Come Modificare le Foto: 7 Strumenti per avere Scatti Perfetti

18 Apr 2018 | Articoli su Fotografia

come modificare le foto: strumenti per post produzione (immagine in evidenza)Quante volte ti è capitato di rivedere al computer le fotografie che hai scattato durante una gita, un viaggio oppure ad una festa e accorgerti solo dopo di alcune imperfezioni o di particolari che avresti potuto migliorare in fase di scatto?

Ormai il gioco è fatto e non puoi più tornare indietro a scattare nuovamente la stessa foto. Una soluzione però esiste, ed è quella di intervenire con una pratica chiamata post produzione che ti può aiutare a migliorare sensibilmente un’immagine fotografica. Puoi addirittura pensare di togliere quel difetto, quell’ombra, quel riflesso che fa del tuo scatto un’immagine insufficiente o appena accettabile, trasformandola in qualcosa di straordinario e di grande impatto visivo ed emotivo. Attenzione però: servono almeno 2 requisiti fondamentali.

 

Prima di scattare… i 2 requisiti fondamentali per migliorare le foto

Puoi avere a disposizione tutti i software del mondo, da quelli disponibili online a quelli più costosi, da quelli più conosciuti e famosi a quelli più semplici ed economici, ma qualunque intervento migliorativo vorrai eseguire sulla tua fotografia, non potrai fare a meno di due requisiti fondamentali.

  1. Pazienza: la pazienza è direttamente proporzionale al tempo impiegato. Non puoi pensare di migliorare una fotografia intervenendo in 2 minuti sull’immagine che vedi a video. Per ottenere i migliori risultati potrai impiegarci anche 2-3 ore, a seconda dei casi. Se hai 10 fotografie fai pure il conteggio dei minuti che dovrai dedicare. Più avrai pazienza e migliori saranno le modifiche che potrai fare.
  2. Qualità di scatto: ricorda bene una cosa determinante: più lo scatto è buono fin dal principio, più il tuo miglioramento sarà notevole, tangibile e soprattutto ti richiederà meno tempo. Cerca quindi di ottenere una buona fotografia fin da quando ti appresti a impostare la fotocamera prima dello scatto, osservando la luce, l’inquadratura e i parametri di scatto.

I parametri di scatto sono quelle impostazioni che è possibile settare direttamente dalla fotocamera prima di eseguire lo scatto. Nello specifico sono:

  • il tempo di esposizione
  • i valori ISO
  • il tipo di messa a fuoco
  • la lunghezza focale (lo zoom)
  • l’esposizione
  • il bilanciamento del bianco

Quelli citati sono i principali, ovvero quelli che più sono in grado di condizionare la resa di un’immagine. Nelle impostazioni della macchina fotografica è possibile impostare tutti questi valori manualmente oppure lasciare decidere alla fotocamera in automatico, o ancora intervenire solo su alcuni lasciando in automatico gli altri. La foto ideale e tecnicamente perfetta è quella che ha tutti i parametri impostati nel modo più corretto in relazione allo scenario da fotografare. Un programma di fotoritocco è utile per modificare i valori che non sono ritenuti corretti, migliorandoli e portandoli il più possibile verso i valori più idonei.

 

Come modificare le foto: intervenire su un’immagine ovvero l’importanza della post produzione

Per migliorare un’immagine esistono più metodi, alcuni più impegnativi, altri meno, taluni più semplici, altri più complessi. Qui trattiamo degli strumenti migliorativi che richiedono un intervento in post produzione, ovvero quelli che più richiedono il lavoro al computer. Tra questi esistono programmi disponibili online, già inseriti nelle diverse suite di Windows o Apple o che richiedono l’acquisto di una licenza d’uso.

 

Come modificare le foto: software gratuiti per il miglioramento delle immagini

Quando si acquista un computer con sistema operativo Windows o Apple, solitamente vi sono dei programmi di visualizzazione foto e anche di modifica delle stesse. Ecco i più conosciuti.

  • Microsoft Foto in Windows 10: è il visualizzatore di foto solitamente predefinito che permette però di intervenire sull’immagine modificando qualche parametro. Oltre a dare la possibilità di ritaglio e di inclinazione (utile per raddrizzare ad esempio gli orizzonti), permette un miglioramento fotografico automatico su cui però è possibile intervenire successivamente, lasciando al software i parametri di modifica. Il miglioramento dell’immagine è possibile quindi sceglierlo e tararlo a proprio piacimento, oppure lasciar decidere tutto al computer, con la possibilità però di ottimizzare ulteriormente il risultato qualora il PC prendesse decisioni che non sono da noi ritenute valide. È possibile regolare la luce, incrementando la luminosità, così come la gamma colore (saturazione). Inoltre esistono alcuni filtri preimpostati che creano un effetto artistico alle immagini. Un’opzione è specifica per rimuovere gli occhi rossi dalle foto ritrattistiche e un’altra è utile per eliminare le imperfezioni o piccole macchie. È possibile gestire il tutto in maniera molto intuitiva e semplice, ottenendo un discreto risultato.

