Mail marketing, creare email che vendono

creare email mail marketing

L’email marketing è un modo piuttosto economico e ad alto impatto per recapitare ai tuoi clienti e potenziali clienti il tuo messaggio. Uno degli obiettivi dell’email marketing è proprio quello di creare email che vendono. Per fare questo hai bisogno di un professionista copywriter esperto nella creazione di contenuti finalizzati alla vendita e di un po’ di dimestichezza nell’uso della posta elettronica e delle newsletter.

Creare email: la mailing list è il tuo obiettivo

Prima di creare email che vendono hai uno step da eseguire: creare mailing list. Una mailing list è una lista di contatti (mail, appunto) di persone potenzialmente interessate a quello che hai da proporre e a cui indirizzerai la tua email di vendita. Se non sai come creare una mailing list, sappi quanto segue.

Leggi anche Come scrivere una newsletter: 5 punti per renderla (quasi) perfetta

Esistono molti modi per creare mailing list profilate utili ai tuoi scopi di email marketing. E’ un’attività molto importante e da svolgere con cura. La prima cosa di cui hai bisogno è un lead magnet. Un lead magnet è un contenuto o un vantaggio che il lettore può ottenere in cambio dei suoi dati (di solito, appunto, l’indirizzo email). Il contenuto può essere un e-book gratuito, un buono sconto, un template, qualunque cosa possa essere utile. I dati di questi utenti interessati confluiranno nella tua mailing list che potrai usare per creare email che vendono.

Un altro metodo per crearsi una lista di contatti è il classico scambio dei biglietti da visita durante incontri di lavoro, incontri con clienti o potenziali clienti, business meeting e via discorrendo. Trascriverai in seguito – magari con l’aiuto di un data entry professionista se tu non ne hai il tempo – i dati che ti servono nel tuo database.

Ancora: se hai un sito web (vetrina o blog) discretamente frequentato, ottimizzalo con l’opt-in form. Chiedi al tuo web master di inserirne uno! Così, se un cliente (customer) o un potenziale cliente (prospect) visita il tuo sito e vuole mettersi in contatto con te, userà il form presente nel sito compilandone i campi richiesti (di solito nome, email e a volte numero di telefono). Non richiedere troppi dati, per non rendere il processo di compilazione difficoltoso. Adesso che sai come creare una mailing list, passiamo allo step successivo.

E’ il momento di preparare una sales letter

Adesso entra in gioco il tuo copywriter freelance che avrai ingaggiato per l’occasione. Se non sai farlo tu perché non sei pratico del mestiere, sarà lui a scrivere per te il testo da inviare. In poche parole affiderai al copy il grande compito di creare email che vendono. Seleziona dunque con cura il professionista al quale ti vuoi affidare, chiedendogli anche di mostrarti un suo portfolio di lavori e – se possibile – i risultati che ha ottenuto con i suoi testi persuasivi. Come si prepara una sales letter? Ecco i passi:

  • Individua il target corretto (che può essere l’intera mailing list o un segmento della stessa)
  • Crea una nuova mail
  • Inserisci nella nuova mail il testo persuasivo che avrai preparato
  • Invia ai destinatari selezionati.

Una sales letter che si rispetti deve essere scritta “come se tu fossi il cliente che la riceve”. In poche parole devi metterti nei suoi panni e allinearti alla sua prospettiva. Scrivi in modo facile da leggere, come se si trattasse di una conversazione amichevole. Scrivi periodi brevi e paragrafi brevi, cercando di mantenere sempre viva l’attenzione del lettore.

Leggi anche L’email marketing è ancora utile? Scoprilo!

Creare email: cosa devono (assolutamente) contenere per vendere?

Improrogabilmente, i testi per l’email marketing devono contenere

  • Un oggetto mail accattivante che invogli il lettore ad aprire la mail stessa
  • Un incipit o riga di apertura “forte” in grado di incuriosire il lettore
  • Un body-copy eseguito a regola d’arte, sfruttando la comunicazione persuasiva e la prassi tipica dei testi orientati alla vendita (di cui il tuo copywriter saprà sicuramente e che abbiamo accennato nel paragrafo precedente)
  • Una call-to-action, detta anche chiamata all’azione, ovvero ciò che desideri che i lettori facciano una volta letta la mail
  • Un gruppo firma professionale che includa i tuoi contatti telefonici e i link ai tuoi social aziendali. Puoi, se desideri, anche mettere un’immagine o il tuo logo a corredo.

Ciò che rende una mail capace di vendere è l’abilità del tuo copywriter di collegare il valore della tua azienda/servizio/prodotto con il bisogno della tua target audience. Il contenuto del testo, dunque, deve essere meno generico possibile e quanto di più vicino alle domande/desideri/bisogni del target che avrete individuato nella fase pre-lancio. Il lettore dovrà avere l’impressione che ti stai rivolgendo a lui e a lui soltanto e che sei in grado di aiutarlo nella soddisfazione di ciò che sta cercando. Inoltre, anche la call-to-action gioca un ruolo fondamentale: devi dire ai tuoi lettori cosa vuoi che facciano dopo aver letto, altrimenti non avrai raggiunto alcuno scopo. Vuoi che ti visitino? Fornisci indicazioni. Vuoi che acquistino subito il prodotto? Inserisci il link al check-out. Vuoi che ti telefonino? Scrivi bene in chiaro i numeri ai quali possono trovarti. Per creare email che vendono, infine, è fondamentale una cosa: invitare i lettori (ben profilati) ad agire immediatamente. Perché più tempo passa tra la lettura e la risposta, più diminuisce la possibilità che lo facciano in seguito e quindi che tu acquisisca un nuovo cliente.

