Influencer Marketing per liberi Professionisti | AddLance Blog Café

Influencer Marketing per liberi Professionisti: Vademecum fondamentale

14 Mag 2019 | Articoli su Marketing

influencer marketingQuante volte ti è capitato di comprare qualcosa perché ti era stato raccomandato da qualcuno? O hai mai acquistato qualcosa solo perché qualcuno te lo ha consigliato, anche se non ne avevi realmente bisogno? Una ricerca condotta da HubSpot ha evidenziato come il 90% delle persone intervistate si fida dei consigli degli amici, il 70% delle opinioni degli altri consumatori sotto forma di recensioni od opinioni in merito ad un prodotto o servizio. Come evidenziato nel libro di Robert Cialdini,

l’influenza sociale è uno degli elementi di persuasione più potenti che esistono.

Questa tendenza, unita al sempre crescente impatto dei social media nelle nostre vite e ad abitudini di acquisto più sagge e ponderate rispetto al passato, ha acceso i riflettori sull’importanza dell’influencer marketing.

Che cos’è l’influencer Marketing? Oggi creare credibilità online è essenziale

La chiave di questo nuovo fenomeno di marketing sono le relazioni umane l’influencer, infatti, si focalizza sul creare relazioni per far crescere il proprio canale. Le PMI e i liberi professionisti possono a loro volta rendere efficace i loro brand creando relazioni con gli influencer.

L’influencer marketing basa la propria credibilità sul fatto che i consumatori credono agli altri consumatori più di quanto credano ai brand

E questo assunto è ancor più vero online, dove non puoi vedere chi c’è dall’altro capo del computer. Su internet, la credibilità è la chiave per il successo di un professionista o di un’azienda. Creare credibilità online è essenziale per generare clienti e concludere vendite, e l’influencer marketing crea credibilità e fiducia in un modo totalmente diverso e lontano anni luce dalle altre strategie di marketing.

Leggi anche Come diventare influencer in 5 mosse

Le persone in carne ed ossa sono il veicolo principale di questo tipo di pubblicità. Non sono necessariamente delle celebrità nazionali o internazionali, sono persone che hanno una certa autorità in una specifica nicchia di mercato, persone che hanno:

  • Un pubblico di persone che li segue sui social media o dal vivo
  • Una credibilità che hanno creato nella loro nicchia di competenza e in virtù della quale sono visti come esperti dalle altre persone
  • Abilità di comunicazione e vendita grazie alle quali riescono a persuadere le persone a comprare.

Secondo una ricerca pubblicata dal portale Influencer Marketing Hub, attualmente il metodo online di acquisizione clienti a più rapida crescita sarebbe proprio l’influencer marketing (28%), seguito dalle ricerche organiche sul web (15%) e dalle e-mail (13%).

Influencer marketing metodo migliore

 

Il grafico mostra come l’influencer marketing abbia un’efficacia di quasi il doppio rispetto al secondo dato nella classifica. Ecco spiegato il motivo della crescita esponenziale di questo metodo di pubblicità.

 

Perché scegliere l’Influencer Marketing? Perché è una strategia di promozione ad alto ROI

Nell’era dei social media questo metodo di promozione mette insieme dei risultati che sono difficilmente replicabili con i media tradizionali. Come è possibile? Grazie alla fiducia che il pubblico ripone nella persona che segue.

Sappiamo tutti che le persone adorano creare relazioni professionali e personali con altre persone reali, persone di cui si fidano. Ecco perché la maggior parte della gente si reca ancora nei negozi fisici dove può interagire con persone reali. O ancora, prima di accettare di affidare un servizio a qualche professionista, vogliono vederlo in faccia o comunque discutere a voce con lui riguardo l’affare.

La sensazione di fiducia e sicurezza che dà l’nterazione umana è ancora difficilmente replicabile con il marketing tradizionale.

Ecco perché il social media marketing e l’influencer marketing sono così efficaci: si focalizzano sul creare relazioni e fiducia nelle altre persone, ancor prima di vendere qualcosa.

Leggi anche Come aumentare i clienti usando i social

A sostegno di quanto abbiamo detto, vogliamo riportarti un altro dato estratto dal sito Influencer Marketing Hub: il ROI (Return on investment) dell’influencer marketing. Bene, per ogni dollaro investito in questo tipo di produzione, ne “rientrano” ben 7,65 ovvero oltre 7 volte tanto! Se sei un libero professionista che sta cercando di creare la propria credibilità da zero sui vari canali social e via email, affidarti al passaparola generato da un influencer può portarti molte più vendite rispetto a provare a lavorare duramente, da solo, sugli altri canali di marketing.

Ma come fare a scegliere l’influencer quello giusto? Vediamo.

 

I 4 tipi di influencer

Scegliere il giusto influencer che abbia risultati per il tuo business dipende principalmente dai tuoi obiettivi. È possibile che, a livello locale, tu non abbia bisogno della celebrità milionaria strapagata per fare pubblicità al tuo studio legale. Quali sono le alternative?

  • Le Celebrità: come abbiamo detto, le celebrità non sono esattamente la scelta migliore per i liberi professionisti. Non ne trarresti alcun vantaggio in una partnership e, oltretutto, sono estremamente difficili da raggiungere.
  • Influencer locali: Sono quelle persone che magari non hanno profili sui social media ma che sono profondamente importanti nel tessuto sociale di una provincia o di una città specifica (vedi ad esempio il sindaco).
  • Autorità del settore: Sono quelle persone che sono riuscite a diventare il punto di riferimento in una nicchia specifica. Hanno scritto libri, tenuto incontri dal vivo così da creare la propria autorità ed essere riconosciuti come esperti. Sono un’ottima opzione per i liberi professionisti a patto che, specialmente all’inizio, non si punti a personaggi “irraggiungibili” come Flavio Briatore per l’imprenditoria o Salvatore Aranzulla per l’informatica.
  • I micro-influencer. Sono l’opzione migliore per le piccole attività Si tratta di persone che hanno un pubblico social contenuto ma abbastanza vasto, diciamo dai 1000 ai 10.000 follower.

