Come creare o cercare Hashtag popolari su Twitter

9 Dic 2019 | Articoli su Marketing

hashtag popolari twitterSe hai una attività che pubblicizzi anche sui social network, sappi che hai dalla tua uno strumento importante: gli hashtag popolari. L’hashtag non è altro che una parola chiave preceduta dal simbolo # che viene messa a corredo del post e che aiuta il post stesso (articolo, news) ad essere indicizzato e a ottenere maggiore visibilità.

Il primo social network ad avere introdotto gli hashtag come parte integrante della propria strategia è stato Twitter. Ma anche Facebook, LinkedIN e i social visuali come Pinterest e Instagram hanno presto seguito la scia. Così ogni post che viene pubblicato sulla rete, se corredato dal proprio hashtag, viene indicizzato per quella parola chiave e come tale può essere cercato e visualizzato dagli utenti.

Alcuni, poi, diventano veri e propri hashtag popolari, ovvero di tendenza. E chi li usa, fa ovviamente bingo.

Come cercare hashtag popolari su Twitter

Su Twitter gli hashtag funzionano come aggregatori tematici. Significa che i post che li contengono possono essere visualizzati anche da chi non “segue” la pagina del profilo. Una marcia in più, insomma, per le attività o le persone che cercano visibilità attraverso Twitter e in generale attraverso i social network.

Un tweet con hashtag può essere visto anche da chi non segue il profilo, dai non follower

Ma come si cercano gli hashtag popolari su Twitter? Entrando nel social dal proprio profilo, sulla sinistra in alto c’è un riquadro contrassegnato con il simbolo #. Cliccando, compare un riquadro con la scritta Tendenze per te. Lì sotto vengono elencati gli hashtag di tendenza, appunto, aggiornati in tempo reale. Usarli nei propri post garantisce una maggiore visibilità a tutti coloro che organizzano il proprio flusso di informazioni sulla base degli #di tendenza.

 

hashtag popolari Twitter

Quindi, cercando tra le parole chiave popolari puoi confezionare il tuo tweet, semplicemente digitando l’hashtag preceduto dal simbolo #. Questo semplice comando permette a Twitter o a qualunque altro social network di creare un vero e proprio collegamento ipertestuale, colorando la parola di blu (nel caso di Twitter o Facebook) o grassettandola (nel caso di LinkedIn, ad esempio). Chiunque può cliccare sull’hashtag e visualizzare tutti i post che lo contengono come se fossero una playlist.

Leggi anche Cosa significa taggare? Guida pratica al social networking

 

Come creare hashtag popolari

Un hashtag utile e valido è quanto più specifico possibile. Meglio evitare hashtag troppo generici che non garantiscono adeguata visibilità. Ad esempio, meglio #nomefilm piuttosto che #film e basta. E se non c’è già l’hashtag che serve? Beh, puoi sempre crearlo e magari se hai fortuna potrebbe diventare a sua volta di tendenza o un vero e proprio hashtag popolare. Ne sanno qualcosa le aziende cinematografiche e quelle che si occupano del (spesso relativo) merchandising.

Se vuoi creare un hashtag per lanciare una nuova versione del tuo prodotto di punta, un nuovo prodotto o una nuova collezione o proporre un servizio innovativo e targettizzato, è la creatività a regnare sovrana. Ricordandoti sempre che per creare hashtag che generino visibilità è necessario evitare parole chiave generiche a vantaggio di parole specifiche. Il perché è presto detto.

Leggi anche Sai che taggare le immagini può aiutare la tua azienda?

Gli hashtag generici sono usati da molte più persone ed emergere nel fiume di tweet quotidiano è quasi praticamente impossibile. Meglio andare sullo specifico e magari, per cercare di far emergere il proprio articolo, affiancarlo ad un hashtag più generico. Inserendone un massimo di 2-3 per tweet. Anche su Twitter, infatti, vale la regola: poco è meglio.

L’hashtag è uno strumento molto potente di comunicazione uno-molti

L’hashtag popolare diventa tale anche quando è creato ex-novo. Si può crearne uno, a patto che sia comprensibile, pronunciabile e da mandare a memoria facilmente e poi usare sempre lo stesso in tutti i post della propria community virtuale (ovvero nei tweet o post che visualizzano i follower).

Poi ricorda: nel flusso vorace di comunicazione social quotidiana, la popolarità di un hashtag può estinguersi in poche ore o giorni, soprattutto se legato ad eventi che esprimono per loro natura una temporaneità. Hashtag più originali, invece, possono durare di più nel tempo, soprattutto se ben targettizzati all’interno della community di riferimento.

 

Ti potrebbe interessare anche…

Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

Packaging significato e uso: micro-guida per imprenditori

Se stai cercando su Google la stringa "packaging significato" è perché, probabilmente, devi decidere in merito per confezionare i tuoi prodotti prima di lanciarli sul mercato. Oppure perché hai in mente un restyle aziendale che includa anche l'identità visiva. Abbiamo...

Inbound marketing cos’è e come puoi servirtene

Inbound marketing cos’è e come puoi servirtene

Non sai l'inbound marketing cos'è? Se ti appresti a sfruttare questa strategia per la tua attività professionale, ecco in sintesi cosa sarai chiamato a fare insieme al tuo esperto di fiducia: aiutare potenziali clienti a trovare la tua azienda (prodotti/servizi)...

New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

Continua il viaggio di AddLance tra le nuove professioni. Oggi scriveremo su come diventare Instagram brand ambassador. Scopriremo insieme cos'è il brand, perché ne viene data così tanta importanza e di cosa si occupa esattamente un brand ambassador. Non si sa mai,...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This