Colonne sonore gratis e non: come scegliere il Soundtrack del tuo Spot

colonne sonore gratis e non

Stai progettando un video fresco fresco per il nuovo spot pubblicitario aziendale, ma ti manca la giusta colonna sonora e non ti raccapezzi fra diritti d’autore e stili musicali? Non abbatterti, ti diciamo noi cosa devi sapere sulle colonne sonore gratis e non, su come scegliere il soundtrack del tuo spot e dove andarlo a cercare.

Le 6 caratteristiche della colonna sonora del tuo video che fa centro

Il brand ha bisogno di uno spot tutto nuovo per ripartire sul mercato. Il progetto va a gonfie vele, ma ora è in fase di stallo per via del soundtrack. Sai bene che la musica rientra nell’esperienza persuasiva: la colonna sonora che fa centro risponde a requisiti di marketing ben precisi:

  • Si rivolge ad un target d’ascolto corrispondente ai clienti del brand
  • Ha un mood associabile  al messaggio dello spot, per sviluppare empatia in chi guarda (e ascolta)
  • Contiene ritmi giusti: per esempio, se promuovi un massaggio speciale in una Spa, lo scegli lento e rilassato. Se pubblicizzi il Gran Premio di Formula Uno, lo scegli più smart
  • Indovina gli strumenti e il genere musicale: se commenta una scena romantica, probabilmente usa il pianoforte classico invece della chitarra elettrica
  • Miscela sapientemente note e testi parlati. Se il tuo video è fatto soprattutto di immagini, la musica prevale. Viceversa, se contiene molte parti parlate, la musica è solo un supporto e il soundtrack rafforza il messaggio
  • E’ per sola voce solo nel caso di mancanza di parti parlate, mentre è un pezzo strumentale nel caso che il parlato ci sia.

Il soundtrack rafforza il messaggio

Decidi subito se usare musica conosciuta o non conosciuta. La prima scatena un meccanismo di memorizzazione, ma può facilmente distogliere l’attenzione dalle immagini e quindi dal prodotto.

Un esempio riuscito è lo spot di Fastweb, famosa azienda di telecomunicazioni, on air dal gennaio 2020. La testimonial è la campionessa di nuoto Simona Quadrella, simbolo vincente di coraggio, velocità e stabilità. Valori associati al lancio del 5G su tutto il territorio nazionale, che permette molte più attività online. Il sottofondo musicale alla Quadrella che gareggia è una canzone degli Aerosmith del 1973, “Dream on”. Il suo refrain (ritornello) ha un forte impatto emotivo, abbastanza famoso da essere riconoscibile, ma non così popolare da distogliere l’attenzione dal brand e dal servizio. L’idea è piaciuta al punto che è entrata tra le canzoni di film come “Miracle” e “Cuore cattivo”, nel trailer di “Argo” ed è soundtrack di videogiochi come “Guitar Hero: Aerosmith” e serie TV come “Glee”.

Che sia famosa o sconosciuta, per una colonna sonora già esistente vanno pagati all’autore i diritti d’uso, stipulando un vero e proprio contratto. Lo stesso se decidi di ingaggiare un compositore che realizzi una colonna sonora tutta nuova. Se il tempo stringe e il budget è limitato, ti consigliamo di cercare tra le colonne sonore gratis e non, disponibili online. Leggi di seguito tutto quel che devi sapere per fare la scelta migliore.

Leggi anche Diritto d’autore, il contratto di cessione

Colonne sonore gratis e non: scegli nel rispetto dei diritti d’Autore

L’uso di una buona colonna sonora dello spot è diventato necessario nel web, che pullula di advergame, tutorial, app mobili e viral video. Ad alti livelli il sound branding promuove eventi e contest, procurando sponsorizzazioni ai concerti che aumentano la brand reputation.

Il tuo video non può permettersi una colonna sonora costosa? Niente paura, ecco alcune preziose dritte sulle colonne sonore gratis e non, e su come scegliere il soundtrack del tuo spot:

