Arredare casa, i Consigli Utili se c’è Anche il Cane

26 Mar 2018 | Articoli su Architettura

Come arredare casa se c’è anche il cane? Secondo le statistiche più aggiornate, circa il 60% degli italiani ha la gioia di condividere la vita col cane: gli esemplari canini sarebbero ben sette milioni e il campione di preferenze è il Pastore tedesco, seguito dal Setter inglese. Tra i cani toy, il preferito è il Chihuahua, ma naturalmente bisogna aggiungere a questa statistica l’esercito sterminato di cani nati da incrocio, forse i più diffusi in assoluto. Gli amanti del cane sono in maggioranza famiglie con tre componenti ma è in crescita la tendenza per i single, che registrano un 11% di convivenze con le simpatiche bestiole. Logico che sia sorto qualche problema rispetto alle regole di convivenza sociale e di benessere animale, ma soprattutto di organizzazione della casa da dividere con il cane. Scopriamo come affrontare questo aspetto.

 

Prima di arredare casa studiare il cane

single con il cane - arredare casa

Vita da single con il cane

Per trascorrere in casa una tranquilla vita col cane occorre innanzitutto studiarne a fondo le esigenze rispetto a quelle umane: è evidente che il cane di taglia medio\grande sia dotato di una presenza fisica più ingombrante rispetto al piccolo, richiedendo uno spazio maggiore tra le mura domestiche. Il cane piccolo ha la tendenza a impossessarsi del padrone, cosa che lo spinge a sfogarsi sugli arredi di casa quando questo lo lascia solo, mentre il cane più grande sente forte il bisogno di correre liberamente all’aria aperta e può risultare più o meno socievole con i bambini ma anche più o meno maldestro nei movimenti quando è in loro compagnia.  Chi trascorre già da un po’ la sua vita col cane sa che ci sono momenti in cui gioca felice, altri in cui dorme beato, altri ancora in cui abbaia follemente; momenti in cui mangia voracemente sporcando tutto intorno o dà alla luce i suoi cuccioli. Ci salterà addosso gioioso al suo ritorno e purtroppo qualche volta sarà malato. Quindi lo spazio casalingo deve essere organizzato e attrezzato per affrontare le gioie e i dolori della vita col cane. Vediamo come.

Arredare casa con il cane: come organizzare lo spazio

Il primo requisito essenziale della vita col cane è la conquista e il mantenimento della tranquillità per l’animale e chi lo circonda. A questo scopo sarà bene tener conto di quei momenti in cui si corre il rischio di disturbarsi a vicenda. Per non sconfinare nelle soluzioni di emergenza che non rispettano gli animali, dobbiamo predisporre in casa uno spazio tutto suo, in cui può saltare, abbaiare, essere malato o dare alla luce un cucciolo liberamente, senza costituire un problema per i conviventi umani o i vicini di casa. Lo spazio riservato al cane sarà proporzionato alla sua taglia dandogli anche modo di giocare, ma non dovrà confondersi con quello umano: no alla condivisione abituale del soggiorno o della stanza da letto quindi, ma riserviamo un ambiente anche piccolo della casa a lui, come se fosse un membro aggiunto della famiglia. La stanza del cane dovrebbe essere preferibilmente vicina a un balcone per dargli aria e luce e un affaccio all’esterno. Gli infissi dotati di vetro-camera sono i più adatti smorzare i rumori dei guaiti verso l’esterno, soprattutto se abitiamo in un condominio. 

La seconda mossa è di prevedere la possibilità di trattenere il cane nella sua stanza in presenza di ospiti o bambini chiassosi, che possano turbarlo in situazioni particolari o che si sentano intimoriti dalla sua presenza. Uno sportello basculante, inglobato nella parte bassa della porta, può garantire il divieto d’accesso agli estranei nel suo piccolo mondo e dare la possibilità di regolare i movimenti del cane su e giù per la casa senza che ne soffra, di nutrirlo, dissetarlo e accarezzarlo comunque.

Un’altra motivazione che ci spinge a creare una stanza per il cane può essere la necessità periodica di affidarlo a un dog sitter quando ci allontaniamo. In questo caso la persona non dovrà cercare in tutta la casa ciò che serve ad accudirlo, ma troverà attrezzature, cibo e quanto altro in un unico punto, presso il cane.

Come possiamo organizzare la stanzetta del nostro fedele amico?