 

  • Gimp: è un software gratuito open source che si avvicina molto al famoso Photoshop. Richiede una discreta preparazione, ma essendo free è possibile sperimentare diverse possibilità con delle fotografie e vedere come possono cambiare gli effetti delle immagini. Compatibile con Windows, Apple e Linux è scaricabile dal sito ufficiale e ha un’interfaccia chiara, in cui alla sinistra trovi gli strumenti di lavoro, alla destra i pannelli per gestire i vari livelli e al centro in alto i diversi menù presentano filtri e comandi.

 

  • Irfan View: nonostante possa confondersi con Photoshop e Gimp è ben diverso. Questo infatti non è un software di fotoritocco completo, ma è un visualizzatore di immagini che presenta delle funzioni di ritocco, utili, immediate, intuitive e sicuramente apprezzabili. Molto facile ad esempio l’impiego dello strumento “Timbro Clone” con il quale potrai celare difetti ed eliminare imperfezioni, ma potrai anche applicare dei filtri e agire sotto molti aspetti della gamma colore e della saturazione.

 

  • Pixlr di Autodesk: software gratuito online che permette di modificare le immagini seppure non presenti funzioni complete come Photoshop o Gimp. Ti bastano pochi click per poter agire e migliorare sensibilmente le tue fotografie, mettendo filtri e cornici, oppure ottimizzandole per la pubblicazione social. Una volta sul sito, puoi aprire una tua immagine che hai nell’hard disk e iniziare la modifica tramite l’editing La strumentazione si trova prevalentemente in alto e sulla sinistra, ricalcando l’impostazione grafica di Photoshop.

 

Come modificare le foto, i migliori software di fotoritocco a pagamento

Tra i più famosi programmi di editing fotografico vi è sicuramente Photoshop, ma non è il solo. Ne esistono in quantità industriale, ma ci soffermiamo solo su pochi. Eccone alcuni.

 

  • Adobe Photoshop: è il software di editing più conosciuto. Completo in ogni sua forma è disponibile per piattaforma Mac e Windows. Grazie al programma è possibile intervenire con lavori anche in maniera “pesante”, modificando addirittura gli sfondi, facendo fotomontaggi, cambiando la fisionomia dei soggetti, eliminando elementi ingombranti delle tue immagini. Rappresenta sicuramente il riferimento del settore e ha tracciato la strada anche per altri programmi concorrenti. Un modo per intervenire in maniera migliorativa tangibile è quella di sovrapporre immagini realizzate con parametri diversi al fine di ottenere un’unica fotografia. Pressoché perfetta.
  • Adobe Lightroom: è un programma che rappresenta un primo passo, per poi passare a Photoshop. Si presenta completo e compatibile anche con il sistema operativo di Apple e consente di modificare le fotografie con lo scopo di migliorare i parametri di scatto utilizzati con la fotocamera. Aprire le ombre, schiarire alcune parti, valorizzare il contrasto, togliere il velo di foschia che spesso alcune fotocamere creano, sono solo alcune tra le principali operazioni in grado di migliorare una fotografia.
  • Movavi Photo Editor: il costo è abbordabile e rappresenta un investimento minimo che varrebbe la pena fare. Sistema di fotoritocco abbastanza completo e ben strutturato. Potrai togliere le imperfezioni al viso dei soggetti, schiarire zone in ombra, levigare la pelle, ringiovanire la zia, eliminare oggetti indesiderati, come i fastidiosi cavi dell’alta tensione, “giocare” con gli sfondi e sostituirli, aggiungere filtri e donare alle tue immagini effetti creativi. Ideale per Mac, ma disponibile anche per Windows.

Guest post a cura di Massimo Airoldi

Potrebbe interessarti anche: I Migliori Programmi di Grafica, la Guida Definitiva alle Suite per i Creativi

Ti potrebbe interessare anche…

Come stampare Foto (e dove)

Come stampare Foto (e dove)

Ciascuno di noi ha centinaia di foto salvate sulla memoria dello smartphone o del computer. Le foto scattate racchiudono i ricordi più belli della propria vita: dalle feste assieme agli amici e alla famiglia fino ad eventi e cerimonie, come lauree, comunioni,...

Watermark fotografia: programmi e usi

Watermark fotografia: programmi e usi

Sei un professionista delle immagini? Meglio salvare i tuoi lavori dai pirati del web, se vuoi conservare i tuoi diritti! Si chiama watermark fotografia: scopri tutto su come migliorarlo e i programmi e gli usi efficaci in grado di tutelare le tue opere. Watermark...

A cosa serve la Ricerca inversa delle Immagini su Google

A cosa serve la Ricerca inversa delle Immagini su Google

Ti sei mai chiesto a cosa serva la ricerca inversa delle immagini su Google? Questa funzione ti è utile se hai necessità di avere maggiori informazioni su una data immagine o se vuoi vedere in quali formati e in quali siti è pubblicata in giro per il web. Puoi fare...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This