Puntare sul coinvolgimento degli Utenti per aumentare le Visite al tuo Sito

aumentare le visite

Ci sono milioni di articoli in rete su come aumentare le visite al tuo sito. Sembra però che ci sia un po’ di carenza nella qualità di informazioni in merito alla fidelizzazione degli utenti. Il successo di un sito è solitamente misurato non solo sulla quantità di nuovi utenti, ma (anche e soprattutto) in base a coloro che si iscrivono e sono interessati al materiale che hai da dire o da mostrare. La comunicazione in ambito aziendale è troppo influenzata dalle nuove tecnologie: i bot e le live chat possono consentire un dialogo con gli utenti, ma le interazioni sono ben lontane dall’essere percepite come umane e genuine.

Gli utenti ricevono ancora le mail promozionali e spam, newsletter generiche e messaggi poco pertinenti che hanno come solo scopo il click bait ovvero il cliccare su un pulsante per acquistare un prodotto o per far compiere un’azione. Viene fatto poco per sviluppare una relazione con un’azienda. I clienti sono prima di tutto persone, abituate a conversazioni emozionanti. E nelle interazioni, la maggior parte dei marchi fa tutt’altro – riducendo la fiducia dei consumatori. Man mano che l’interazione col cliente avviene sempre più tramite gli strumenti della rete, quello che i business guadagnano in termini di risposte istantanee lo sacrificano dal lato della ricchezza delle informazioni fornite.

1) Aumentare le visite al sito web: valore al tempo che l’utente passa sulle tue pagine

È per questo motivo che per l’utente deve valere la pena occupare il suo tempo navigando tra le tue pagine. Dare valore implica evitare tutte quelle informazioni futili e perditempo, girare intorno ad un argomento e non andare dritti al punto. Le persone non navigano sul web con la stessa attenzione con la quale leggono un libro. Scorrono i vari articoli e leggono i dettagli che sembrano loro più importanti. Non perdono tempo con informazioni che a loro non interessano.

Ogni cosa che pubblichi sul tuo sito dovrebbe essere di elevata qualità. Se necessario, prenditi del tempo in più per fare le dovute ricerche per rendere i tuoi post di prim’ordine e mostrare ai tuoi utenti che ti interessa di loro.

Non inserire contenuti solo perché vuoi rispettare una tabella di pubblicazione: rendili preziosi per i tuoi lettori, perché si rendano conto che stai davvero portando valore e non stai pubblicando così tanto per fare.  Mantenere un elevato standard qualitativo nei contenuti ti permetterà di aumentare il numero di visite dei tuoi utenti più affezionati. Per questo dovresti prendere spunto dal mondo della TV e più precisamente da Netflix e dalle sue serie di maggior successo.

2) Per aumentare le visite al sito web usa il cliffhanger e trasforma gli utenti in lettori seriali delle tue pagine

Qual è quell’elemento che tiene incollati i telespettatori episodio dopo episodio, stagione dopo stagione, in trepidante attesa? Esatto, hai indovinato, alla fine di ogni episodio e di ogni stagione, hanno un’anteprima di quello che accadrà nel futuro grazie a trailer e spoiler. Suddividere i tuoi contenuti in porzioni più piccole ma distribuite in serie è un metodo infallibile per fare in modo che i tuoi utenti tornino da te in maniera continuativa e si appassionino ai tuoi contenuti, segnalandoli anche ad amici e conoscenti, facendo aumentare vertiginosamente le visite al tuo sito. Questo elemento, nel linguaggio dello storytelling è chiamato cliffhanger.

Leggi anche Cos’è lo Storytelling veramente?

L’esempio più semplice sono i post di blog a puntate. Potresti voler iniziare una serie indicando come titolo dell’articolo o del video “Creare un sito di successo, parte 1″, comunicando alle persone che ci saranno altri contenuti in arrivo sullo stesso argomento. Un altro cliffhanger è l’inserimento all’interno dei contenuti della frase che riporti ad un altro contenuto già pubblicato come ad esempio: “Assicurati di dare un’occhiata all’episodio X, già disponibile, di questa serie” creando una rete di link che aumenti l’engagement e le visite alle pagine del tuo sito.