 

Arredare casa: come organizzare la stanza del cane

progetto di arredamento casa con il cane

Vita col cane in una casa comoda per tutti

Le funzioni principali della vita di un cane sono: mangiare, dormire, giocare, essere pulito, spostarsi; per ciò che riguarda la salute, essere preservato da malattie, ricevere assistenza nel dare alla luce i cuccioli, è da considerarsi un diritto vero e proprio per un animale domestico. Il pavimento della stanza dovrà garantire igiene e facilità di calpestio da parte del cane, per non danneggiarne le zampe e le anche: infatti una cattiva postura, dovuta a un appoggio su suolo scivoloso, alla lunga provoca danni motori al cane. Ideali i pavimenti in ceramica o in laminato di resina, resistenti e agevoli da pulire, rispetto al parquet, eccessivamente scivoloso. Nel caso non si abbia voglia di cambiare un pavimento poco adatto, si può stendere al di sopra un pavimento di gomma drenante antisdrucciolo con ammortizzatori, che possiamo adattare anche da soli alla superficie. Le pareti della stanza per cani di media e grande taglia, saranno lavabili e resistenti: un rivestimento perimetrale in piastrelle ad altezza adeguata eviterà macchie sull’intonaco e ristagno di odori, agendo anche da isolante in caso di umidità della parete.

L’impianto elettrico dovrà avere interruttori di comando e prese all’esterno della stanza per evitare incidenti e regolare l’illuminazione senza dover necessariamente entrare.

A questo punto, predisposta la stanza del cane, è necessario provvedere al suo arredamento. Vediamo come.

 

Arredamento e attrezzature

Tutto ciò che serve per arredare la stanza del cane è: un contenitore per i pasti, un supporto\contenitore per riposare e un armadio per riporre tutte le attrezzature che il dog sitter userà in nostra assenza. Dove cercare gli oggetti adatti?

La designer spagnola Inma Bermudéz ha ideato la linea Lurvig di arredi e attrezzature per il cane che sta incontrando un grande successo per la sua praticità ed eleganza a costo contenuto: si va dalle ciotole in legno e metallo non ribaltabili a eleganti letti-brandina sollevati da terra; dal tappetino scaldante o refrigerante in base alla stagione, alla cuccia da interno in plastica o in legno coibentata, o in tessuto imbottito. La scelta fra supporto e contenitore dipende dal volume e dal peso del cane: per un Setter di 40 chili a pelo lungo sarà adatta una brandina facilmente lavabile, mentre per un cagnolino di piccola taglia la cesta o la cuccia in stoffa saranno l’ideale.

Divano  design  Inma Bermudéz

La linea propone simpatici divani per cani che si adattano alle loro dimensioni, ma se vogliamo farlo accomodare accanto agli umani sul divano, una scaletta appositamente studiata potrà essere d’aiuto ai più piccoli. Molto utile è la cassa-parto monouso da collocare in un angolo riparato della stanza, nel caso avessimo deciso di assisterlo in casa.

L’idea degli arredi usa e getta per la stanza del cane è stata sviluppata dallo studio Nendo del designer Oki Sato, che ha inventato una serie di moduli cubici componibili in plastica per ricavare la cuccia da interno, la ciotola o il letto; per chi volesse evitare acquisti impegnativi, esistono in commercio delle bellissime ceste in materiali naturali, completate da cuscino sfoderabile. Infine anche il nostro cane può avere il suo divano Ikea: si tratta del modello Klippan, prodotto negli anni Ottanta per gli umani e rilanciato oggi in proporzioni ridotte per i cani.

Il pratico tappeto isolante per il cane

L’armadio della stanza sarà di materiale lavabile e poco deteriorabile, come il metallo e il laminato, con ante lisce senza appigli di sorta che possano tentare il cane.

Che cosa conserveremo al suo interno?

Non occorre altro nella stanza del nostro cane:  quadri, specchi, tende e oggetti umanizzanti potrebbero contribuire solo a creare incidenti senza aggiungere nulla di più alla nostra vita col cane già piena d’amore.

Ti interessi di arredamento e architettura? Leggi anche Come ricavare spazi personali in un appartamento.

Ti potrebbe interessare anche…

Dalla grafica al fotorealismo: ray tracing e futuro dei videogiochi

Dalla grafica al fotorealismo: ray tracing e futuro dei videogiochi

Il video design ha fatto passi da gigante ma tu ti senti indietro anni-Luce. Scopri subito il passaggio dalla grafica al fotorealismo! Il ray tracing e il futuro dei videogiochi, tra tecnologie avanzate e costi. Ray tracing, 3 cose importanti che devi sapere...

Bella stagione in vista? Ingaggia un progettista giardino

Bella stagione in vista? Ingaggia un progettista giardino

Dopo un triste inverno, bella stagione in vista? Ingaggia un progettista giardino e trasforma il tuo spazio esterno in un solarium d'alto livello. Ecco tutte le dritte per giardini con piscina da sogno (a poca spesa). Progetto giardino: benessere con poca spesa...

Quando è il momento di chiamare il geometra?

Quando è il momento di chiamare il geometra?

Quante volte durante il lockdown hai desiderato abbattere una parete o aggiungere un altro bagno in casa? Magari sogni di costruirti una villa o ampliare il tuo spazio commerciale. Ti chiedi quando è il momento di chiamare il geometra? Scopri subito la risposta!...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This