  1. Bastano 0,146 secondi per reagire ad un suono; regolati dunque sulla durata della colonna sonora per suscitare le sensazioni giuste nel pubblico. Così sai se ti occorre una traccia intera o solo un brano di pochi secondi
  2. Sappi che non esiste musica senza Copyright. Esistono però siti web di musica protetta da Copyright, che si può usare nei video, anche promozionali, con licenza gratuita Creative Commons. In cambio di recensioni e credits. In parole povere, tu hai l’unico compito di contraccambiare pubblicizzando il sito. Oppure lasciando i tuoi dati di registrazione utente, usati nel marketing musicale
  3. Un’alternativa sono i marketplace, dove compri tracce intere o brani di colonne sonore a pagamento, ma a prezzi low cost. Il costo base parte da meno di 5 dollari o da meno di 10 Euro
  4. Valuta l’uso della Libreria di Musica gratuita Youtube con moltissime tracce poco note, suddivise per generi musicali. La comodità è che sono divise anche in base allo stato d’animo ed altri criteri emozionali.  Utilissimo se devi costruire un messaggio mirato
  5. Ti serve una traccia famosa per il tuo soundtrack? Vai alla libreria di Youtube dall’Editor Video e scarica musica popolare di artisti famosi. A patto che monetizzi il tuo video, però. Insomma, hai una compartecipazione ai guadagni, dividendoli con l’artista proprietario del canale da cui hai preso il pezzo. Quindi devi creare un canale anche tu, pubblicando il tuo video. Se scegli questa soluzione, occhio alle licenze: non basta che siano Creative Commons, accertati che concedano l’uso per fare spot pubblicitari
  6. Ricorda che le canzoni con voce sono disponibili nelle due versioni,  con e senza voce, in modo da poter costruire il soundtrack adatto seguendo la sceneggiatura del video.

Le nostre dritte ti sono state d’aiuto per capire come scegliere il soundtrack del tuo spot? Ora vorrai sapere dove cercare i file musicali che ti servono per realizzarlo! Ricorda che la condizione royalty-free impone che non devi renderli disponibili al download e che non devi venderli. Puoi usarli esclusivamente come colonna sonora del tuo video promozionale. Chiarito questo, ecco  di seguito una selezione di siti dove cercarli.

Leggi anche Cerchi un doppiatore per il tuo spot? Ingaggia un freelance!

Hai scelto il soundtrack del tuo spot, ecco i siti dove cercare la musica

Hai le idee più chiare su come deve essere la colonna sonora del tuo video. Cercala online, tenendo presente che ogni piattaforma ha regolamenti e condizioni diversi, da leggere attentamente. Ecco una selezione di quelle più indicate ai vari casi:

1. Colonnesonoregratis.it, è marketplace e blog. Trovi annunci di musicisti che offrono intere compilation a disposizione per i video, esempi di spot famosi e notizie utili sul Copywright

2. Bensound.com, con brani gratuiti e rilasciati sotto licenza Creative Commons Attribution – NoDerivs 3.0, per l’uso a scopi promozionali di un prodotto. Le condizioni di questa particolare licenza sono due:

  • Attribution, cioè devi segnalare l’autore della musica con un link al sito
  • No Derivative Works: non sono permessi cover e rifacimenti dei brani, sarebbero un plagio

3.  Smartsound.com, con una sezione FAQ in cui trovi tutte le informazioni sulle tracce per uso promozionale. Ci sono anche le regole per la monetizzare su YouTube. E una funzione per personalizzare la lunghezza del brano scelto

5. Licensing.jamendo.com, che offre l’uso su abbonamento oppure licenze a pagamento per brani da usare a scopo promozionale. Un sito di professionisti della musica, in realtà creato per diverse tipologie di progetti. I prezzi partono da 9,99 Euro, col diritto di usare la traccia acquistata per sempre

6. Ccmixter.org, una community che promuove il remix musicale sotto licenza Creative Commons  per l’uso promozionale e pubblicitario.

Conclusioni

Una cosa è certa: per scegliere la migliore colonna sonora di un nuovo spot da lanciare subito sul mercato, un professionista freelance è quello che ci vuole. Buttati subito e buona ripartenza!

Ti potrebbe interessare anche…

Google MyBusiness: come far trovare a tutti la tua attività

Google MyBusiness: come far trovare a tutti la tua attività

Se stai cercando in rete cos'è Google My Business, leggi il nostro post. Ti spiegheremo in poche parole (semplici) come puoi usare questo servizio per far trovare a tutti la tua attività. Scopri di più su Google MyBusiness, il servizio messo a punto da Google per...

Vendi di più grazie al Conversion Marketing!

Vendi di più grazie al Conversion Marketing!

Vendi online? Tieni sempre d'occhio il tasso di conversione per mettere a punto una strategia di marketing profittevole e attuale. Chiedi consiglio al tuo marketer di fiducia e non solo: ecco cosa puoi fare grazie al Conversion Marketing, per i tuoi siti, blog e...

Simboli Twitter, mini guida per usarli subito

Simboli Twitter, mini guida per usarli subito

Hai scoperto da poco Twitter ma non hai tempo per imparare cosa dicono le icone sul display. Non scoraggiarti! Ti sveliamo i simboli Twitter in questa mini guida, così potrai usarli subito, sapendone il significato. Vola in alto sui follower! Parti dall'inizio:...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This