Come fare Pubblicità su Facebook grazie ai Messaggi smart personalizzati

2 Apr 2019 | Articoli su Marketing

come fare pubblicità su facebookL’attore Jesse Eisenberg ha detto: “Criticare Facebook è come criticare il telefono”. Il marketing aziendale un tempo usava questo mezzo; oggi invece si affida al social più popolare del mondo. Scopri come fare pubblicità su Facebook grazie ai messaggi smart personalizzati da scambiare in rete, facendo crescere la tua attività.

Decidi subito di usare Facebook per fare pubblicità alla tua attività

Sembra incredibile che qualcuno abbia ancora dubbi sull’utilità di Facebook per aumentare la pubblicità e far crescere gli affari. Spesso però questo social è uno strumento difficile da gestire per chi non ne conosce i segreti. Come dice il teologo saggista Antonio Spadaro, prima di Facebook, internet era solo una rete di pagine e di contenuti, mentre dopo è diventata soprattutto una rete di persone. Ecco la prima chiave: le persone che, con la loro unicità e i loro gusti, sono consumatori e quindi potenziali clienti.  Zuckemberg afferma:

Facebook non ha sostituito le relazioni reali, ma ha aggiunto occasioni di rimanere in contatto, che altrimenti non ci sarebbero.

Questa è la chiave d’uso numero due: saper cogliere al volo i contatti con i consumatori, per conoscerli attraverso la condivisione di post. Ma non devi cadere nei trabocchetti tipici del mondo virtuale. Insomma, esistono almeno 4 buoni motivi per imparare a fare pubblicità su Facebook:

  • Ti fai notare in rete, anche se spesso è come aggirarsi in un gigantesco mercato urlando a squarciagola, cercando di farsi sentire da qualcuno.
  • Crei una strategia di branding pianificando i post da pubblicare, dando una direzione precisa al tuo percorso aziendale, costretto a escogitare gli argomenti giusti. Meglio che brancolare nel buio alla ricerca di motivazioni
  • Dai visibilità alla location in cui si svolge la tua attività, sia offline, sia online, grazie alla geolocalizzazione. Conosci un altro modo per far sapere dove ti trovi?
  • Valuti il marketing studiando gli insights mese per mese: il numero di condivisioni e le reazioni, le aree geografiche di provenienza, gli orari. Soprattutto, ricevi  messaggi smart di contatto direttamente dagli utenti che desiderano entrare in empatia con te.  Non c’è modo più facile e diretto di fare una statistica dell’indice di gradimento del brand e quindi di fargli pubblicità.

Leggi anche Come farsi trovare dai clienti grazie al Geomarketing

Come organizzare una strategia su Facebook per ottenere messaggi smart: prima mossa

 

La prima mossa è ovviamente creare una pagina Facebook della propria attività, che sarà la piattaforma di lancio pubblicitario in internet. Si comincia con le impostazioni di base, cioè:

  • decidere il target dei followers. Sai già chi è interessato a ciò che offri: casalinghe, manager, vegani, sportivi, viaggiatori… chiunque siano i tuoi potenziali clienti, tutto ciò che pubblichi sulla pagina, dai post alle informazioni, deve essere rivolto a loro
  • selezionare immagini e video mirati, per costringerlo a fermarsi sulla tua pagina, aggiungere reazioni e condividere i contenuti. Si tratta di comportamenti che ti fanno capire se hai indovinato i suoi gusti di consumatore e proporgli ciò che cerca.
  • curare i testi da scrivere nei post: Facebook non è Instagram, quindi puoi innescare una conversazione. I post non devono assolutamente essere tutti commerciali, ma riguardare argomenti che piacciono al target. I contenuti sono personalizzati, hanno cioè un alto tasso di empatia e sono brevi: la comunicazione su Facebook è smart.

Leggi anche Instagram o Facebook per la tua attività?

 

Seconda mossa: come fare pubblicità su Facebook con i post

Dopo aver costruito la pagina, bisogna distinguere i post in due categorie, che rappresentano due modi diversi di comunicare il brand, l’uno indiretto l’altro diretto:

1) Indiretti: post che usi per farti apprezzare dal pubblico e stabilire un rapporto di fiducia, guadagnando followers. Ti sconsigliamo di tartassarli con ogni giorno, meglio curare la qualità dei contenuti e postarli secondo un piano editoriale progettato da un freelance esperto. Il testo ideale non è più lungo di dieci righe, si compone di un titolo, del racconto breve di un’azione collocata in un tempo, e di un finale risolutivo. Per esempio: se hai una pagina Facebook dedicata a un bed & breakfast che gestisci, puoi postare messaggi che parlano delle bellezze naturali o dei monumenti presenti nella zona. Aggiungi anche foto di grande effetto o link dei siti web e il gioco è fatto. Anche postare notizie e curiosità sul cibo, sullo sport o sugli eventi è di forte impatto.

