Google Training Center: Vantaggi e Svantaggi

Google Training Center Per parlare di come mai Google ha intuito di dover creare uno strumento come il Google Digital Training è, secondo me, necessario fare prima qualche brevissimo cenno storico. Partiamo dagli Anni ’30: poco meno di un secolo fa si veniva a delineare l’ espressione “Rivoluzione tecnica e scientifica” , è in questi anni che scienza e la tecnologia vengono ad assumere un ruolo completamente nuovo. Negli Anni ’70, poi, ha inizio “l’Era dell’ informazione” e si comincia a prendere confidenza con quella che poi sarà la vera “Rivoluzione digitale”. 

Verso la fine degli Anni ‘80, meno dell’1% dell’informazione mondiale tecnologicamente archiviata, era in formato digitale, mentre lo era in una percentuale del 94% nel 2007. L’anno 2002 segna l’inizio dell’Era digitale, poiché quest’anno è considerato il momento in cui l’umanità è stata capace di immagazzinare una maggiore quantità di informazione in una forma digitale, piuttosto che analogica.

 

Leggi anche Cerchi freelance italiani? Ecco tutti i neologismi della rete

 

Bene, siamo nel 2019 e non intendo tediarvi con tutto ciò che è successo negli ultimi 17 anni in termini di digitalizzazione, quindi passerò direttamente al punto in cui Google si è inventato un’area di formazione completamente digitale, tramite la quale si può imparare ad utilizzare il web al meglio, sfruttandone le potenzialità. Il concetto fondamentale è che i singoli, le imprese e l’intera economia possono crescere con relativamente poco sforzo e Google desidera che tutti abbiano le competenze digitali necessarie a trarre vantaggio della rivoluzione tecnologica in atto.

 

Piattaforma Google DM: Vi sembra troppo facile o troppo bello per essere vero?

 

La risposta è no, perché non lo è affatto, o meglio: non è poi così facile, ma è bello ed è vero. Molti di voi saranno probabilmente un po’ scettici (come lo ero io) sul fatto che tutorial e test siano sviluppati in modo completamente digitale e, sicuramente, tra le prime cose che avete pensato c’è qualcosa come “troppo facile fare un test a casa, si potrà copiare/barare/suggerire… e quale validità potrà mai essere riconosciuta ad un certificato ottenuto in questo modo?”. Per darvi una risposta basterebbe invitare ognuno di voi ad intraprendere la formazione e fare il test, basteranno pochissimi passi per ritrattare quello che probabilmente è stato così facile pensare.

 

Innanzitutto, la piattaforma di Google Digital Marketing (GDM) è molto ben strutturata per argomenti e mira a far acquisire specifiche skill. Una volta scelto ciò che è più utile per voi si comincia: potete suddividere l’apprendimento in base al vostro tempo, cominciarlo, lasciarlo e riprenderlo appena vi è possibile. I gradini per arrivare al test finale non sono pochi e sono fatti di step intermedi con dei mini-test da superare, ma se non vi scoraggerete, ne uscirete soddisfatti.

 

Nel mio caso, una volta finita la formazione, ho tentato subito il test, sottovalutandolo. L’ho dovuto fare tre volte prima di passarlo e ottenere il mio certificato: non pensate di poter trovare le risposte su internet o nei vostri appunti, che avrete sicuramente sott’occhio, perché questo test avrà una doppia funzione: vi farà ottenere la tanto agognata certificazione e fisserà nella vostra mente i concetti appresi. Il test vi costringerà a ragionare per poter dare le risposte giuste e non sarà possibile farlo alla leggera. Insomma, il Google Training Center ha studiato, ancora una volta, le sue mosse nel dettaglio, nulla è lasciato al caso.

Google Training centerHo ottenuto la certificazione di GDM a fine 2018, stimolata dal fatto che ad un colloquio di lavoro mi venne richiesta in maniera piuttosto esplicita, questo a dimostrazione del fatto che è un certificato ufficialmente riconosciuto e richiesto. Da allora, ho imparato a conoscere le potenzialità di questo training, ho continuato a tenermi aggiornata e continuerò a farlo, perché è qualcosa in cui personalmente ho credo molto.

 

 

Certificazioni del Google Training Center: gli svantaggi? Praticamente nessuno

 

Svantaggi? In tutta onestà non ne ho proprio trovati, soprattutto perché il training di Google è completamente gratuito. Quindi se non trarrete vantaggio dal certificato o anche solo dal corso, perché magari il test potreste non riuscire a superarlo, al massimo avrete perso un po’ del vostro tempo, niente di più, niente di meno.

 

Concludo dicendo che il messaggio implicito e fondamentale che sta alla base della formazione di GDT è che, a prescindere dal discorso marketing, ogni specialista che fa già marketing offline può trasporre il suo business online, ottenendo, con il minimo sforzo, grandi risultati.

 

Pensate a tutti quei negozi che fino a pochissimi anni fa avreste trovato solo offline: ora potete fare la spesa on-line, potete comprare frutta biologica, potete andare anche dal panettiere. E siamo solo all’inizio. Che tutto questo renda scettiche ancora molte persone è un discorso che non verrà affrontato in questa sede, ma il fatto che si sta digitalizzando anche tutto ciò che non sembrava digitalizzabile è un fatto.

 

Leggi anche Digital Economy? Tutto merito delle API, ecco spiegato il perché

 

I corsi digitali del Google Training Center: 24 corsi gratuiti da principiante a avanzato

 

Sono in tutto 24, gratuiti e riguardano la digitalizzazione in senso ampio. Da Come farsi trovare online dai clienti al marketing digitale vero e proprio, scandagliando le seguenti macro-aree:

 

  • Dati e tecnologia
  • Marketing digitale
  • Sviluppo professionale

 

I corsi sono gratuiti e la maggior parte delle certificazioni sono a costo zero. Tuttavia alcuni partner didattici potrebbero applicare una tassa all’esame finale/certificazione. Per iscriversi ad un corso e frequentare le video lezioni è sufficiente accedere al portale Google Training Center da qui e creare un account (o accedere con le credenziali Gmail).

 

Guest post a cura di Laura Santini

Ti potrebbe interessare anche…

Tik Tok marketing: i consigli per promuoversi bene

Tik Tok marketing: i consigli per promuoversi bene

Forse non lo sai, ma TikTok è diventato un social network da più di 800 milioni di utenti mensili nel mondo. Nel 2021 le aziende dinamiche lo usano per promuovere il proprio brand! Leggi subito cos'è il Tik Tok marketing e i nostri 3 consigli per promuoversi bene ed...

Tre idee di upsell per far crescere la tua attività

Tre idee di upsell per far crescere la tua attività

Non perdere tempo, è arrivato il momento di far crescere gli affari online. Scopri subito la tecnica di marketing che dà i risultati migliori: leggi tre idee di upsell per far crescere la tua attività e raggiungi nuovi obiettivi! Upsell traduzione e significato: una...

Come inviare file pesanti, WeTransfer &CO.

Come inviare file pesanti, WeTransfer &CO.

Il lavoro di editing, il progetto di Interior Design, il tuo portfolio: sei pronto per l'invio dei file, ma hanno dimensioni pazzesche e non ci riesci! Non disperarti: leggi come inviare file pesanti, strumenti come WeTransfer ti aiutano, se segui le nostre dritte!...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This