Come libero professionista la scelta migliore per iniziare la tua strategia di influencer marketing è cercare strategie che siano gratuite o comunque a costo contenuto. Ecco perché la soluzione ideale sono i micro-influencer, la nostra opzione 4.

 

Perché affidarsi ai micro-influencer? Sono persone “normali” ma molto seguite nella loro nicchia di mercato

In un precedente paragrafo abbiamo evidenziato come le relazioni siano la caratteristica più importante di ogni attività di marketing. E nel caso dei micro-influencer questo concetto viene amplificato: sono persone che stanno costruendo il loro personal brand e focalizzate interamente sulla creazione ed interazione con il loro pubblico con l’obiettivo di ottenere la fiducia dei loro follower.

Sono quelle persone ancora percepite come “normali” ma che sono molto seguite in una specifica nicchia di mercato che rispecchia la loro passione: fitness, videogiochi, viaggi etc. Persone che condividono i contenuti in maniera sincera riguardo le cose che piacciono loro e hanno creato una “tribù” che li segue e condivide gli stessi interessi e passioni.

Per i liberi professionisti questo si traduce in maggiori possibilità di ottenere la loro collaborazione per la promozione delle piccole attività. Ma perché ti consigliamo i micro-influencer se sei un libero professionista?

  • Sono opzioni a basso costo. Numeri alla mano, collaborare con i micro influencer si rivela la strategia più efficace in termini di ROI
  • Sono persone autentiche. Hanno una interazione più umana e genuina con il pubblico che si sente più “connesso” con queste persone, come fossero amici. Questo porta ad un coinvolgimento più rapido e risultati più contenuti ma veloci
  • Sono persone con le quali è facile creare una relazione. Poiché non hanno milioni di follower, devono costruire il loro pubblico con l’interazione diretta, rispondendo a messaggi e domande.

Sono soggetti che sono considerati come autorità su un determinato argomento che li appassiona e sono molto più aperti alla collaborazione con professionisti e piccole aziende che trattano prodotti o servizi di loro interesse.

Il posto migliore per trovare i micro-influencer: Instagram

All’inizio può sembrare difficile capire quale dei canali social è il più indicato per creare una strategia di influencer marketing. Con più di 1 miliardo di utenti attivi, Instagram è il social media dal quale ti consigliamo di iniziare. È grazie ad Instagram che sono nati molti degli influencer che conosciamo oggi.

Che cosa lo rende così efficace? La percezione di autenticità.

Quando un instagram influencer propone un prodotto o un servizio tramite il proprio canale, è come se fosse una raccomandazione di un amico fidato. Affidandoti ad un influencer, che ha un engagement abbastanza ampio, la tua attività viene presentata a persone che sono già interessate all’argomento della tua nicchia ed è così molto più facile fare una buona impressione ed ottenere nuovi potenziali clienti.

Leggi anche Strategie per trovare clienti online

Che cosa devi verificare nel profilo dell’instagram influencer per capire se è quello giusto? Ecco alcuni passaggi:

  • Guarda attentamente i post che ha pubblicato. Sono coerenti con il tuo brand e il prodotto o servizio centrale della tua attività?
  • Verifica quanto engagement ha ogni post dell’influencer. Oltre al numero di like e commenti, guarda cosa dice ogni commento! Sono commenti sensati o di spam?
  • Ha già creato contenuti sponsorizzati? Capire questo ti dà un’idea di quanto può costarti la collaborazione. Se l’influencer è agli inizi, sicuramente il costo sarà inferiore (e potrebbe aver bisogno di aiuto nel creare contenuti sponsorizzati ad hoc per la tua attività)
  • Individua gli influencer giusti grazie all’uso degli hashtag. È uno dei modi migliori per trovare il giusto influencer per la parola chiave che identifica la tua attività!

 

In conclusione

È in corso un cambiamento molto rapido dal marketing tradizionale a quello digitale che porta con sé sia sfide che opportunità. I grandi brand mirano a far colpo sulle nuove generazioni per aumentare il numero dei loro clienti online. E poiché gli influencer hanno un grande impatto sociale (sia online che offline) nelle decisioni di acquisto della gente, l’influencer marketing sta rapidamente sostituendo la pubblicità tradizionale.

Ti potrebbe interessare anche…

Mail marketing, creare email che vendono

Mail marketing, creare email che vendono

L'email marketing è un modo piuttosto economico e ad alto impatto per recapitare ai tuoi clienti e potenziali clienti il tuo messaggio. Uno degli obiettivi dell'email marketing è proprio quello di creare email che vendono. Per fare questo hai bisogno di un...

Ottimizzazione Seo Snippet, Slug, Meta Tag

Ottimizzazione Seo Snippet, Slug, Meta Tag

Cerchi informazioni aggiornate per essere visualizzato in SERP? Ecco alcune dritte sull'ottimizzazione seo snippet, slug e meta tag. Così avrai un piccolo glossario ready to use di questi importanti termini del content management. Leggi subito e completa correttamente...

I 3 Vantaggi di usare le long tail keywords

I 3 Vantaggi di usare le long tail keywords

Se sei alla ricerca delle migliori seo keywords per la scrittura dei tuoi articoli o per la definizione del tuo piano editoriale aziendale, non cercare solo le parole chiave brevi e secche. C'è un ulteriore alleato per la tua ottimizzazione seo che ti consigliamo di...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This