Aprire un ecommerce e gestirlo: che professionisti ti servono?

aprire un ecommerce

La vendita online diventerà un gigante nel futuro: non puoi permetterti di restare offline se vuoi aumentare i clienti! Ti chiedi come aprire un ecommerce e gestirlo? Leggi subito le nostre dritte per scoprire come fare e a quali professionisti appoggiarti.

Perché aprire un ecommerce è la mossa vincente in questo momento

E’ tempo di ecommerce. Lo sappiamo, fino a un paio di anni fa ti sembrava una situazione lontana, perché l’attività offline ti dava molte soddisfazioni. Ma ora, dopo i cambiamenti forzati post-pandemia, i rivenditori non possono basarsi solo sul negozio fisico se vogliono conservare i clienti. La vendita online ha fatto un grande balzo in avanti, perché raggiunge nuovi mercati anche se il negozio fisico chiude. Si prevede che gli acquisti nei negozi online raggiungeranno il 22% delle vendite al dettaglio globali entro il 2023, rispetto al 14,1% nel 2019.

Insomma, un fenomeno globale che cattura compratori di tutto il mondo, non soltanto quelli della tua zona. Se hai ancora dubbi sulle vendite online ecco per te qualche argomento convincente:

  • L’11,5% delle vendite nel primo trimestre del 2020 sono legate all’ecommerce e la tendenza è in crescita nel 2021
  • Le aziende online vanno oltre all’acquisto offline: perché influenzano il percorso del cliente creando un’esperienza unica con video, storie e servizi personalizzati
  • L’acquisto non si conclude col pagamento della merce alla cassa, come in negozio. L’ecommerce raggiunge i clienti anche dopo. Lo shopping online offre opportunità inclusive che un negozio fisico difficilmente offre
  • Aprire un e-commerce mirato ti dà la possibilità di tenere d’occhio ogni aspetto dell’attività, dalla brand reputation alla spedizione, dalla campagna pubblicitaria al customer care 
  • Creare il tuo sito o la tua pagina di ecommerce garantisce una migliore promozione dei prodotti: c’è il tuo logo e il tuo blog, con i feedback dei tuoi clienti fidelizzati. Così moltiplichi i guadagni in poco tempo. Su una piattaforma online come Ebay o Amazon, non hai lo stesso effetto: i tuoi prodotti fanno parte di una massa e i clienti non si rendono conto che acquistano da te. Non riconoscendo il tuo marchio, mettono più tempo a comprare
  • C’è una fortissima richiesta di siti web e di sistemi ecommerce perché milioni di utenti con i loro cellulari hanno sempre Internet in tasca. Non potendosi spostare liberamente, comprano online, scoprendo vantaggi sconosciuti.

Leggi anche 6 Modi per ottimizzare bene il tuo sito e-commerce

Aprire un e-commerce, tendenze 2021 per la tua strategia vincente

aprire un e-commerce

Oramai lo sai anche tu: l’uso dei mezzi informatici ha fatto passi da gigante e i dispositivi mobili sono diventati pane quotidiano per gestire la vita. Molte attività sbarcano online, sfruttando questa situazione. Alcune hanno cominciato tempo fa, ma rispetto ad ora le strategie sono cambiate. Sia che cominci ora, sia che hai già esperienza nel settore, ti serve un aggiornamento delle tendenze strategiche dell’ecommerce 2021. Ecco una check list delle novità, testata dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e Sviluppo su 3700 consumatori in 9 Paesi, compresa l’Italia.

1) Lo shopping Phygital

Il termine deriva dall’unione tra Phisical e Digital. Chiunque abbia un negozio online nel proprio sito aziendale dà la possibilità al cliente di avere un’esperienza del prodotto da vicino. O anche di ricevere l’ordine in una location attrezzata, dove non viene lasciato da solo in caso di reso.

2) La Realtà Aumentata

Hanno cominciato a usarla i brand del beauty e quelli del fashion che permettono di interagire con il prodotto proprio come in store. I tester e i camerini di prova sono out, le simulazioni vanno alla grande, a patto che siano ben progettate.

3) Lo shopstreaming

Rende più divertente e coinvolgente l’esperienza d’acquisto durante un evento live di shopping, come i saldi e le promozioni.  In questo caso il miglior sito di ecommerce consente impostazioni e tool per chiudere il carrello degli acquisti durante le dirette, catturando il cliente.

4) Più attenzione al DIY

Il “Fai da te”, cresciuto grazie all’aumento del tempo libero degli utenti. I prodotti si vendono a pezzi da montare a casa da soli, seguendo i tutorial, “how to do” che sono anche un ottimo mezzo di fidelizzazione della community. Un progetto avviato già da Ikea, con la vendita online dei pezzi di ricambio dei suoi mobili.

