Come usare il Fumetto online per fare Pubblicità

fumetto online

Il fumetto nella pubblicità sembra una cosa vecchia, legata alla carta. Forse non sai che oggi va alla grande anche nelle versioni online: con il fumetto promozionale i consumatori si ricordano immediatamente del brand e lo seguono. Ovviamente va progettato in maniera strategica: leggi come usare il fumetto online per fare pubblicità anche oggi, aumentando la tua visibilità.

Pubblicità con i fumetti, scopri com’è iniziato il successo

La pubblicità con i fumetti nasce nei Comics books degli anni Trenta, ovviamente fatti di carta. L’apripista è Popeye, in italiano Braccio di Ferro, disegnato per la prima volta in una striscia nel 1929. All’inizio, questo marinaio romantico che fa a pugni, vince sempre dopo aver strofinato la testa della gallina Bernice. Ben presto scatta un meccanismo di empatia nel pubblico americano, soprattutto nei bambini. Il marketing pubblicitario se ne accorge e studia il modo di sfruttare il fumetto, approfittando di una bufala scientifica.

Con un fumetto ben fatto può scattare subito il meccanismo di empatia

Dal 1890, infatti, i nutrizionisti americani hanno pubblicato i valori di ferro contenuto in tutte le verdure: ma il tipografo che ha stampato la tabella, mettendo una virgola al posto sbagliato, ha fatto risultare che gli spinaci ne contengono 10 volte di più rispetto al vero. Da questa svista nasce l’idea commerciale: il messaggio viene inserito proprio nelle storie di Popeye, che per diventare forte comincia a mangiare un intero barattolo di spinaci.

L’effetto della campagna attraverso i fumetti, diffusi a tamburo battente, è esplosivo: durante la Grande Depressione le vendite di spinaci in America salgono del 33%, fino a essere, per 10 anni, il terzo alimento più amato dai bambini, dopo il gelato e il tacchino. Con la Seconda Guerra Mondiale il fumetto si rinnova con un’altra mossa furba: i disegnatori vestono il marinaio Popeye con la divisa bianca da Marines, facendone un simbolo di vittoria. Popeye è stato talmente utile ad aumentare le vendite degli spinaci, che il Texas e l’Arkansas gli hanno dedicato vari monumenti, eleggendolo eroe del made in USA.

Rispetto a uno shooting fotografico il fumetto online è molto più economico

Negli anni Cinquanta scatta l’ora del fumetto pubblicitario anche in Italia: per esempio, i gelati Eldorado della Algida vengono promossi da Cocco Bill, il cowboy sgangherato dei fumetti di Jacovitti. I fumetti pubblicitari sbarcano ovviamente anche in televisione, sotto forma di cartoni animati. Il loro successo è arrivato fino a noi: nell’era di Internet vengono usati dai brand più famosi. I disegni sono un po’ cambiati, ma l’idea resta vincente: leggi di seguito come usare il fumetto online per fare pubblicità anche oggi.

7 Buoni motivi per usare (oggi) il fumetto online

La prima domanda che ti farai sul fumetto online, è perché devi usarlo per pubblicizzare il tuo brand. Se la storia di Popeye non ti ha aperto ancora gli occhi, ecco 7 buoni motivi per provarlo:

  1. Cattura facilmente la curiosità degli utenti, soprattutto se è fulmineo nei suoi messaggi pubblicitari
  2. Resta nella memoria di chi lo guarda, aumentando la fidelizzazione dei clienti anche meglio di una app. Il segreto sta nel creare dipendenza: sii costante nel pubblicarlo, inserendo una novità grafica ogni tanto, con il messaggio pubblicitario. Vedrai che non ti molleranno più
  3. Rispetto ad uno shooting fotografico, ad un blog o a uno storytelling, il fumetto online è  molto più economico e raggiunge lo stesso risultato. Però va ideato e progettato come si deve
  4. E’ sicuramente originale, perché incentrato sul tuo prodotto
  5. Si condivide sui social molto facilmente, come succede ai Meme, originando una campagna virale con poca spesa
  6. E’ allegro, qualità apprezzata da qualsiasi utente, online ed offline!
  7. Il fumetto online non pone limiti di scene, colori, effetti e messaggi da trasmettere. E’ lo strumento più flessibile da usare per una campagna pubblicitaria ed il più semplice. Basta rivolgersi ad un team di esperti freelance per realizzarlo.

