Cerchi Freelance italiani? Ecco tutti i Neologismi della Rete

Cerchi Freelance italiani? Ecco tutti i Neologismi della Rete

5 Set 2019 | Esperienze, Notizie

freelance italiani neologismi della reteIl mercato del lavoro ha sempre più bisogno dei freelance italiani che lavorano da remoto anche a singoli progetti. Leggi una check list dei neologismi della rete che li riguardano e i loro significati. Sarà più facile trovarli.

Smart working e freelance italiani: perché non puoi più fare a meno di ingaggiarli per far crescere i tuoi affari

Il lavoro del freelance va di pari passo con l’uso della tecnologia e le aziende furbe colgono al volo l’occasione di ridurre i costi delle utenze, ingaggiandoli sempre più spesso. Studi scientifici confermano che, grazie a loro, in azienda:

  • la produttività aumenta di circa il 15%
  • l’impegno a raggiungere il risultato è maggiore del 37%
  • il coordinamento e la condivisione dei dati cresce di circa il 33% rispetto al team in presenza.

I settori in cui raggiungono il top sono quelli della Comunicazione, Progettazione, Assistenza e Marketing: una bella fetta di economia che richiede uno smart working all’altezza. Attenzione però: gli step di ricerca, scelta e ingaggio del freelance ideale, nelle piattaforme specializzate, devono essere chiari e semplici. Cominciando dai termini che vengono usati nei vari settori.

Leggi anche Lavoro freelance da casa: il futuro di molti

Prima di ingaggiare freelance italiani, scopri i neologismi della rete per dialogare con lui e ottenere ciò di cui hai bisogno

Il mondo del freelance è pieno di neologismi legati alla rete: per questo ti consigliamo di leggere questa check list di termini, per capire a cosa si riferiscono. Ad esempio, se cerchi un esperto di Comunicazione, le parole che incontrerai più spesso sono:

  • App: sta per “Applicazione” ed offre una gamma sterminata di servizi, permettendoti di interagire velocemente con i tuoi clienti, che ne fanno uso sul loro tablet
  • Hashtag: indispensabile sui social per rendere virali annunci, offerte speciali, eventi
  • Blog: lo strumento più usato online per rafforzare il peso dell’azienda nel mercato
  • Brand identity: sta per “identità del marchio” e rappresenta le qualità del prodotto da valorizzare, per catturare nuovi clienti e fidelizzare i vecchi
  • Copyright: è il “Diritto d’Autore”, va rispettato per Legge ogni volta che usi un testo, una grafica, un’immagine che non ti appartengono, per fare pubblicità al tuo prodotto o stipulare contratti
  • Editing: revisione di uno scritto, indispensabile prima di pubblicare un libro, una brochure, uno Storytelling o un semplice post su Facebook

Leggi anche Emoticons e nuove Emoji: uso sui social media

  • Emoticons: le famose “faccine”, indicano le reazioni del pubblico ai post pubblicati sulla tua pagina aziendale Facebook o Instagram. Utili per calcolare il tasso di gradimento di un post e decidere le strategie pubblicitarie
  • Followers: sono l’obbiettivo principale per l’Influencer, il blogger o il social media manager che gestiscono pagine social del brand. L’alto numero di “seguaci” permette di ottenere guadagni con la pubblicità
  • Influencer: vive sotto i riflettori e con le sue scelte dirige i gusti del consumatore, contribuendo a incentivare la brand identity
  • Logo: immagine esclusiva,  indispensabile all’azienda per diffondere il nome del prodotto tra i clienti, a qualsiasi livello
  • Marchio (Brand): comprende il Logo e un Verbal Nail, rappresenta l’azienda sui documenti legali, in tutto il mondo. E’ vincolato da Copyright

Leggi anche Cosa significa taggare, guida pratica al social networking

  • Post: Scritto di caratteri limitati, che accompagna video e immagini su Facebook. Strumento efficace per avviare un’azione di network
  • SEO: sta per Search Engine Optimization cioè “ottimizzazione per i motori di ricerca”. Indispensabile per fare in modo che nella navigazione su internet la tua attività sia facilmente reperibile
  • Storie: in gergo le fotogallery o i video postati sulle pagine Instagram che raccontano ai tuoi clienti cosa fai e come. Importanti per ottenere followers e like
  • Storyboard: è una sequenza di immagini o di testi assemblati in modo da trasmettere un concetto, un messaggio, un racconto o una conoscenza. Molto usato da aziende e professionisti per le presentazioni agli investitori

Leggi anche Vendere di più con il Visual hammer del brand

  • Storytelling: sorta di sceneggiatura che crea un focus su un’attività o un prodotto allo scopo di pubblicizzarlo
  • Verbal nail: letteralmente “chiodo verbale”. Un’espressione scritta e verbale che rafforza l’impatto del prodotto, facendolo ricordare ai consumatori
  • Whiteboard animation: ultima frontiera per aziende e professionisti, è la presentazione animata di un concetto, un messaggio, un racconto o una conoscenza
  • WordPress: la piattaforma software più usata per la creazione di contenuti testuali o multimediali da distribuire a mezzo sito web