Leggi anche Come aumentare i clienti usando i social

Una delle azioni più utili che puoi fare per aumentare le visite al tuo sito è coinvolgere i tuoi visitatori, creando degli spazi dove gli utenti possano dare le loro opinioni e venire ascoltati. Risposte e commenti ai post di blog, creazione di forum e di pagine social sono solo alcuni degli strumenti che puoi creare quasi gratuitamente per dare il via ad una conversazione e coinvolgere in modo più profondo i tuoi utenti.

Anche l’iscrizione alla tua newsletter è un modo per inviare anteprime ai tuoi iscritti in modo che siano sempre interessati e coinvolti riguardo i tuoi contenuti. Qui entrano in gioco ben altri tipi di strategie più avanzate come il retargeting e il remarketing.

3) Aumentare le visite al sito con una strategia a pagamento: piccola introduzione al retargeting e al remarketing

Il retargeting, conosciuto anche con il nome di remarketing, è una forma di pubblicità online che ti permette di mantenere il contatto con l’utente che ha visitato il tuo sito anche dopo che se n’è andato. È quella tecnologia che, in modo anonimo, segue il tuo pubblico sul web. Questo viene fatto tramite dei codici chiamati pixel, invisibili all’occhio umano ma che tracciano le abitudini di navigazione di tutti i tuoi utenti.

Se, per esempio, il lettore abbandona il tuo sito senza acquistare o iscriversi ma comunque ha mostrato interesse controllando i tuoi contenuti, puoi fare in modo di stare in contatto con lui, mostrando specifiche pubblicità relative ai tuoi prodotti o servizi mentre naviga su altri siti web, usa i social media o fa una ricerca su Google.

Leggi anche Cerchi un modo di fare pubblicità? Prova la native advertising

Nonostante gli immani sforzi che stai facendo per lanciare o mantenere online la tua attività, hai solo pochissimi secondi per convincere l’utente che vale la pena seguirti e convincerlo a diventare tuo cliente chiedendo un preventivo o effettuando una vendita. Al giorno d’oggi, il 96% degli utenti abbandona un sito web senza fare alcuna azione, solo dopo aver dato un’occhiata alla pagina principale. E questo dato non vale solo per i nuovi utenti ma anche per quelli già consolidati.

Ecco perché c’è sempre più necessità di individuare strategie di traffico che aumentino le visite al sito. E spesso gli sforzi profusi per generare nuovo traffico ti occupano così tanto tempo che non riesci a dedicarti alla conversione degli utenti esistenti in clienti paganti. Ed è qui che viene in aiuto il retargeting, automatizzando il processo di “recupero” degli utenti.

Ti potrebbe interessare anche…

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

Sei stato ingaggiato per approntare il media plan di una azienda o di una start-up? Sei tu il titolare e hai deciso di metterti all'opera e redigerne uno? Ecco 4 strumenti utili che dovresti conoscere e usare subito. Scopri tutti i dettagli in questo post. Media...

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

Se stai pensando di ospitare un guest post sul tuo sito o stai facendo tu attività di guest blogging, leggi questo articolo. Ti riassumiamo quali sono i 3 passi fondamentali per creare correttamente un guest post e trarre il massimo dei vantaggi da questa attività di...

SnapChat APP: non sottovalutare il  fantasmino

SnapChat APP: non sottovalutare il fantasmino

Conosci (e usi) solo i social network più famosi? Leggi qui, forse sottovaluti "il fantasmino": ecco infatti cosa dovresti sapere su SnapChat e SnapChat APP, un social definito "secondario" che non lo è affatto. Includilo pure nella tua strategia di digital marketing...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This