Hai già un Profilo Instagram aziendale? Ecco 4 top Trend del 2019 da usare subito

profilo instagram aziendale Se hai già un profilo Instagram aziendale, sei un passo avanti agli altri. Se non lo hai ancora, il 2019 può essere l’anno giusto per affermare la tua presenza anche su questo social network. Il perché è presto detto: secondo quanto diffuso da Instagram stesso, oltre l’80% degli utenti a livello globale segue almeno un’azienda. Tradotto in cifre, significa che in tutto il mondo oltre 200 milioni di persone visitano almeno un profilo Instagram aziendale ogni giorno. Il social galoppa l’onda e continua ad aggiungere ai suoi spazi virtuali nuove funzionalità, sempre più business-friendly. Adesso come non mai è il momento di cogliere la palla al balzo. Vediamo i 4 top trend che puoi mettere in pratica per affermare la tua presenza aziendale (anche) su Instagram.

Il profilo Instagram aziendale: perché è importante esserci

Instagram non è più solo un posto dove la gente pubblica delle belle immagini: sta diventando anche per le aziende uno spazio succulento dove poter interagire con i clienti, condividere nuove esperienze, aumentare l’engagement (sì, esattamente come già avviene sulle pagine Facebook aziendali e su LinkedIn) e monitorare azioni e contenuti che hanno maggior successo in termini di conversione.

1. Personalizza i tuoi contenuti il più possibile

Le aziende che personalizzano i propri contenuti (anche) su Instagram hanno un potenziale 20% in più di aumento delle vendite. Instagram, infatti, al pari di altro social come Facebook, tiene sempre di più alla personalizzazione ed è in grado di fornire a ciascun utente dei contenuti altamente personalizzati. Come? Attraverso un algoritmo che utilizza i dati di altri post con i quali l’utente ha interagito o che ha semplicemente apprezzato. Ecco come puoi, anche tu, personalizzare i contenuti del tuo profilo Instagram aziendale:

  • Indirizza i tuoi utenti su una Landing Page (pagina di destinazione) in cui possono fare un quiz o scegliere tra diverse opzioni/versioni del prodotto o servizio che offri
  • Usa le informazioni così raccolte per promuovere su Instagram i risultati: ovvero i prodotti/servizi specifici e pertinenti con il tuo target. Se promuovi proprio ciò che la gente ti ha detto che vorrebbe, potresti facilmente incrementare le tue vendite

 

Leggi anche Come aumentare il tasso di conversione della tua Landing Page

2. Condividi i tuoi prodotti con i consumatori

Così come Facebook, anche Instagram sta diventando uno dei canali più popolari su cui fare acquisti. A breve, già se ne parla, dovrebbe essere lanciata una app per lo shopping su Instagram (IG Shopping) che ovvierà al problema di doversi allontanare dalla piattaforma per completare un acquisto. Nel frattempo che questa app diventi realtà, puoi adottare questo stratagemma per condividere con i consumatori i tuoi nuovi prodotti/servizi, direttamente dal tuo profilo Instagram:

  • tagga i prodotti nei post e nelle storie selezionando una foto, toccando i prodotti che desideri taggare nella foto e inserendo i loro nomi
  • se sei un account verificato su Instagram, puoi utilizzare la funzione “scorri verso l’alto” in Storie per collegarti direttamente a una pagina di destinazione.

Leggi anche Cosa significa taggare? Guida pratica al social networking

3. Instagram Story Ads: non sottovalutare la pubblicità su Instagram

profilo instagram stories

Sapevi che oltre 400 milioni di account, nel mondo, guardano Instagram Stories ogni singolo giorno? E sapevi che un terzo delle storie più visualizzate proviene dalle aziende? Una storia su cinque, poi, riceve un messaggio diretto da chi la visualizza (dati Instagram Business). E’ arrivato il momento di iniziare ad investire in pubblicità anche qui, complice il fatto che la pubblicità su Facebook sta aumentando di costo. Molti marchi, anche famosi, stanno rivolgendo la loro attenzione alla pubblicità delle storie. E anche se Instagram Story Ads è ancora agli inizi, probabilmente sarà una delle maggiori tendenze per questo 2019.