Leggi anche Come aumentare i follower su Facebook

2) Diretti: post pubblicitari veri e propri, che mettono chiaramente in evidenza il brand, i prodotti, le offerte e segnalano eventi commerciali a cui partecipi, come l’apertura di un pop-up store o una fiera. Già, ma come scrivere i testi per ottenere un messaggio smart dagli utenti?

Terza mossa: ecco i vari modi in cui puoi comporre i messaggi pubblicitari smart

1) Confronti i tuoi prodotti con altri della stessa categoria. Attenzione, però: no all’aggressività, si ai toni scherzosi

2) Dai consigli su come usare il tuo prodotto per ottenere un risultato pratico. Deve basarsi sulla verità: vietato inventare qualità del brand che non esistono

3) Scrivi due o tre righe che presentano il prodotto. E’ un metodo adatto per marchi già molto famosi: solo aziende come Ferrari o Mondadori possono permetterselo sulle loro pagine Facebook

4) Racconti un progetto del brand già portato a termine con risultati brillanti: la sponsorizzazione di un evento sportivo, la partecipazione a un concorso, una sfilata di moda. L’ammirazione stimola la stima e la fiducia nel cliente.

5) Annunci un work in progress: è un messaggio che coinvolge molto i follower e strappa commenti e condivisioni

6) Pubblichi una presentazione del brand con slide o video: in questo caso il testo scritto di accompagnamento deve ben sintetizzare il contenuto e i motivi del suo successo.

Ultimo consiglio per fare pubblicità su Facebook: come gestire i messaggi smart ottenuti

Pubblicato il post, i commenti possono consistere in frasi scritte, in reazioni-emoji, o messaggi smart di richiesta informazioni. Questi sono importantissimi perché segnano l’inizio di un rapporto reale con il potenziale cliente.  Si tratta di dati preziosi per valutare il “peso” della tua pubblicità su Facebook. E’ conveniente che assegni alla pagina un badge per la “reattività ai messaggi”, in modo da poter rispondere entro i 10-15 minuti dalla ricezione ed essere davvero smart con gli utenti. Non è necessario sorvegliare continuamente il display: sono previste pause durante le quali la pagina invia messaggi automatici di risposta, rassicurando che si verrà ricontattati. Ma non devi dimenticare di farlo.

Altra comunicazione pubblicitaria veloce su Facebook sono le recensioni, scritte dagli utenti che hanno provato il prodotto. Puoi chiederle direttamente a loro, se sono positive; ti consigliamo di non confonderle con i commenti o con la richiesta di informazioni.

Leggi anche Live Help: 4 software utili da installare

Ultimo consiglio: che fare se ti accorgi che i contenuti dei post o l’intera pagina sono stati copiati per rubarti i contatti? Semplice, chiedi a Facebook il badge di “verifica blu”, compilando un modulo. Si tratta di una indagine che accerta qual è la vera azienda autrice della pagina, quindi chi ha veramente diritto di ricevere i messaggi smart dai clienti. Facebook, dopo circa 30 giorni, aggiunge un simbolo di spunta che distingue la pagina originale dalla fake, mettendo in salvo la tua attività promozionale.

Usa Business manager per gestire le tue pagine e i messaggi smart

E’ possibile gestire più di una pagina aziendale su Facebook, contattando molte più persone. La funzione si chiama”Business manager”, si usa facilmente avendo un account personale, e tiene traccia delle campagne pubblicitarie grazie alla console “Gestione inserzioni” su ognuna delle pagine che apri. Inoltre, anche la ricezione e l’invio dei messaggi smart risulta più corretta: la risposta non sarà a titolo personale, ma sempre da parte del brand. Non ti resta che ingaggiare subito un freelance per fare pubblicità su Facebook lanciando una campagna di promozione mondiale!

Ti potrebbe interessare anche…

New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

New Jobs: diventare Instagram brand ambassador

Continua il viaggio di AddLance tra le nuove professioni. Oggi scriveremo su come diventare Instagram brand ambassador. Scopriremo insieme cos'è il brand, perché ne viene data così tanta importanza e di cosa si occupa esattamente un brand ambassador. Non si sa mai,...

Gestione pagina: come eliminare i falsi Facebook fan

Gestione pagina: come eliminare i falsi Facebook fan

Per ammissione dello stesso Facebook, "le attività fraudolente costituiscono da sempre una piccola porzione delle attività totali su Facebook", ma il social di Zuckerberg è in prima linea per combatterle e garantire una piazza pulita dove aziende e utenti possano...

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

4 Tool utili per un creare un ottimo media plan

Sei stato ingaggiato per approntare il media plan di una azienda o di una start-up? Sei tu il titolare e hai deciso di metterti all'opera e redigerne uno? Ecco 4 strumenti utili che dovresti conoscere e usare subito. Scopri tutti i dettagli in questo post. Media...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This