Vendere Online: ottimizza le Schede Prodotto

vendere online

Se hai uno degli ecommerce italiani e vuoi vendere online con profitto, una delle cose prioritarie che devi fare è ottimizzare le schede prodotto. Diversamente, le persone non riusciranno a trovare quel che cercano nel tuo store e tu non avrai fatturato nulla.

Ottimizzare le schede prodotto per vendere online in 4 step

Procedendo con questa check-list, puoi rapidamente ottimizzare le tue schede prodotto. Se non sei pratico di SEO (search engine optimization), ingaggia un content editor o un copywriter freelance che possa comporle al posto tuo. Ecco i punti da coprire per avere delle schede prodotto che vendono.

1) Ricerca le parole chiave

In gergo si chiama keyword research ed è l’attività alla base di ogni SEO che si rispetti. Individua le parole chiave che serviranno a comporre e ottimizzare i tuoi testi, in base ai prodotti che vendi e a ciò che il tuo target cerca sul web, in relazione a quei prodotti.

2) Ottimizza on-site

Scrivi con cura il testo senza tralasciare i meta tag. Tag Title, Meta Description e anche le immagini che carichi devono essere correttamente ottimizzati. E’ la conditio sine qua non per farsi trovare sul web. Il Tag Title, infatti, è uno dei primari fattori di posizionamento, compare nella SERP (search engine result page) ed è una delle primissime cose che l’utente legge. Un Tag Title ben fatto invoglia l’utente a cliccare sulla tua scheda prodotto, rispetto a quella di un competitor.

Ugualmente importante è l’ottimizzazione della Meta Description e soprattutto delle immagini, perché molti utenti potrebbero fare una ricerca per immagini e sicuramente i bot di Google le scansionano.

Leggi anche Tag Alt, come usare la SEO per le immagini

3) Alleggerisci

Un sito a caricamento lento perde molti punti sul fronte della SEO. Un ecommerce, soprattutto se molto corposo, potrebbe soffrire di lentezza. Verifica la velocità del tuo sito con strumenti come PageSpeed Insight, WebPageTest o altri tool simili e agisci di conseguenza. L’obiettivo è: velocità di caricamento pagina inferiore a 2 secondi. Se si superano i due secondi per visualizzarla completamente, si rischia di perdere del traffico prezioso. Questo lavoro è meglio che venga fatto per ogni singola scheda.

4) Non duplicare le URL e i contenuti

La presenza di contenuti duplicati penalizza il tuo sito e tra gli ecommerce italiani potrebbe non essere più ai primi posti. Scrivi il testo di ciascuna scheda prodotto in modo chiaro e univoco, rispondendo il più possibile al bisogno di informazione dell’utente che legge.

Parimenti, le URL di ciascuna scheda non devono essere duplicate e il permalink deve essere il più chiaro, univoco e breve possibile. L’ottimizzazione SEO (e le eventuali penalizzazioni) passano anche da qui.

Leggi anche Come realizzare schede prodotto (quasi) perfette

Vendere online, l’importanza del rating nell’ottimizzazione

Anche il rating, visualizzato nel rich snippet nella SERP può aiutare gli utenti a cliccare sulla tua scheda prodotto e magari ad acquistare dal tuo ecommerce. Le valutazioni degli acquirenti sono fondamentali per indirizzare gli acquisti di altri utenti. Se il tuo ecommerce per vendere online è realizzato con WordPress, sappi che esiste un plug-in che puoi installare e che serve proprio a raccogliere “le stelline”. Una volta installato, nella pagina dei risultati sul browser, ciascuna tua scheda prodotto appare come questa.

vendere online esempio rich snippet

Lo scopo del rich snippet è quello di ordinare tra i risultati i prodotti, quelli che si distinguono per rating, informazione sui prezzi e disponibilità del prodotto. Una ricerca pubblicata da Spiegel Research Centre evidenzia il ruolo centrale delle recensioni nel processo di acquisto online: oltre il 95% degli utenti, infatti, legge le recensioni prima di acquistare quel determinato prodotto. E se quest’ultimo è veramente valido, il rating altro non è che pubblicità gratuita!

Adesso sai che requisiti deve avere una scheda prodotto di ecommerce per essere correttamente  ottimizzata. Mettiti subito all’opera, l’aumento del fatturato passa anche da qui.

Ti potrebbe interessare anche…

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

I flyer cosa sono? Se ti sei posto questa domanda, evidentemente vuoi scoprire di più su questo mezzo (sempre al passo con i tempi) per fare pubblicità sulla tua attività. Ecco cosa c'è da sapere su flyer traduzione e uso in questa piccola guida pensata apposta per...

Fare Articoli di Link building Oggi

Fare Articoli di Link building Oggi

Hai un blog di settore e vuoi farti conoscere in rete? E' tempo di pensare al link building. Scopri come mettere in atto questa strategia e quali spunti interessanti ci sono oggi per ottenere dei validi risultati. Il primo passo, comunque, è lavorare di buona lena e...

Pay Off e Nome, Guida alla Scelta

Pay Off e Nome, Guida alla Scelta

Hai già scelto il nome della tua attività? Sai cos'è il pay off e come puoi abbinarlo al brand? In questa piccola guida cerchiamo di capire di cosa si tratta e come si può sfruttare al meglio pay off e nome per rimanere impressi nella mente dei consumatori e,...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This