Espandere il Mercato con una Campagna pubblicitaria grazie alla Localizzazione

27 Mar 2019 | Articoli su Marketing

campagna pubblicitaria localizzazioneChe cos’è la localizzazione? È una tecnica di adattamento di un testo (di una campagna pubblicitaria) che, nel passaggio da una lingua all’altra, presta particolare attenzione al pubblico d’arrivo. Lo scopo della localizzazione è quello di trasportare un messaggio e inserirlo in un nuovo terreno geografico, linguistico e socioculturale. È quindi il processo di adattamento di un prodotto o di un servizio per un pubblico specifico. E se questo metodo venisse sfruttato per portare un messaggio pubblicitario in ciascun paese del mondo?

In un contesto di globalizzazione, le imprese cercano di conquistare il mercato internazionale e vincere la concorrenza. Nel momento in cui una pubblicità varca i confini nazionali, diventa un atto di comunicazione interculturale rivolto a destinatari con lingua e cultura diverse. Quando combiniamo il desiderio di persuadere il pubblico con quello di riportare un messaggio culturalmente efficace, ci rendiamo conto di quanto sia complesso creare campagne promozionali per conto di multinazionali che producono e vendono in tutto il mondo.

La campagna pubblicitaria localizzata è efficace? Sì se soddisfa un target specifico

Ed ecco che diventa utile la localizzazione, che apporta un punto di vista più commerciale alla traduzione, diventando il punto di fusione tra un prodotto e un determinato mercato locale. Con questa tecnica vengono rispettate le diversità dei popoli a cui ci si rivolge, adattando il messaggio al mercato di riferimento. Perciò, l’annuncio pubblicitario trasmesso nel paese di destinazione dovrà essere capace di soddisfare le esigenze e i gusti di uno specifico gruppo di consumatori. Si cerca sempre complicità con il potenziale cliente alludendo ad una realtà socioculturale che solleciti quello che è già nella sua mentalità. Conoscere una cultura permette un migliore adattamento della lingua, ma anche del linguaggio, dello stile e del tono che si usano: avendo familiarità con le tradizioni, è anche più facile riconoscere diversità, tonalità e sfumature.

Leggi anche Come tradurre una campagna pubblicitaria in modo efficace

Proprio per questo, negli ultimi anni si sono sviluppati studi cross-culturali che analizzano le personalità e gli stili comunicativi dei popoli, alla base delle differenze di comportamento tra gli utenti. La localizzazione, quindi, presuppone una conoscenza dettagliata di lingua e cultura tanto di origine quanto di destinazione. Un’azienda che mira al successo su scala internazionale deve inserirsi in un processo linguistico ma anche interculturale per cui a volte, a seconda del paese, si realizza lo spot di uno stesso prodotto in modo completamente diverso.

Una campagna pubblicitaria non è fatta solo di parole. E’ fatta anche di cultura

La pubblicità non è fatta solo di parole, è fatta anche di cultura. Proprio per questo motivo, per riuscire a creare una campagna internazionale di successo, il contenuto del messaggio deve adeguarsi alla società a cui ci dirigiamo di volta in volta. Molti equivoci ed errori commessi in quest’ambito sono dovuti a ricerche di marketing inadeguate o a una mancata conoscenza dei consumatori a cui ci si rivolge. Quando ci troviamo di fronte a una pubblicità bisogna prima di tutto capire:

  • quale prodotto si promuove
  • chi è l’emittente
  • a chi si rivolge
  • qual è il suo scopo comunicativo.

Bisogna infatti interpretare strategie e forme espressive di una réclame per adattarle alle più disparate situazioni culturali e di mercato. Rimanere fedeli all’originale con una traduzione letterale sarebbe un errore di comunicazione, dato che l’intento è quello di mantenere la funzione del testo, non di riprodurne la forma. Per trasferire una campagna pubblicitaria da una lingua ad un’altra occorre creare un’intesa con consumatori sempre diversi, in modo da garantire che il prodotto si inserisca in modo naturale nel mercato locale, entrando in sintonia con le esigenze del pubblico di destinazione.

Leggi anche Aumenta i tuoi profitti con la native advertising

Quindi, chi si occupa della localizzazione deve studiare bene il destinatario per scoprirne i gusti, lo stile comunicativo, i valori culturali, i tabù.

Campagna pubblicitaria internazionale: il professionista che ti serve si chiama localizzatore

Il localizzatore diventa parte attiva nell’espansione di un’azienda all’estero e il protagonista del processo di internazionalizzazione dell’impresa. Esperto linguista, viene investito di una missione culturale per soddisfare il mercato di destinazione e consigliare le strategie di ampliamento, deve essere agile, persuasivo e creativo.

  • Agile, per saper riconoscere le funzioni e gli obiettivi della pubblicità originale.
  • Persuasivo, per rendere credibile e convincente anche il testo adattato ai valori specifici di un’altra cultura, rispondendo alle aspettative dei nuovi consumatori ed evitando possibili incomprensioni.
  • Creativo, per ricreare messaggi arguti quanto l’originale, che giochino con la lingua e con l’immagine.

 

Guest post a cura di Giulia Rovai

 

Ti potrebbe interessare anche…

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

Sei stato ingaggiato per approntare il media plan di una azienda o di una start-up? Sei tu il titolare e hai deciso di metterti all'opera e redigerne uno? Ecco 4 strumenti utili che dovresti conoscere e usare subito. Scopri tutti i dettagli in questo post. Media...

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

Se stai pensando di ospitare un guest post sul tuo sito o stai facendo tu attività di guest blogging, leggi questo articolo. Ti riassumiamo quali sono i 3 passi fondamentali per creare correttamente un guest post e trarre il massimo dei vantaggi da questa attività di...

SnapChat APP: non sottovalutare il  fantasmino

SnapChat APP: non sottovalutare il fantasmino

Conosci (e usi) solo i social network più famosi? Leggi qui, forse sottovaluti "il fantasmino": ecco infatti cosa dovresti sapere su SnapChat e SnapChat APP, un social definito "secondario" che non lo è affatto. Includilo pure nella tua strategia di digital marketing...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This