Creare email che vendono: ecco 3 esempi di tecniche da usare

Il web è pieno di esempi di sales letter. Se ancora non hai ingaggiato il tuo copywriter o se vuoi discutere con lui in modo proattivo dopo l’ingaggio, ecco qualche esempio di tecniche da usare che puoi portare nel vostro brainstorming. Sul web vengono offerti numerosi template per creare email che vendono e sales letter. Le caratteristiche che un testo ottimale deve avere le abbiamo già elencate nel paragrafo precedente. Qui, invece, ti forniamo alcune idee pratiche ed esempi che possono essere una buona base di partenza.

1) Il modello AIDA nell’email marketing

AIDA è un acronimo del marketing che sta per Attenzione Interesse Desiderio Azione. Ecco un modello di email impostata secondo questo principio. Si tratta di una società che vende consulenza in ambito commerciale e di web marketing ed è alla ricerca di aziende clienti.

Gentile [nome potenziale cliente],

Il tuo team potrebbe gestire altri 20 lead a settimana?

Te lo chiedo perché dopo solo due sessioni con il mio team di consulenza, abbiamo avuto altri clienti nel {{settore}} che hanno visto risultati così importanti.

Recentemente abbiamo avviato la consulenza per {{persona o azienda degna di nota nel loro settore}} e stiamo già ottenendo grandi risultati.

Potrebbe sembrare troppo bello per essere vero, ma perché non vederlo di persona? Saresti interessato a un [CTA]?

Cordiali saluti,

[Il tuo nome]*

*Tratto da 17 modelli di sales email, fonte: Mailshake.com

2) L’amico dell’amico

E’ un modello che funziona perché abbassa di molto la naturale e iniziale diffidenza in chi legge. Con questo sistema puoi guadagnare credibilità molto più rapidamente, facendo leva su una proposta di partnership più che su una vendita vera e propria. Naturalmente vale il discorso di sempre: mai dire il falso, mai fare promesse che non si è poi in grado di mantenere.

Gentile [nome potenziale cliente],

Ieri durante il pranzo con {{nome dell’amico comune}}, mi ha detto che stavi cercando di {{raggiungere un obiettivo specifico}}. La mia azienda è specializzata nel {{raggiungimento di un obiettivo specifico}}.

Ha pensato che per noi potesse essere reciprocamente vantaggioso connetterci poiché di recente ho aiutato [cliente soddisfatto] a migliorare la sua {{metrica relativa all’obiettivo}} implementando il nostro {{servizio, software, ecc.}}.

Se sei interessato a discuterne di più, avresti voglia di [CTA]?

Saluti,

[Il tuo nome]*

*Tratto da 17 modelli di sales email, fonte: Mailshake.com

3) Mostrare interesse effettivo

E’ un modello molto utile per iniziare una relazione di marketing. Ai tuoi potenziali clienti piacerà senz’altro sapere che hai mostrato un interesse sincero per la loro attività. Come comunicarglielo, se non con una email? Nel contenuto, fornisci consigli utili che naturalmente ricadano nell’ambito del prodotto o servizio che vendi.  Ciò che devi offrire, dunque, è una guida costruttiva che possa migliorare ulteriormente le loro attività. Ti puoi basare sui contenuti che hanno pubblicato sul proprio sito aziendale o in community nei quali siete compresenti. L’esempio di email potrebbe essere:

Gentile [nome potenziale cliente],

Ho visto il [contenuto] pubblicato dalla tua azienda su [argomento].

Sono rimasto colpito da come sei riuscito a rendere accessibili argomenti così complessi senza sacrificare la completezza. [Riferimento a quello che fanno].

Ho esperienza in [aiutare le aziende con l’assistenza pertinente]. Saresti interessato a un [CTA]?

Grazie,

[Il tuo nome]*

*Tratto da Blog Hubspot.com 

Ti potrebbe interessare anche…

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

Se stai pensando di ospitare un guest post sul tuo sito o stai facendo tu attività di guest blogging, leggi questo articolo. Ti riassumiamo quali sono i 3 passi fondamentali per creare correttamente un guest post e trarre il massimo dei vantaggi da questa attività di...

SnapChat APP: non sottovalutare il  fantasmino

SnapChat APP: non sottovalutare il fantasmino

Conosci (e usi) solo i social network più famosi? Leggi qui, forse sottovaluti "il fantasmino": ecco infatti cosa dovresti sapere su SnapChat e SnapChat APP, un social definito "secondario" che non lo è affatto. Includilo pure nella tua strategia di digital marketing...

3 Idee per una Pagina aziendale Facebook “perfetta”

3 Idee per una Pagina aziendale Facebook “perfetta”

Hai bisogno di una pagina aziendale Facebook? Se cerchi notizie su come crearne una, ecco un articolo che potrebbe fare al caso tuo. Scopri di più su come si fa e soprattutto perché il Facebook aziendale è importante per la tua attività. Pagina aziendale Facebook: 3...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This