Ecco come puoi utilizzare Instagram Story Ads, secondo i suggerimenti di Lizzie Davey, editor di Business2Community:

  • Collega il tuo account Instagram al tuo gestore di annunci Facebook
  • Crea una nuova campagna nella Gestione annunci Facebook e fai clic sull’opzione per visualizzarla in Storie
  • Scegli un obiettivo e i dati demografici per la tua campagna pubblicitaria
  • Crea o fai creare una grafica accattivante, anche perché le persone preferiscono vedere storie e video autentici piuttosto che annunci pubblicitari veri e propri
  • Rendi le tue storie più realistiche possibile, anche grazie allo Storytelling

 

Leggi anche Cos’è lo Storytelling

 

 4. Dai maggiore enfasi ai contenuti generati dagli utenti (UGC)

Una ricerca ormai datata (2014) ma sempre valida, condotta da Ipsos, mostra come i post con contenuti generati dagli utenti (UGC) hanno un tasso di conversione più alto del 4,5% su Instagram rispetto agli altri. Questo vuol dire che per incrementare conversioni (e vendite) devi assolutamente integrare i contenuti dei tuoi clienti nel tuo piano di marketing. Questa mossa porta con sé almeno due grandi vantaggi:

  • avrai a disposizione molti contenuti che ti riguardano (riguardano cioè i prodotti/servizi della tua azienda) che non hai dovuto creare, finanziare e distribuire da solo. Lo hanno fatto gli utenti al posto tuo
  • avrai a disposizione una forma fenomenale di pubblicità: il passaparola. Recensioni o semplicemente immagini dei tuoi prodotti fatti (spontaneamente) dai tuoi clienti, valgono per il potenziale acquirente molto molto di più di una pubblicità in senso tradizionale. Gli utenti dei social si fidano molto degli altri utenti.

Per acquisire un User generated content non ti resta che:

  • creare un hastag (#)
  • incoraggiare i tuoi follower a pubblicare le loro immagini con questo hashtag annunciandole nei tuoi post, storie e altri canali di social media
  • pubblicare nuovamente i contenuti migliori sul tuo feed o su Storie

 

Non hai ancora un profilo Instagram aziendale?

Non perdere tempo! Aprine uno il prima possibile oppure cerca tra i nostri freelance chi può darti una mano a farlo. Adesso sai che investire del tempo e del denaro in Instagram, nel 2019, può avere dei ritorni interessanti. In bocca al lupo!

 

 

Ti potrebbe interessare anche…

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

I 3 passi per scrivere correttamente un guest post

Se stai pensando di ospitare un guest post sul tuo sito o stai facendo tu attività di guest blogging, leggi questo articolo. Ti riassumiamo quali sono i 3 passi fondamentali per creare correttamente un guest post e trarre il massimo dei vantaggi da questa attività di...

SnapChat APP: non sottovalutare il  fantasmino

SnapChat APP: non sottovalutare il fantasmino

Conosci (e usi) solo i social network più famosi? Leggi qui, forse sottovaluti "il fantasmino": ecco infatti cosa dovresti sapere su SnapChat e SnapChat APP, un social definito "secondario" che non lo è affatto. Includilo pure nella tua strategia di digital marketing...

Partita Iva e lavoro dipendente: come regolarsi?

Partita Iva e lavoro dipendente: come regolarsi?

Se cerchi informazioni sul web sul tema partita Iva e lavoro dipendente o sul tema dipendente con partita Iva, ecco un piccolo post che può riassumerti le cose. Ti scriviamo tutto quello che c'è da sapere su questo aspetto del mondo del lavoro, sui contributi Inps e...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This