Bug Fixing: 3 motivi per chiamare un esperto subito

bug fixing

Se ti sei imbattuto in questa pagina probabilmente il tuo software ha qualche problema. Senza tentare di risolvere da solo se non sei pratico, ti spieghiamo cosa sono i bug e cosa significa fare bug fixing (o debug). Scoprirai anche come contattare un esperto che possa aiutarti nel campo della programmazione e del development. Leggi subito!

1) Chiama un esperto se non sai (ancora) cosa sono i bug

Prima di entrare nel vivo del bug fixing, ecco cosa sono i bug. Tecnicamente (e molto semplicemente) un bug in informatica è il malfunzionamento di un software o di un programma. A questo malfunzionamento, dovuto a diversi motivi, si pone rimedio correggendo l’anomalia (bug fixing, appunto). Un bug può accadere non solo a programmi e software, ma anche ad applicazioni come WhatsApp o Facebook, Instagram o un e-commerce shop. Per eliminare un bug bisogna di solito agire sul codice sorgente (sono gli autori del programma a farlo o nel caso di software open source con la collaborazione di diversi developer).

Successivamente, viene rilasciata una versione aggiornata del programma. Per evitare di incappare in un bug, dunque, è bene scaricare sempre gli eventuali aggiornamenti (poiché contengono anche le correzioni ai malfunzionamenti rilevati). Se, invece, sei capitato in un programma con un bug (te ne accorgi, perché non funziona bene) puoi aprire una segnalazione e far presente il problema agli sviluppatori/produttori del software (vale anche per le app). Chiamare per un consulto il tuo developer di fiducia è sempre una buona idea, soprattutto se il guasto è su un software che stai usando per lavorare o che è a disposizione dei tuoi clienti.

Leggi anche Cos’è un bug e come risolverlo

2) Consulta un developer se ti chiedi: bug fixing e debug sono la stessa cosa?

Fare debugging significa individuare (con metodo) gli errori e i malfunzionamenti di un programma o in una parte hardware elettronica. Il debug, che eseguono solo developer specializzati, prevede numerosi aspetti, come debug interattivo, flusso di controllo, test di integrazione, file log, profilazione e via discorrendo. Possiamo dire, dunque, che il processo di ricerca, individuazione e correzione di un bug, si chiama debug.

Giusto per sapere e in modo estremamente semplificato, le fasi di del debug sono 5:

  • Individuazione dell’errore (malfunzionamento)
  • Individuazione della componente dove avviene questo malfunzionamento
  • Individuazione del perché avviene (causa del bug)
  • Progettazione della correzione
  • Implementazione (incluso testing della nuova versione).

Quando ti consulterai con un developer oppure quando lo ingaggerai per risolvere un problema su un software proprietario, saprai come avvierà il processo di debugging.

Vito Lavecchia, ingegnere informatico, scrive sul bug fixing: “l’attività di bug fixing rappresenta appunto il processo di fix dei bug sul software che verrà rilasciato in produzione. (…) Una delle applicazioni più comuni delle correzioni di bug è un software tecnico (ad esempio Jira) che viene utilizzato per identificare vari tipi di bug, per essere risolti efficacemente”.

Possiamo quindi concludere che debugging o bug fixing sono sostanzialmente sinonimi.

3) Ingaggia un esperto se hai bisogno di attivare debug usb da PC

Potresti avere necessità di trasferire dei dati da smartphone Android a PC. Tecnicamente, “Il debug USB viene spesso usato dagli sviluppatori o dal supporto IT per la connessione e il trasferimento dei dati da un dispositivo Android a un computer” (fonte: Microsoft). Meglio, quindi, non cimentarsi da soli. Rivolgerti ad un developer di professione è, ancora una volta, una buona idea. Il debug usb da PC si attiva in circa 7 passaggi e prevede di entrare in modalità sviluppatore per recuperare o trasferire i dati, quando hai uno smartphone inagibile (ad esempio con schermo rotto oppure irrimediabilmente bloccato).

Leggi anche Web Developer: i nostri 6 consigli per ingaggiarne uno

Adesso conosci il significato di bug, sai cos’è un debug e un bug fixing e sai che devi chiamare un developer freelance (un esperto di software) se i tuoi programmi non funzionano come dovrebbero, si bloccano o sono rallentati. In poche semplici mosse, sapendo bene dove mettere le mani e non andando a casaccio, l’esperto attiverà il bug fixing, la correzione dei malfunzionamenti, e il tuo software tornerà come nuovo. Molto utile da sapere se lavori con dei gestionali proprietari o se hai un e-commerce, per non provocare danni o disservizi anche ai tuoi clienti.

Ti potrebbe interessare anche…

Chi è, cosa fa (e quanto guadagna) il programmatore Abap

Chi è, cosa fa (e quanto guadagna) il programmatore Abap

Chi è il programmatore Abap? Cosa fa? Quanto guadagna? Se sei in cerca di risposte a queste domande, leggi qui. L'attività del developer è attualmente una delle più richieste sul mercato e se sei un freelance non dovresti fare fatica a trovare ingaggi e buoni clienti....

Spring Java: perché è popolare e come usarlo subito

Spring Java: perché è popolare e come usarlo subito

"In informatica Spring è un framework open source per lo sviluppo di applicazioni su piattaforma Java. A questo framework sono associati tanti altri progetti, che hanno nomi composti come Spring Boot, Spring Data, Spring Batc" (fonte Wikipedia). Se ancora non lo sai...

Crypto art e giochi online: il regno dell’NFT

Crypto art e giochi online: il regno dell’NFT

Crypto art, sapevi che è importante per i creativi? Come i Non Fungibile Token, (NFT) che ottieni quando vendi oggetti digitali o giochi. Ti sfuggono i dettagli? Non preoccuparti, ti spieghiamo tutto su Crypto art e giochi online: il regno dell'NFT che continua...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This