Prestashop vs Shopify: confronto tra funzionalità, personalizzazione e integrazioni

Prestashop vs Shopify: confronto tra funzionalità, personalizzazione e integrazioni

La scelta tra Prestashop e Shopify come piattaforma per il proprio e-commerce è una decisione che porta molti a interrogarsi sul sistema migliore. In realtà si tratta di due ottime opzioni, ma ciascuna con le proprie caratteristiche più adatte a determinati scenari.

 

Entrambe presentano aspetti positivi e alcuni limiti, ma tutto dipende principalmente dalle esigenze specifiche del progetto e dal budget a disposizione. Prestashop ad esempio offre maggiori possibilità di personalizzazione, ma richiede più competenze per la gestione, mentre Shopify ha costi fissi ma risulta più user-friendly.

 

Ciò che è certo è che affidandosi a un freelance esperto nello sviluppo di e-commerce su entrambe le piattaforme, si ha la possibilità non solo di valutare con cognizione di causa i pro e i contro di ciascuna soluzione, ma anche di realizzare un sito di vendita online su misura e perfettamente funzionante. Lo sviluppatore saprà infatti sfruttare al meglio tutte le potenzialità offerte dal sistema prescelto.

 

Prestashop vs Shopify: caratteristiche e funzionalità di base

La scelta di una piattaforma Ecommerce non è cosa da poco, poiché da questa dipendono il successo e le performance di negozio online. PrestaShop e Shopify sono tra le soluzioni più diffuse, ma presentano caratteristiche diverse che è bene esaminare.

 

Entrambe le piattaforme Ecommerce consentono di creare in modo semplice e veloce un catalogo prodotti completo di schede tecniche, foto e descrizioni. Tuttavia Shopify risulta più immediata ed user friendly, grazie ad un’interfaccia drag and drop, mentre PrestaShop richiede maggiori competenze di coding.

 

Per quanto riguarda le funzionalità di base, Shopify offre di default alcuni utili strumenti di marketing come newsletter e coupon, mentre PrestaShop richiede estensioni aggiuntive, sebbene sia più personalizzabile. Le capacità gestionali sono invece equiparabili: amministrazione degli ordini, reportistica, gestione spedizioni e resi. Ma solo Shopify integra i pagamenti mentre PrestaShop richiede moduli esterni. Certo, vediamo più nel dettaglio le caratteristiche dei sistemi di pagamento su PrestaShop e Shopify:

 

  • PrestaShop:

Di base, PrestaShop non include alcun modulo per la gestione dei pagamenti. Per accettare transazioni online è necessario installare dei moduli di pagamento aggiuntivi, che vanno acquistati e configurati separatamente. I più diffusi sono PayPal, Stripe e Braintree.

 

Questo può implicare un surplus di costi e una maggiore complessità nella configurazione iniziale.

 

  • Shopify:

Al contrario, Shopify ha l’importante vantaggio di integrare nativamente i principali metodi di pagamento, come carte di credito, PayPal, Apple Pay. Non è quindi necessario installare nessun modulo aggiuntivo, in quanto tutto è già incluso e configurabile tramite interfaccia amministrativa.

 

Basta abilitare il metodo di pagamento desiderato e Shopify si occupa autonomamente di gestire le transazioni in modo sicuro e affidabile. La scelta dipende dalle esigenze specifiche e dal budget, ma entrambe le piattaforme E-commerce garantiscono performance solide.

 

Shopify vs Prestashop: opzioni avanzate di personalizzazione e gestione cataloghi

 

PrestaShop offre ampie possibilità di modifica del template e del codice lato server, consentendo di generare siti per vendere online altamente personalizzati sotto il profilo grafico e strutturale. Shopify invece prevede meno customizzazione del codice, ma include utili feature drag&drop per la creazione di schede prodotto avanzate.

 

Entrambe le piattaforme consentono di strutturare i cataloghi su più livelli creando categorie e sottocategorie in modo flessibile. PrestaShop dà però maggior controllo tramite codice di configurazione, mentre Shopify guida l’utente con un approccio più visivo. Interessanti le estensioni di PrestaShop per aggiungere attributi personalizzati ai prodotti (taglie, colori etc). Shopify include queste funzioni di base in modo semplice. In sintesi, entrambe le soluzioni permettono di gestire siti per vendere online efficacemente, seppur con strumenti diversi a seconda delle necessità specifiche.

 

Shopify cms: integrazioni con altri servizi e-commerce essenziali

Un aspetto critico per il successo di negozi online riguarda le possibilità di integrazione con servizi esterni. A tale riguardo i web designer freelance sottolineano le potenzialità di Shopify, che include connessioni già pronte con molte soluzioni di settore.

 

Ad esempio, l’integrazione dei pagamenti è ottimizzata grazie alla nativa integrazione con Stripe, Braintree e altri popolari gateway. Anche le spedizioni sono facilitate dalle connessioni predefinite con spedizionieri come FedEx, UPS e USPS.

 

Ti potrebbe interessare anche…

Hamburger menu: dalle basi alle best practice

Hamburger menu: dalle basi alle best practice

Il tuo web site ha fame di visitatori? Ecco tutto sull’ hambuger menu: dalle basi alle best practice che migliorano la navigazione hamburger menu: Caratteristiche e funzionamento Girano pochi visitatori sul tuo website? meglio accoglierli con un hamburger menu! L’...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cos’è AddLance?

AddLance è un servizio gratuito che ti permette di trovare l’aiuto che cerchi. Hai bisogno di un logo, di un sito web, di testi, traduzioni, consulenze legali o altro? Su AddLance ottieni gratis i contatti dei migliori professionisti italiani.

Iscriviti alla Newsletter

Share This