5) Gli unboxing di Instagram

Vengono sfruttati per sfoggiare i propri acquisti, trasformati in user generated content per avere visibilità sui social. Raccontano bene la storia dell’attività, con l’effetto di una vera e propria campagna di content marketing per promuovere il brand.

6) Le email marketing personalizzate

Sono il canale preferito dai merchant per interagire con i propri clienti o potenziali tali: le utilizza l’85% degli utenti contro un 40% che preferisce WhatsApp Business o i Chatbot.

Insomma, non bastano più il vecchio sito o la vecchia pagina Facebook per affrontare alla grande il mercato dell’ecommerce. Se non sai come muoverti per aprire un e-commerce, leggi di seguito chi può esserti utile davvero per diventare competitivo sul mercato.

E-commerce come iniziare: le 7 figure chiave per il successo

aprire un e-commerce

Lo ha scritto anche Forbes, è il momento d’oro delle vendite online e del digital e ne sei convinto anche tu. Ma da solo non puoi certo affrontare tutta la fase di gestione dell’attività, rischi di non ottimizzare bene tempo e investimenti. La cosa migliore è affidarti ad un team di professionisti esperti. La domanda che ti poni è come aprire un ecommerce e gestirlo? Che professionisti ti servono? Dipende dall’impostazione del brand e dal prodotto che vendi. Un team adeguato sa darti tutte le risposte. Segui queste dritte:

  • Scegli un buon Content editor: in Italia solo il 72% dei negozi online investe in social ads; l’ecommerce nazionale preferisce le strategie SEO mirate, capaci di rendere i prodotti del brand facilmente rintracciabili tramite ricerche sul web
  • Ingaggia un Web Designer sviluppatore per costruire un sito dotato delle tools adatte a un’esperienza d’acquisto di tendenza, compresa la Realtà Aumentata. Saprà aiutarti: come iniziare, acquistare il dominio, tutelare la privacy e via discorrendo
  • Serviti di un Visual Merchandiser esperto di retail online, perché anche l’ecommerce ha la sua vetrina da allestire
  • Cerca un esperto di Phygital retail per collegare la vendita online dei tuoi prodotti con quella offline, anche solo un corner shop in uno spazio attrezzato per la consegna degli ordini
  • Rivolgiti ad un Social Media manager o ad un Influencer per le tue campagne su Instragram, Pinterest e TikTok
  • Ingaggia un Videomaker che in accordo con il Content editor realizzi tutorial, storytelling, spot e tutto ciò che fa la differenza del tuo ecommerce rispetto ad altri, garantendo immagini ad alta definizione.
  • Affidati a un professionista esperto di marketing per valutare la tua brand reputation, gestire le statistiche di vendita e decidere le campagne pubblicitarie, i lanci e gli sconti del tuo negozio online.

Leggi anche Web Reputation, come curarla per essere impeccabile

Non dimenticare che il tuo ecommerce deve funzionare soprattutto sui dispositivi mobili: verifica che i pulsanti e le proporzioni del tuo sito siano giuste per lo schermo di uno smartphone. In questo modo la tua azienda sarà sempre raggiungibile, rafforza il marchio, attira nuovi clienti e converte gli acquirenti occasionali in fedeli ambasciatori del tuo prodotto.

Adesso sei pronto per aprire un ecommerce tutto tuo!

Ora sai molto di più dell’ecommerce: come iniziare, a cosa serve e soprattutto a chi rivolgerti per gestirlo alla grande. Cosa aspetti? Lanciati subito sul mercato, cerca i professionisti giusti su AddLance!

Ti potrebbe interessare anche…

Marketing e comunicazione: cos’è il Customer Lifetime Value

Marketing e comunicazione: cos’è il Customer Lifetime Value

Ti chiedi perché l'attività sta languendo: forse non fai niente per tenerla in vita! Ti sveliamo un segreto di marketing e comunicazione: cos'è il Customer Lifetime Value e come si calcola per salvare l'attività che ti sta a cuore. 4 Strategie di marketing per tenerti...

Cos’è e come funziona Magento e-commerce

Cos’è e come funziona Magento e-commerce

Magento e-commerce è una piattaforma open source lanciata nel 2008 e da allora usata per allestire i negozi online con vasta gamma di personalizzazione. Tra tutti i CMS (Content Management System) in circolazione è forse la soluzione più complessa ma proprio per...

Motore di ricerca immagini: 3 cose che (magari) non sai

Motore di ricerca immagini: 3 cose che (magari) non sai

Hai mai sentito parlare di un motore di ricerca immagini? Ti sei mai chiesto a cosa mai potrebbe servirti? Ebbene sì, esistono e servono e sono – naturalmente – molti più di uno. Ecco 3 cose sui motori di ricerca per immagini che forse ancora non sai e che potrebbero...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This