risposte nel più breve tempo possibile. In cambio l’intervistato non riceve nulla.

4 Motivi per approntare un sondaggio online

I sondaggi online tendono a pagarti pur di farti restare sulla piattaforma. C’è chi ne ha fatto addirittura un lavoro, stratagemma geniale per fidelizzare una massa e attuare il Customer Centric in tutto il mondo. Il vantaggio dei sondaggi online a pagamento, infatti, è proprio questo: disporre di un serbatoio sterminato di risposte provenienti da ogni angolo connesso della Terra. Riassumendo, conviene creare un sondaggio online se:

  • Vuoi immettere sul mercato un nuovo prodotto che soddisfi le esigenze dei clienti
  • Vuoi far crescere il personal branding 
  • Devi pianificare strategie di social marketing
  • Vuoi  avviare un’attività di marketing specializzata in ricerche sul mercato

Leggi di seguito come funziona un sondaggio e quali sono gli strumenti necessari per arrivare al tuo obbiettivo.

5 Punti per creare un sondaggio online di successo

Stai pensando seriamente di ricorrere ad un sondaggio online per la tua attività. E’ uno strumento efficace e puoi realizzarlo attraverso una piattaforma, gratuitamente o a pagamento. Ti diamo qualche dritta su come costruirlo per non fallire:

  • Deve essere breve, con poche domande chiuse. Significa che devi fare domande dirette a risposta multipla, allo scopo di riuscire a fare una statistica utile al marketing
  • Comunica all’utente il risultato del sondaggio quando ha terminato. Si aspetta di essere coinvolto e il minimo che tu possa fare è informarlo
  • Dai un premio all’utente per l’attenzione e il tempo che ti ha dato. Può trattarsi di un coupon, uno sconto,  una gratifica in denaro
  • Scegli la forma anonima. Pensa che l’utente ti sta regalando informazioni sulla sua vita privata e i suoi gusti personali. Potresti avere problemi con le leggi sulla privacy
  • Comincia l’esperimento sui social sfruttando la community a cui appartieni. Se va a buon fine puoi passare ad un vero e proprio sondaggio online professionale.

Gli strumenti per creare un sondaggio sui social sono facili da usare per i principianti. Ecco quali sono:

sondaggi online facebook
Esempio di sondaggio via Facebook
  • Twitter, con lo strumento Twitter Polls. Permette sondaggi all’interno dei propri tweet. Brevissimo e veloce, per domande e risposte mirate. Consigliato per sondare la personal branding
  • Facebook sondaggi. Pubblica poche domande come uno status con foto e scritte. Consigliato se hai una pagina collegata ad un’attività online su un sito web
  • Le Stories di Instagram: quando le pubblichi con immagini o video puoi posizionare al di sopra domande a due risposte. Il vantaggio è che valuti i risultati in tempo reale per capire se i follower approvano o meno ciò che stai facendo.

Leggi anche Come aumentare i clienti usando i social

Se hai bisogno di un sondaggio più impegnativo per avviare il Customer Centric, scegli una piattaforma e crea il tuo sondaggio personalizzato. Abbiamo selezionato per te le migliori piattaforme per fare sondaggi online: scopri quali sono!

Le migliori piattaforme per fare sondaggi online nella tua attività

I sondaggi sui social non ti bastano, hai deciso di costruire un sondaggio online per una statistica da usare nelle strategie marketing della tua attività. Ottima idea, ma sul web le piattaforme online si sprecano e non sai quale scegliere per il tuo Customer Centric. Abbiamo selezionato per te le migliori:

1) SurveyMonkey

Azienda californiana d’impostazione moderna, con sedi in USA, Regno Unito e Australia. La piattaforma ha una grafica pulita ed elementare. Ti chiede di creare un account e ti offre di lanciare subito un sondaggio online con dieci domande gratuite attraverso quattro mezzi a scelta:

  • E-mail da inviare ai tuoi clienti
  • Link da pubblicare online
  • Finestra pop-up per sito web
  • Finestra pop-up direttamente dal blog

I settori d’azione sono davvero molti: si va dalla classica ricerca di mercato a quella politica; dai feedback su eventi e corsi, alla ricerca accademica, ai servizi della Pubblica Amministrazione. Ti offre assistenza spiegandoti il significato di alcuni strumenti, come la Scale Likert per il sistema di punteggio alle risposte e ti mostra i modelli di sondaggio in anteprima, divisi per settori. I prodotti offerti sono due: piano di sondaggio aziendale e piano personale, ciascuno con una lunga lista di opzioni.

2) SondaggioOnline

Piattaforma danese, ha un’interfaccia intuitiva e vari esempi – tutorial per insegnarti come funziona. Dopo la registrazione gratuita hai una piacevole sorpresa: tra i prodotti c’è anche un sondaggio Basic gratuito che dura un mese, con numero illimitato di domande e 350 risposte. Inoltre c’è anche una formula gratuita per studenti e docenti. Interessanti i sondaggi ottimizzati per cellulari, utili se ti rivolgi al target giovanile. Consigliato a chi lavora nel mondo della formazione, dell’editoria e degli eventi culturali.

3) Docs.Google

Il sistema gratuito più semplice per costruire modelli di sondaggi online Google rivolti ai clienti. Ottimo per valutare la customer satisfaction in un’attività di e-commerce o di bed&breakfast. Basta selezionare i moduli preconfezionati nella sezione “Lavoro”, per il feedback sull’evento o il feedback del cliente. Ti dà anche la possibilità di crearne uno nuovo con le domande studiate da te. Il vantaggio è che è possibile il download gratuito dei moduli, nei formati per Pc, Android, iPhone e iPad. Su cui puoi lavorare interfacciandoti con Google Drive e G Suite. Hai un’assistenza, una guida e un forum in cui si raccontano le proprie esperienze di sondaggio. Occhio: non ti dà una mano a diffondere il sondaggio, invece ti dà modo di raccogliere i risultati in fogli scaricabili, che puoi far analizzare da un esperto.

Conclusione

I sondaggi online sono una trovata geniale se hai bisogno di una ricerca di mercato veloce ed efficace. Ma non bastano. Ti consigliamo di analizzare i risultati e pianificare una strategia di marketing con un freelance esperto del settore, per avere successo. Ingaggia subito quello che fa per te!

Ti potrebbe interessare anche…

New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

Continua il viaggio di AddLance tra le nuove professioni. Oggi scriveremo su come diventare Instagram brand ambassador. Scopriremo insieme cos'è il brand, perché ne viene data così tanta importanza e di cosa si occupa esattamente un brand ambassador. Non si sa mai,...

Gestione pagina: come eliminare i falsi Facebook fan

Gestione pagina: come eliminare i falsi Facebook fan

Per ammissione dello stesso Facebook, "le attività fraudolente costituiscono da sempre una piccola porzione delle attività totali su Facebook", ma il social di Zuckerberg è in prima linea per combatterle e garantire una piazza pulita dove aziende e utenti possano...

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

Sei stato ingaggiato per approntare il media plan di una azienda o di una start-up? Sei tu il titolare e hai deciso di metterti all'opera e redigerne uno? Ecco 4 strumenti utili che dovresti conoscere e usare subito. Scopri tutti i dettagli in questo post. Media...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This