I neologismi dei freelance italiani, da conoscere quando hai bisogno di un progetto, di assistenza o di marketing

1) Ecco la check list dei termini più usati  nella Progettazione

  • Concept: è l'”idea” guida del progetto, sia architettonico, sia grafico, sia di retail
  • Design: lo studio della linea migliore per dare forma agli oggetti
  • Gadget: un piccolo oggetto studiato per diffondere il tuo brand. Si regala ai clienti o agli amici e può diventare un vero cult se ci sai fare

Leggi anche Gadget, come inventare un oggetto di tendenza

  • Packaging: tutta la gamma di “confezionamento” dei prodotti. Quando è ben studiata è utilissima per aumentare le vendite
  • Portfolio: un album di lavori grafici che può aiutarti a valutare l’esperienza e l’abilità di un freelance
  • Realtà aumentata: alto livello di rendering interattivo che consente a chiunque di entrare nel modello virtuale di un oggetto gemello di quello reale, non  ancora realizzato. Utile per dialogare con i clienti
  • Rendering: modello dinamico tridimensionale di un oggetto, usato per la messa a punto del progetto finale col cliente
  • Restyling: è un’operazione necessaria per il Logo o il Marchio, quando non rappresentano più un’azienda oppure  la resa grafica è vecchia rispetto alle nuove tecnologie
  • Website: il classico sito internet studiato per essere presenti in rete con la propria attività. Quello per l’e-commerce è più complesso rispetto agli altri

2) Passiamo ai termini utili se cerchi freelance italiani nel settore Assistenza

  • Chatbot: un servizio di segreteria multimediale per i tuoi clienti, che si inserisce nel sito web. Se ben progettato li fidelizza alla grande
  • Planning: operazione fondamentale nel wedding e negli eventi in genere. Senza una buona pianificazione non arriverai agli obbiettivi!
  • Team: chi ha detto che il freelance agisce da solo? puoi ingaggiare anche un gruppo di freelance, che ti segua nelle varie fasi creative

Leggi anche 10 Piattaforme chatbot utili per la gestione clienti della tua azienda

3) Infine, ecco i neologismi legati al settore del Marketing

  • E-commerce: il commercio online, che può avvenire da una piattaforma o da una pagina business di Facebook, costruite in maniera intelligente, sfruttando i dati statistici dei like e delle condivisioni
  • Geolocalizzazione: strumento per intercettare il luogo in cui svolgi la tua attività, attraverso una mappa ben costruita, facilitando i clienti a raggiungerti

Leggi anche Aumentare i clienti usando il Geomarketing

  • Mission: è l’obbiettivo finale che ti poni per guadagnare. Deve essere chiaro a tutto il team
  • Personal branding: la costruzione e pubblicizzazione delle qualità commerciali, basata sulla conoscenza dei gusti del mercato. Vale per qualsiasi attività
  • Start-up: quando sei agli inizi e non sai a che santo votarti, pur avendo un’idea brillante per una nuova attività. Un team di esperti freelance italiani (o internazionali) può seguirti fino al decollo dell’azienda
  • Trend: la “tendenza” dei comportamenti del consumatore, online ed offline: conoscerla ti aiuta a progettare una buona strategia di retail
  • Visual marketing: l’arte di colpire il cliente presentandogli il prodotto in un certo modo

Conosci i neologismi della rete e parti alla ricerca del tuo freelance

La fortuna di avere un freelance, è che si può beneficiare di una professionalità on-demand di alto livello, risparmiando sui costi, con un ottimo rapporto qualità/prezzo: cercalo subito!

 

Ti potrebbe interessare anche…

Come scegliere la migliore posta Pec

Come scegliere la migliore posta Pec

Sei un freelance e vuoi sapere come scegliere la migliore posta Pec? Leggi qui. In questo post di spiegheremo cos'è il domicilio fiscale e perché devi avere un indirizzo di posta certificata (a pagamento o pec gratuita). Posta pec: leggi qui prima di aprire la tua...

7 Consigli per gestire il tempo in modo efficace

7 Consigli per gestire il tempo in modo efficace

Lavori da freelance online, da un po' di tempo accusi stress da troppo lavoro. Ma è davvero così? Non è facile gestire il tempo in modo efficace e produttivo: segui i nostri consigli per riuscirci alla grande senza rinunciare a guadagni e relax. Stress del freelance,...

Come scegliere l’Università e fare centro (subito)

Come scegliere l’Università e fare centro (subito)

Hai dubbi su che Facoltà scegliere? Se hai voglia di proseguire gli studi dopo il diploma, leggi qui. Ti spieghiamo come scegliere l'Università (e come scegliere la Facoltà giusta) per fare centro subito. Ridurrai così al minimo il rischio di perdere preziosi anni di...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This