Leggi anche Storia di Anna Laura Cantone, illustratrice di successo

Il team che fa per te (nel quale è presente anche un illustratore e un esperto di marketing) è in grado di ideare e realizzare il tuo fumetto online seguendo queste 8 fasi:

  • Studio del prodotto che vuoi lanciare, attraverso foto scattate da più angolazioni. Sono molto importanti la forma del packaging e i colori, perché entrano nel  fumetto, disegnati a mano libera
  • Indagine di marketing per ideare il messaggio pubblicitario da trasmettere nel fumetto.
  • Scelta del tipo di fumetto: una vignetta, una striscia, un cartone animato
  • Ideazione del soggetto e storyboard, in caso si tratti di una striscia o di un cartone animato
  • Disegno a mano libera dei personaggi, testimonial del tuo prodotto nella pubblicità. Come Popeye, dovranno dare l’esempio, suggerire un servizio o un consumo, affascinando il cliente
  • Veste grafica allo storyboard, attraverso tanti bozzetti di prova, fino ad arrivare a quello giusto
  • Approvato il bozzetto definitivo, si passa ai disegni ben rifiniti a matita, poi inchiostrati a china con il pennino
  • Se il fumetto è fisso, si scansiona con una risoluzione a 300 dpi. Si aggiungono i testi e si colora digitalmente con Photoshop. La definizione, i colori, i formati, dipendono dal dispositivo digitale usato dall’utente per connettersi: il responsive web design ti dà una mano in questo.

Leggi anche Cos’è un Meme e come usarlo nel marketing aziendale

Se scegli l’animazione per il tuo fumetto pubblicitario online, il processo è più lungo, ma l’effetto sarà di maggiore impatto. Ecco di seguito degli esempi di campagne pubblicitarie importanti con i fumetti online.

Come usare il fumetto online per fare pubblicità anche oggi, gli esempi vincenti

fumetto on online Pickle Rick Pringle
Pickle Rick Pringle

Il fumetto online è spesso animato, ma anche vignette singole e strisce tradizionali funzionano, a patto di essere condivisibili sui social. Uno dei fumetti pubblicitari di maggior successo sfrutta una vera e propria serie animata. Si tratta di Pringles, famoso marchio di snack salati prodotto dalla Kellogg’s. Al brand, infatti, è piaciuto molto il messaggio del cartoon di Adult Swim, giunto alla quinta stagione.

I fumetti online funzionano a patto di essere condivisibili sui social

Subito ha ingaggiato gli autori per una limited edition, con spot della durata di 30 secondi. Il famoso cilindro di patatine ha per protagonista Pickle Rick, scienziato geniale che si trasforma in cetriolo sottaceto per evitare la seduta di terapia familiare, ordinata dalla scuola. Come cetriolo, però, vive le avventure più pazze, attirando il target di consumatori per eccellenza, gli adolescenti alle prese con la scuola. I mini spot di Pringles hanno migliaia di visualizzazioni su YouToube.

fumetto online della Red Bull

Più vicino al mondo delle vignette tradizionali, il fumetto Red Bull, l’energy drink commercializzato da Dietrich Mateschitz, è soprattutto televisivo. Ma molto condivisibile sui social, perché gli spot durano solo 15 secondi. Ideato dall’agenzia Kastner, non ha personaggi fissi, e ironizza sugli effetti della bevanda, partendo da una grafica leggera. Il messaggio sposa in pieno il verbal nail, che resta simpaticamente inchiodato nel cervello.

fumetto online iniziativa "Proteggi il cuore di Roma"

Infine, un fumetto online può anche salvare una città: a Roma il regolamento di Polizia Urbana è stato pubblicato su Facebook in stile Manga. Addirittura ritrae la sindaca Raggi in veste di eroina, in una serie di scene educative destinate ai ragazzi. A dimostrazione che il fumetto online è ancora il mezzo più simpatico per comunicare un messaggio pubblicitario, di qualsiasi natura. Anche se si tratta di personal branding.

Conclusioni

Ricapitolando, il fumetto pubblicitario non è affatto morto, anzi è più vivo che mai! Ancora oggi è una bella alternativa a tutti gli altri strumenti del marketing promozionale online. Affidati a un vero team di esperti freelance per realizzarlo e vedrai che il tuo brand diventerà super popolare!

Ti potrebbe interessare anche…

Come usare al meglio i Render fotorealistici

Come usare al meglio i Render fotorealistici

La tecnologia delle immagini è al top: ogni giorno spunta un nuovo strumento per dare corpo alle idee creative. Se non sai ancora come usare al meglio i render fotorealistici, leggi tutto sui software del 2021. 6 Motivi per usare render fotorealistici nei tuoi...

Font eleganti per Graphic Designer

Font eleganti per Graphic Designer

Mostra la tua competenza grafica anche nei dettagli! Trova font calligrafici in corsivo per un lavoro che non passa inosservato. Se non sai come fare, leggi  quali sono i font eleganti per Graphic Designer professionisti che ti permettono di risaltare. Font corsivo:...

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

Flyer Traduzione e Uso: 4 Cose da sapere

I flyer cosa sono? Se ti sei posto questa domanda, evidentemente vuoi scoprire di più su questo mezzo (sempre al passo con i tempi) per fare pubblicità sulla tua attività. Ecco cosa c'è da sapere su flyer traduzione e uso in questa piccola guida pensata apposta per...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This